Il cancro (anche) dall'acqua potabile

| Una sconvolgente ricerca Usa rivela che in 100mila casi di cancro, nell'arco di una vita di 70 anni, un collegamento con l'acqua pubblica contaminata da sostanza cancerogene. Adottare subito i filtri già in commercio

+ Miei preferiti

L'acqua di rubinetto contaminata causa almeno 100.000 casi di cancro negli Stati Uniti nel corso di una vita media di 70 anni, secondo un nuovo studio di scienziati del gruppo di lavoro ambientale. La maggior parte del rischio di cancro è dovuto all'arsenico naturale, i sottoprodotti chimici usati per disinfettare l'acqua e i contaminanti radioattivi, secondo l'analisi, che è stata pubblicata sulla rivista "peer-reviewed" Heylion. "Vogliamo che le persone a rendersi conto che l'acqua che soddisfa le specifiche legali può ancora causare rischi per la salute sulla base delle ultime conoscenze scientifiche," ha detto Sydney Evans, autore principale dello studio. "Questa è una preoccupazione a livello nazionale, urbana o rurale, con un piccolo o grande sistema idrico. Il numero di casi di cancro da contaminazione dell'acqua è piccolo rispetto al numero totale di casi di cancro negli Stati Uniti ma in forte crescita.

Solo nel 2018, l'American Cancer Society ha segnalato circa 1,7 milioni di nuovi casi di cancro. Olga Naidenko, vicepresidente delle indagini scientifiche del Gruppo di lavoro ambientale, ha sottolineato che la contaminazione delle acque è responsabile di un'alta percentuale dei casi di cancro che hanno cause ambientali. Gli Stati Uniti sono classificati bene per la qualità dell'acqua perché hanno eliminato in gran parte i contaminanti biologici, come il batterio E coli, che sono più comuni nei paesi in via di sviluppo. Altri contaminanti pericolosi rimangono tuttavia problematici. I problemi nelle piccole comunità rurali sono stati ben documentati, ma lo studio rileva che i contaminanti nell'acqua nelle grandi comunità "contribuiscono anche a una quota significativa del rischio globale di cancro associato all'acqua potabile".

I ricercatori hanno studiato i profili di qualità dell'acqua di oltre 48.000 sistemi. Evans raccomanda di controllare i rapporti sull'acqua locali e, se necessario, selezionare un filtro adatto. Il gruppo di lavoro ambientale gestisce una banca dati sull'acqua potabile a tale scopo.

Ambiente
L’inquietante verità sul riciclaggio della plastica
L’inquietante verità sul riciclaggio della plastica
Una bugia creata 50 anni fa dall’industria della plastica con il solo scopo di produrne di più. L’unica alternativa per fermare il soffocamento di mari e oceani è che chi ha invaso il pianeta, ci ripensi
Il pianeta tradito
Il pianeta tradito
Neanche uno degli obiettivi decennali della convenzione di Aichi del 2010 è stato raggiunto. È la denuncia di un rapporto delle Nazioni Unite, che lancia l’allarme: di questo passo, la nostra Terra non reggerà a lungo
Cinque cicloni tropicali si aggirano nell’Oceano Atlantico
Cinque cicloni tropicali si aggirano nell’Oceano Atlantico
È la seconda volta nella storia che si registrano contemporaneamente così tanti fenomeni climatici di forte intensità, e almeno tre preoccupano le coste americane
Il rogo della West Coast
Il rogo della West Coast
California, Oregon e stato di Washington sono da giorni alle prese con incendi resi indomabili da caldo e vento. Oltre mezzo milione di persone evacuate e 11 morti il bilancio provvisorio
Nella UE 630mila morti all’anno per inquinamento
Nella UE 630mila morti all’anno per inquinamento
Il rapporto dell’Agenzia Europea per l’Ambiente, sottolinea che si fa ancora troppo poco diminuire un numero altissimo di vittime silenziose. Le soluzioni? Drastiche, ma necessarie
Nella Death Valley la temperatura più alta mai registrata
Nella Death Valley la temperatura più alta mai registrata
A Furnace Creek, nel cuore della celebre depressione del deserto del Mojave, toccati i 57° C: mai così caldo da quando esistono le misurazioni. Ed è allarme dai climatologi: andrà sempre peggio
Si è spezzata in due la petroliera che minacciava le Mauritius
Si è spezzata in due la petroliera che minacciava le Mauritius
Le autorità dichiarano il disastro ambientale: a rischio il delicato ecosistema di un vero paradiso terrestre
Groenlandia: il punto del non ritorno
Groenlandia: il punto del non ritorno
Secondo uno studio recente, la calotta di ghiaccio dell’isola del nord Atlantico si sarebbe ormai sciolta in modo irreparabile. E le conseguenze arriveranno a breve
Le Mauritius rischiano il disastro ambientale
Le Mauritius rischiano il disastro ambientale
Si teme che la petroliera giapponese “MV Wakashio” possa spezzarsi, minando per sempre le coste del paradisiaco arcipelago nell’Oceano Indiano
Il futuro del mondo in un ghiacciaio
Il futuro del mondo in un ghiacciaio
Lo scioglimento di una piattaforma dell’Antartide potrebbe provocare un drammatico innalzamento del livello del mare nel giro di poche centinaia d’anni, provocando danni inimmaginabili alla nostra civiltà