L'onda verde sfiora (solo) l'Italia

| L'effetto Greta si traduce per i Verdi in 72 seggi europei contro i 52 precedenti. Francia, Germania, UK, Austria, Olanda, Svezia, tappe di una crescita a due zeri. E L'Italia? Non pervenuta

+ Miei preferiti

L’effetto dei cortei in tutta Europa di tempo ispirati da Greta si è tradotto in 72 seggi alle Europee contro i 32 precedenti. Un vento ambientalista che in Italia non s’è quasi sentito. Ma non è una novità. In Francia la lista Europe Ecologie Les Verts (EELV) guidata da Yannick Jadot è la terza forza politica nel Paese, con il 13,47%, e 13 seggi sui 73 che spettano a Parigi. In Germania i Verdi (Bundnis 90/Die Grunen) con il 20,8% hanno raddoppiato il risultato del 2014, sostituidendosi ai Social-democratici (SPD). "Questo è un Sunday for Future", ha detto il leader dei verdi, Sven Giegold. In Gran Bretagna, il Green Party raddoppia il suo precedente risultato, con il 12,4%, più forte dei Conservatori di Theresa May. In Svezia, patria di Greta, Verdi in aumento con il  il 9,5%; nei Paesi Bassi ottimo risultato per il Goelinks, con tre europarlamentari. In Austria Die Grunen ha raddoppiato i consensi (20,5%) e in Irlanda il candidato del Green Party, Ciaran Cuffe, ha totalizzato il 23% nella circoscrizione di Dublino, primo partito.

Candidati giovani, alcuni appena ventenni, molti tecnici di valore, specialisti di ambiente noti a livello mondiale. Una rivoluzione. Perché i Verdi non hanno apparati di partito, non hanno mesi per sostenere costose campagne pubblicitaria, non ha una gerarchia molto definita. 

Gli elettori europei, specie i più giovani, hanno dato una risposta concreta alla crisi climatica e ambientale con una scelta netta alle urne, consentendo all'onda verde di raggiungere l’Europarlamento. Forse definirlo trionfo, come hanno fatto molti media, pare eccessivo. Ma di certo è un segnale potente e significativo. Il Partito Popolare Europeo (PPE) e i social-democratici (SD) dovranno confrontarsi con loro, non solo pro forma. La 16enne svedese Greta Thunberg e i suoi 'Fridays For Future’ non sono stati vani, La lunga tournée europea, che ha sollevato ironie e polemiche, ha battuto anche lo scetticismo di molti. Lo sciopero globale, alla vigilia del voto, con 2260 cortei in 90 paesi nel mondo, per avvertire che si trattava di "elezioni climatiche. ”Siamo parte di un'onda verede europea, il segnale dei francesi è chiaro: l'ecologia sia al centro della nostra vita e del dibattito politico", spiega, a freddo, Jadot. Sarà la battaglia vera per il futuro. Di tutti.

 
Ambiente
I bounty killer dell’anidride carbonica
I bounty killer dell’anidride carbonica
Oltre a ridurre la produzione di CO2, le ultime tecnologie stanno sviluppando metodi per catturare i gas già prodotti e imprigionarli nelle profondità della Terra. E qualcuno sta già pensando di trasportarla nello spazio
Quando c’era solo il petrolio…
Quando c’era solo il petrolio…
Estati sempre più afose e torride, consumi energetici in crescita esponenziale, capacità di diversificare l’offerta produttiva ancora troppo basse. Che scenario geopolitico ci attende nei prossimi anni di transizione energetica?
India: troppo calda per sopravvivere
India: troppo calda per sopravvivere
Ondate di calore improvvise stanno mietendo centinaia di vittime, e le previsioni future sono allarmanti: nel giro di pochi anni, buona parte del territorio indiano potrebbe diventare inospitale per il genere umano
Giappone, vince la lobby dei balenieri
Giappone, vince la lobby dei balenieri
Dopo 30 anni di stop e di battute fatte passare per spedizioni scientifiche, riprende la caccia ai cetacei, nonostante le proteste degli ambientalisti. Saranno uccisi da qui a dicembre centinaia di balene
Le spiagge caraibiche invase da alghe
Le spiagge caraibiche invase da alghe
Miasmi insopportabili e cumuli di alghe in putrefazione sulla spiagge bianche del Messico tra Cancun e il Belize. Turisti in fuga e danni ingenti all'economia. Colpa dei cambi climatici e dei fertilizzanti agricoli finiti in mare
USA, la rivolta di 'Cancer City'
USA, la rivolta di
Gli abitanti di Reserve, Lousiana, la città con il più alto tasso di tumori e malattie per l'inquinamento di un'azienda chimica di proprietà giapponese, a Tokyo dai dirigenti dell'azienda. E il governatore è con loro
UE: salta l’accordo sulle emissioni zero
UE: salta l’accordo sulle emissioni zero
I paesi del blocco di Viségrad riescono ad affossare l’ambizioso progetto di portare il vecchio continente entro il 2050 a emissioni zero
India, milioni di persone senz'acqua
India, milioni di persone senz
Siccità e pozzi esauriti, la metropoli di Chennai nella morsa delle sete. Auto-cisterne e navi non bastano ad affrontare una drammatica emergenza sanitaria. I poveri non possono pagare l'acqua. Turismo ko. CNN: pericolo epidemie
Calabroni killer, allarme UK
Calabroni killer, allarme UK
Provengono dall'Asia e una sola puntura può provocare la morte. Segnalati in gran numero sull'isola di Jersey. Uccidono le api e alterano l'ecosistema. Favoriti dai cambi climatici
Lazorewy, l'apocalisse delle mosche
Lazorewy, l
Spaventoso fenomeno negli Urali dove alcuni paesi sono stati letteralmente invasi da milioni di mosche. Colpa di un agricoltore che ha usato fertilizzanti naturali causando un habitat ideale per la proliferazione degli insetti