Lo stadio con la foresta al centro

| Si tratta di un’installazione artistica che ha preso possesso dell’impianto in cui gioca il Klagenfurt, in Austria. Il messaggio è ambientalista: se non reagiamo, un giorno la natura sarà costretta a sopravvivere in spazi recintati

+ Miei preferiti
Lo stadio di calcio “Wörthersee” di Klagenfurt, è stato trasformato in un magnifico bosco da un’installazione artistica realizzata da Klaus Littmann, un artista di origini svizzere. Il terreno di gioco, situato nei pressi del lago Wörthersee, in Carinzia, ha lasciato posto a circa 300 alberi, alcuni dei quali pesano fino a sei tonnellate.

“For Forest - The Unending Attraction of Nature”, che sarà inaugurata il prossimo 8 settembre, è stato ispirato da un disegno distopico realizzato più di 30 anni fa dall’artista e architetto austriaco Max Peintner: è composto da una vasta gamma di specie arboree come ontano, pioppo, salice, carpino, acero e quercia. L’accostamento degli imponenti alberi, che spuntano accanto alle tribune, al terreno e agli imponenti proiettori dello stadio è uno spettacolo di grande effetto.

Secondo Littmann, l’obiettivo è “sfidare la nostra percezione della natura e interrogarsi sul suo futuro” e simboleggia l’idea che quel che resta della natura “un giorno possa essere relegata soltanto in spazi ristretti”.

Sotto la supervisione della “Enea Landscape Architecture,” la visita al bosco è ad ingresso libero e sarà aperta ai visitatori tutti i giorni fino a fine ottobre.

Il Wörthersee è attualmente il terreno di casa della squadra austriaca del Klagenfurt, che ha accettato di giocare le partite casalinghe nel vicino stadio Karawankenblick per tutto il tempo dell’intervento artistico.

Al momento della chiusura, il bosco sarà ripiantato in un luogo pubblico vicino allo stadio come “scultura vivente”.

Klaus Littmann è noto per le sue installazioni innovative, tra cui una delle più recenti è il “Jardin des Planètes” di Basilea, in Svizzera.

Galleria fotografica
Lo stadio con la foresta al centro - immagine 1
Lo stadio con la foresta al centro - immagine 2
Lo stadio con la foresta al centro - immagine 3
Lo stadio con la foresta al centro - immagine 4
Lo stadio con la foresta al centro - immagine 5
Ambiente
Il giorno del Global Climate Change
Il giorno del Global Climate Change
Da Londra a New York, da Perth a Parigi, gli attivisti del clima daranno vita ad una manifestazione in quella che si prevede sarà la più grande giornata di proteste sul clima nella storia del pianeta. Li guida Greta Thunberg
Il cancro (anche) dall'acqua potabile
Il cancro (anche) dall
Una sconvolgente ricerca Usa rivela che in 100mila casi di cancro, nell'arco di una vita di 70 anni, un collegamento con l'acqua pubblica contaminata da sostanza cancerogene. Adottare subito i filtri già in commercio
Berlino vuole bloccare i Suv
Berlino vuole bloccare i Suv
In Germania, malgrado i marchi tedeschi facciano da padrone al mercato, crescono le proteste contro le integrali da città
Norvegia, il misterioso virus che uccide i cani
Norvegia, il misterioso virus che uccide i cani
Si è scatenato all’improvviso lo scorso weekend, e finora ha mietuto 25 cani, con altri 40 che si sospetta siano stati contagiati. Le autorità sanitare norvegesi al lavoro
Francia, 1.500 morti di caldo
Francia, 1.500 morti di caldo
Due ondate di calore intenso hanno provocato una strage durante l’estate. Le cifre dei decessi diffuse dal Ministero della Sanità francese
Bagnanti intossicati, mistero in UK
Bagnanti intossicati, mistero in UK
Accade sulle spiagge dell'Essex. Decine di persone con gli stessi sintomi: tosse e difficoltà respiratorie. Forse una fuga di carburante ma le autorità tacciono. L'intervento della Croce Rossa
Cinque giorni nella foresta, salvato da bacche e insetti
Cinque giorni nella foresta, salvato da bacche e insetti
L'avventura di un trekker 25enne che si è perso al confine tra Idaho e Montana. "Stavo per morire di freddo, ho scritto un messaggio sul telefono a mia moglie: 'Ti amo'"
Rapito da un grizzly, ucciso e divorato
Rapito da un grizzly, ucciso e divorato
Tragica fine di un tecnico del suono 44enne francese, cercava ispirazione per un documento-film sulla natura selvaggio del fiume Mackenzie. L'attacco mentre era in tenda, illesa la sua amica
A che ora è la fine del mondo?
A che ora è la fine del mondo?
Chi avrà ragione, l’ONU che considera i prossimi anni cruciali per la sopravvivenza del genere umano, o chi invece ritiene che il riscaldamento globale sia solo una fase transitoria vissuta dal nostro pianeta? Intanto il 2050 si avvicina…
Trump, cianuro per uccidere gli animali selvatici
Trump, cianuro per uccidere gli animali selvatici
L'amministrazione Usa autorizza di nuovo gli M-44, le "bombe al cianuro" per eliminare i selvatici che danneggiano le colture o si avvicinano troppo a case ed allevamenti. Ambientalisti sdegnati