La casa di plastica

| È stata realizzata utilizzando 600mila bottiglie di plastica: si trova in Canada, ed è un progetto sperimentale che forse potrebbe risolvere una piccola parte del problema dell’inquinamento

+ Miei preferiti
Per Joel German e David Saulnier non è stato semplice, ma sentivano forte il bisogno di fare qualcosa per il pianeta. I due, titolari della “JD Composites”, un’azienda di costruzioni, hanno studiato a lungo un progetto che ha richiesto sforzi ingegneristici non indifferenti, ma che apre nuovi orizzonti all’universo parallelo del riciclo.

L’idea di German e Saulnier ha preso forma in una villetta affacciata su uno spettacolare tratto del Meteghan River, località della costa della Nova Scotia, in Canada. Un edificio di un solo piano, realizzato utilizzando 600mila bottiglie di plastica riciclate e in questo modo tolte per sempre dal possibile inquinamento dei mari. Il punto di partenza del progetto è stato proprio la plastica delle bottiglie, che oltre ad essere capace di resistere per centinaia di anni, se utilizzata nel modo giusto garantisce isolamento, elasticità e un’enorme capacità di resistere anche ad un uragano tropicale di forte intensità.

All’interno non manca nulla: tre camere da letto, spazio living, cucina, bagni, tutto arredato seguendo uno stile forse un po’ freddino, in stila scandinavo, ma è una solo una questione di gusti. Al momento il progetto è solo un test, giusto per verificare se la pratica corrisponde alla teoria, ma tutto sembra funzionare come deve.

Galleria fotografica
La casa di plastica - immagine 1
La casa di plastica - immagine 2
La casa di plastica - immagine 3
La casa di plastica - immagine 4
Ambiente
2021, l’anno in cui sul clima si farà sul serio
2021, l’anno in cui sul clima si farà sul serio
È quello che auspica un nuovo rapporto delle Nazioni Unite sulla salute del pianeta: fra i suggerimenti quello di sfruttare l’anno della pandemia per un nuovo inizio
Risolto il mistero dei crateri siberiani
Risolto il mistero dei crateri siberiani
Secondo gli scienziati si tratterebbe di un anomalo accumulo di metano dovuto ai cambiamenti climatici che stanno interessando una zona ricca di permafrost. È un altro messaggio di allarme di un pianeta che sta morendo
John Kerry: il prossimo summit sul clima è l’ultima occasione
John Kerry: il prossimo summit sul clima è l’ultima occasione
L’inviato speciale per il clima del presidente Biden si dice pronto a fare la propria parte, mentre dalla Casa Bianca partivano altri ordini esecutivi in favore dell’ambiente
10 minuti di ricarica per 400 km di autonomia
10 minuti di ricarica per 400 km di autonomia
Una nuova batteria per auto elettriche ideata un team di scienziati della Penn State University, in America: ha peso, volume e costi molto bassi, perché possa diventare patrimonio dell’umanità e cambiare le sorti del pianeta
Clima, le promesse dei potenti della Terra
Clima, le promesse dei potenti della Terra
Riuniti in modo virtuale ai tavoli del “Climate Ambition Summit”, rinnovano gli impegni nella lotta ai cambiamenti climatici. Biden annuncia il ritorno degli Stati Uniti
Singapore, via libera alla carne creata in laboratorio
Singapore, via libera alla carne creata in laboratorio
È il primo Paese al mondo ad autorizzare un prodotto nato dalla coltivazione in vitro di cellule animali. Secondo gli esperti, un settore che nei prossimi anni vivrà una crescita esponenziale
Australia, il novembre più caldo di sempre
Australia, il novembre più caldo di sempre
La colonnina di mercurio è salita ad oltre 40° di giorno scendendo a 30 di notte. La preoccupazione delle autorità, che temono nuovi e devastanti incendi
Il fiume sotto il ghiaccio della Groenlandia
Il fiume sotto il ghiaccio della Groenlandia
La più grande isola del mondo perde una quantità di ghiaccio enorme e ogni anno la situazione peggiora. Lungo una valle nel nord dell’isola dovrebbe scorrere un fiume il cui studio consentirà valutazioni più precise sul clima terrestre
Bezos: un fiume di denaro contro i cambiamenti climatici
Bezos: un fiume di denaro contro i cambiamenti climatici
Il fondatore di “Amazon” ha stanziato 791 milioni di dollari attraverso il “Bezos Hearth Found”, destinati a 16 Ong, scienziati e organizzazioni che si battono per proteggere il nostro pianeta
«L’Australia si prepari ad un futuro allarmante»
«L’Australia si prepari ad un futuro allarmante»
L’inchiesta scattata dopo la devastante stagione degli incendi spiega i motivi del disastro e raccomanda un’azione incisiva del Paese, soprattutto nella lotta ai cambiamenti climatici