Il cancro (anche) dall'acqua potabile

| Una sconvolgente ricerca Usa rivela che in 100mila casi di cancro, nell'arco di una vita di 70 anni, un collegamento con l'acqua pubblica contaminata da sostanza cancerogene. Adottare subito i filtri già in commercio

+ Miei preferiti

L'acqua di rubinetto contaminata causa almeno 100.000 casi di cancro negli Stati Uniti nel corso di una vita media di 70 anni, secondo un nuovo studio di scienziati del gruppo di lavoro ambientale. La maggior parte del rischio di cancro è dovuto all'arsenico naturale, i sottoprodotti chimici usati per disinfettare l'acqua e i contaminanti radioattivi, secondo l'analisi, che è stata pubblicata sulla rivista "peer-reviewed" Heylion. "Vogliamo che le persone a rendersi conto che l'acqua che soddisfa le specifiche legali può ancora causare rischi per la salute sulla base delle ultime conoscenze scientifiche," ha detto Sydney Evans, autore principale dello studio. "Questa è una preoccupazione a livello nazionale, urbana o rurale, con un piccolo o grande sistema idrico. Il numero di casi di cancro da contaminazione dell'acqua è piccolo rispetto al numero totale di casi di cancro negli Stati Uniti ma in forte crescita.

Solo nel 2018, l'American Cancer Society ha segnalato circa 1,7 milioni di nuovi casi di cancro. Olga Naidenko, vicepresidente delle indagini scientifiche del Gruppo di lavoro ambientale, ha sottolineato che la contaminazione delle acque è responsabile di un'alta percentuale dei casi di cancro che hanno cause ambientali. Gli Stati Uniti sono classificati bene per la qualità dell'acqua perché hanno eliminato in gran parte i contaminanti biologici, come il batterio E coli, che sono più comuni nei paesi in via di sviluppo. Altri contaminanti pericolosi rimangono tuttavia problematici. I problemi nelle piccole comunità rurali sono stati ben documentati, ma lo studio rileva che i contaminanti nell'acqua nelle grandi comunità "contribuiscono anche a una quota significativa del rischio globale di cancro associato all'acqua potabile".

I ricercatori hanno studiato i profili di qualità dell'acqua di oltre 48.000 sistemi. Evans raccomanda di controllare i rapporti sull'acqua locali e, se necessario, selezionare un filtro adatto. Il gruppo di lavoro ambientale gestisce una banca dati sull'acqua potabile a tale scopo.

Ambiente
Il polo che si squaglia
Il polo che si squaglia
I climatologi stanno lanciando l'allarme sugli effetti negativi che il riscaldamento delle aree artiche può avere: lo scioglimento del permafrost potrebbe provocare l’immissione in atmosfera di metano che provoca l’effetto serra
Il silenzio del mondo
Il silenzio del mondo
Mesi di lockdown hanno ridotto drasticamente i rumori emessi dall’attività umana. Gli esperti insistono: il silenzio è una lezione che dovremmo aver imparato, una forma di inquinamento troppo sottovalutata
Cala l’inquinamento, ma durerà poco
Cala l’inquinamento, ma durerà poco
Il lockdown di quest’anno sarà come 10 secondi di rubinetti chiusi in una vasca piena d’acqua, avvertono gli esperti, che si aspettano un ritorno alla normalità pericoloso per il riscaldamento globale
Il pianeta respira
Il pianeta respira
Durante il blocco del coronavirus, l’inquinamento atmosferico è sceso a livelli senza precedenti nelle principali città del mondo
USA, dove l’aria è sempre più irrespirabile
USA, dove l’aria è sempre più irrespirabile
Lo dice o “State of the Air”, un report che illustra chiaramente quanto il cambiamento climatico e le politiche ambientali non efficaci stiano minando l’esistenza di milioni di americani
Coronavirus Vs. inquinamento
Coronavirus Vs. inquinamento
Conclusa la prima ondata di infezioni in Cina. Il nostro governo blocca gli spostamenti privati al di fuori dei comuni di residenza. Forse esiste un legame tra il virus e i gruppi sanguigni. Il lockdown sta migliorando la qualità dell’aria
Dalla Germania arriva l’anti Greta
Dalla Germania arriva l’anti Greta
Praticamente sconosciuta fino a due settimane fa, la Youtuber Naomi Seibt è oggetto di un’intensa copertura mediatica
Entro il 2100 diremo addio alle barriere coralline
Entro il 2100 diremo addio alle barriere coralline
Le simulazioni di un team di scienziati lascia poche speranze e lancia l’allarme: il vero nemico è il cambiamento climatico, o agiamo subito, o ci saranno conseguenze pesantissime
L’ipocrisia del Forum di Davos
L’ipocrisia del Forum di Davos
Un documento di Greenpeace ha messo in imbarazzo i partecipanti al World Economic Forum: sotto accusa banche, fondi pensioni e assicurazioni, che continuano a investire nei combustibili fossili in nome del profitto
Australia, arrestati 183 piromani
Australia, arrestati 183 piromani
Per il 70% sarebbero ragazzini: sono considerati responsabili dei 29 roghi che continuano a devastare diverse regioni. Polemiche anche sulle stime degli animali perduti, che qualcuno ipotizza possano essere 480 milioni di capi