Il gabbiano furbo soffia l'aragosta alla prof

| Una docente californiana nel Maine per turismo si compara un costoso panino ma mentre fa un foto un gabbiano, rapidissimo, la deruba. La foto è diventata virale. Lei: "La gente ha bisogno di sorridere, ho comprato un altro panino"

+ Miei preferiti
Alicia Jessop, 34enne professore di diritto dello sport della Pepperdine University in California aveva pianificato un viaggio in auto nel New England. E' riuscita a fotografare l'attimo in cui un gabbiano è riuscito a rubarle il prezioso sandwich a base d'aragosta (costo 21 dollari) che aveva appena acquistato in un celebre locale del Maine. "Ero davvero imbarazzata, in genere non faccio mai foto al cibo. Erp in piedi sulla riva del mare con vista sul faro. Venti secondi per l'inquadratura,  in modo da poter catturare il panino e il faro di Nubble sullo sfondo. Mentre scattava la foto, ha detto, ha sentito qualcosa fruscio nella sua mano. Pensava di aver lasciato cadere il rotolo di aragosta. "Fu allora che mi resi conto che il gabbiano era piombato dall'alto e non l'avevo nemmeno visto arrivare, è davvero intelligente e tutto è successo così in fretta". Alicia ha suvito acquistato un altro "roll" ma non immaginava che la sua sarebbe diventata virale. Ma si è seduta in un'area diversa per godersi quello che lei stessa ha detto essere "una delizia fantastica e che vale bene i soldi". Jessop ha detto che l'esperienza le ha dimostrato che "la gente ha solo bisogno di sorridere". 
Ambiente
Clima, le promesse dei potenti della Terra
Clima, le promesse dei potenti della Terra
Riuniti in modo virtuale ai tavoli del “Climate Ambition Summit”, rinnovano gli impegni nella lotta ai cambiamenti climatici. Biden annuncia il ritorno degli Stati Uniti
Singapore, via libera alla carne creata in laboratorio
Singapore, via libera alla carne creata in laboratorio
È il primo Paese al mondo ad autorizzare un prodotto nato dalla coltivazione in vitro di cellule animali. Secondo gli esperti, un settore che nei prossimi anni vivrà una crescita esponenziale
Australia, il novembre più caldo di sempre
Australia, il novembre più caldo di sempre
La colonnina di mercurio è salita ad oltre 40° di giorno scendendo a 30 di notte. La preoccupazione delle autorità, che temono nuovi e devastanti incendi
Il fiume sotto il ghiaccio della Groenlandia
Il fiume sotto il ghiaccio della Groenlandia
La più grande isola del mondo perde una quantità di ghiaccio enorme e ogni anno la situazione peggiora. Lungo una valle nel nord dell’isola dovrebbe scorrere un fiume il cui studio consentirà valutazioni più precise sul clima terrestre
Bezos: un fiume di denaro contro i cambiamenti climatici
Bezos: un fiume di denaro contro i cambiamenti climatici
Il fondatore di “Amazon” ha stanziato 791 milioni di dollari attraverso il “Bezos Hearth Found”, destinati a 16 Ong, scienziati e organizzazioni che si battono per proteggere il nostro pianeta
«L’Australia si prepari ad un futuro allarmante»
«L’Australia si prepari ad un futuro allarmante»
L’inchiesta scattata dopo la devastante stagione degli incendi spiega i motivi del disastro e raccomanda un’azione incisiva del Paese, soprattutto nella lotta ai cambiamenti climatici
14 milioni di tonnellate di microplastiche sul fondo dell’oceano
14 milioni di tonnellate di microplastiche sul fondo dell’oceano
È la stima – per difetto - di uno studio realizzato da un’equipe scientifica che ha individuato nelle profondità degli oceani quantità enormi di residui plastici che stanno uccidendo flora e fauna
La guerra mondiale della monnezza
La guerra mondiale della monnezza
È quella in corso fra Oriente e Occidente, puntellata da Paesi che rispediscono al mittente mercantili carichi di rifiuti pericolosi mescolati alla plastica da riciclare
L’inquietante verità sul riciclaggio della plastica
L’inquietante verità sul riciclaggio della plastica
Una bugia creata 50 anni fa dall’industria della plastica con il solo scopo di produrne di più. L’unica alternativa per fermare il soffocamento di mari e oceani è che chi ha invaso il pianeta, ci ripensi
Il pianeta tradito
Il pianeta tradito
Neanche uno degli obiettivi decennali della convenzione di Aichi del 2010 è stato raggiunto. È la denuncia di un rapporto delle Nazioni Unite, che lancia l’allarme: di questo passo, la nostra Terra non reggerà a lungo