Neri e latini più 'inquinati' dei bianchi

| Le condizioni socio-economiche espongono le comunità nere e latine Usa a condizioni ambientali assai peggiori della comunità bianca. Abitano in case vicine industriali, impianti energetici in periferie invase dai gas auto

+ Miei preferiti

I neri e gli ispanici USA sono esposti in modo sproporzionato all'inquinamento atmosferico causato principalmente dal comportamento dei consumatori dei bianchi negli Stati Uniti. I ricercatori lo chiamano "disuguaglianza di inquinamento" (l'iniquità riguarda le differenze ingiuste ed evitabili e quindi è diversa dall'ineguaglianza che può semplicemente descrivere i risultati diseguali). Lo raccanta il Guardian e altri media USA. L'esposizione all'inquinamento atmosferico è importante; è il maggiore fattore di rischio per la salute ambientale negli Stati Uniti, con un totale di circa 100,00 morti all'anno. A marzo, Christopher W Tessum e i suoi colleghi di ingegneri ed economisti hanno cercato di quantificare queste differenze in uno studio pubblicato negli Atti dell'Accademia Nazionale delle Scienze. Molte analisi di impatto ambientale si concentreranno su chi inala l'inquinamento (le comunità più povere, spesso situate vicino alle centrali a carbone) o altri emettitori (le centrali elettriche o le fabbriche stesse) piuttosto che guardare ai singoli consumatori che richiedono i prodotti che producono le emissioni. Questo studio ha adottato un approccio diverso studiando il consumo personale, dal consumo agricolo all'uso di veicoli diesel.

Il team ha scoperto che i bianchi e le persone di altre razze hanno un'esposizione all'inquinamento atmosferico inferiore di circa il 17% rispetto a quella causata dal loro consumo. I neri e gli ispanici inalano rispettivamente il 56% e il 63% di esposizione in eccesso rispetto al loro consumo. I ricercatori hanno misurato il particolato fine (descritto come PM2.5), che sono piccole particelle più strette di un capello umano che possono essere facilmente inalate che si depositano in profondità nei polmoni. Le particelle possono causare problemi cardiovascolari, aggravare condizioni preesistenti come l'asma e aumentare la mortalità per cancro, ictus e malattie cardiache. Negli ultimi anni, queste emissioni negli Stati Uniti sono diminuite grazie in parte alle regole dell'aria pulita, ma le disuguaglianze rimangono.

 

Ambiente
Norvegia, il misterioso virus che uccide i cani
Norvegia, il misterioso virus che uccide i cani
Si è scatenato all’improvviso lo scorso weekend, e finora ha mietuto 25 cani, con altri 40 che si sospetta siano stati contagiati. Le autorità sanitare norvegesi al lavoro
Francia, 1.500 morti di caldo
Francia, 1.500 morti di caldo
Due ondate di calore intenso hanno provocato una strage durante l’estate. Le cifre dei decessi diffuse dal Ministero della Sanità francese
Bagnanti intossicati, mistero in UK
Bagnanti intossicati, mistero in UK
Accade sulle spiagge dell'Essex. Decine di persone con gli stessi sintomi: tosse e difficoltà respiratorie. Forse una fuga di carburante ma le autorità tacciono. L'intervento della Croce Rossa
Cinque giorni nella foresta, salvato da bacche e insetti
Cinque giorni nella foresta, salvato da bacche e insetti
L'avventura di un trekker 25enne che si è perso al confine tra Idaho e Montana. "Stavo per morire di freddo, ho scritto un messaggio sul telefono a mia moglie: 'Ti amo'"
Rapito da un grizzly, ucciso e divorato
Rapito da un grizzly, ucciso e divorato
Tragica fine di un tecnico del suono 44enne francese, cercava ispirazione per un documento-film sulla natura selvaggio del fiume Mackenzie. L'attacco mentre era in tenda, illesa la sua amica
A che ora è la fine del mondo?
A che ora è la fine del mondo?
Chi avrà ragione, l’ONU che considera i prossimi anni cruciali per la sopravvivenza del genere umano, o chi invece ritiene che il riscaldamento globale sia solo una fase transitoria vissuta dal nostro pianeta? Intanto il 2050 si avvicina…
Trump, cianuro per uccidere gli animali selvatici
Trump, cianuro per uccidere gli animali selvatici
L'amministrazione Usa autorizza di nuovo gli M-44, le "bombe al cianuro" per eliminare i selvatici che danneggiano le colture o si avvicinano troppo a case ed allevamenti. Ambientalisti sdegnati
Brucia Siberia brucia
Brucia Siberia brucia
Milioni di ettari di bosco in cenere, intossicati gli abitanti di Novosibirsk. Roghi innescati da fulmini e dal caldo eccezionale di giugno. Stato d'emergenza, arriva l'Esercito. Ma la colpa può essere anche dei cambiamenti climatici
Clima: un disastro a settimana
Clima: un disastro a settimana
Il cambiamento climatico in atto è il più grave e globale nella storia dell’umanità. Lo sanno bene alle Nazioni Unite che registrano un sempre maggior numero di disastri naturali. E come se non bastasse, altre minacce arrivano dallo spazio
Greta: niente aereo, meglio la barca a vela
Greta: niente aereo, meglio la barca a vela
L'ambientalista-simbolo va a New York sulla barca a vela di Pierre Casiraghi, con pannelli solari e nessuna "fonte inquinante" per partecipare al vertice mondiale sul clima