Oxy Pure, il cocktail bar all’ossigeno

| Ha aperto da poco a Nuova Delhi, la metropoli più inquinata del pianeta: al posto degli alcolici si può scegliere fra aromi diversi e fantasiosi per 15 minuti di ossigeno puro

+ Miei preferiti
È stata definita la “più affollata camera a gas del mondo”, lo sanno bene i 22 milioni di persone che abitano nell’area metropolitana di Nuova Delhi, la seconda più popolosa dell’India dopo Bombay e la prima al mondo in cui il comune distribuisce ogni anno milioni di maschere antigas. Nulla di esagerato: uscire di casa o aprire le finestre al mattino per cambiare l’aria significa rischiare malattie polmonari gravissime. Ed è proprio in queste settimane che l’aria di Nuova Delhi è diventata più irrespirabile del solito, con l’indicatore che misura i veleni nell’aria costantemente fermo sopra quota 480. Per capire cosa significhi è sufficiente sapere che a 500 scatta l’emergenza sanitaria, con programmi di protezione per bambini, anziani e persone convalescenti, scuole e uffici chiusi e invito alla popolazione di non uscire.

In un disastro ambientale senza precedenti, che preoccupa il mondo intero, c’è però chi ha intravisto la possibilità di creare un business, ma anche di dare una mano ai propri concittadini a rischio asfissia. Si chiamano Aryavir Kumar e Margarita Kuritsyna, 26 anni lui, 25 lei, e da qualche settimana hanno inaugurato quello che sta diventando il locale più affollato di New Delhi: l’Oxy Pure. Un “oxygen bar” che in realtà non è una novità, ma una delle declinazioni olistiche in voga in altre parti del mondo, dove però ha un valore ben diverso da quello della città indiana.

Nell’Oxy Pure i cocktail come negroni, margarita e mojito lasciano il posto agli aromi che al costo di 400 rupie (4 euro circa) per 15 minuti di sessione, chiunque può scegliere fra lavanda, vaniglia, pepe, menta, arancia, amarena, cannella o spezie aromatiche. “Gli abitanti di New Delhi sono abituati a respirare soltanto il 21% di ossigeno, mentre i nostri trattamenti hanno il potere di rimuovere i radicali liberi, neutralizzare le tossine e distruggere i batteri anaerobici: è provato che l’ossigenoterapia allevia i disturbi della fatica, quelli del sonno, gli effetti dell’alcol ed è utile anche contro la depressione. Ogni giorno ospitiamo fra 30 e 40 persone che sentono il bisogno di respirare, e da qualche tempo siamo anche in grado di fornire lattine portatili da utilizzare a piacere”.

Un successo che ha spinto i due giovani imprenditori a creare una start-up che prevede l’apertura di angoli di ossigeno puro all’interno di locali pubblici, palestre, stazioni ferroviarie, aeroporti e fermate della metropolitana. Luoghi dove chiunque possa concedersi 15 minuti di aria pura, ossigenare i polmoni e poi affrontare l’aria nefasta della metropoli.

Ambiente
Cala l’inquinamento, ma durerà poco
Cala l’inquinamento, ma durerà poco
Il lockdown di quest’anno sarà come 10 secondi di rubinetti chiusi in una vasca piena d’acqua, avvertono gli esperti, che si aspettano un ritorno alla normalità pericoloso per il riscaldamento globale
Il pianeta respira
Il pianeta respira
Durante il blocco del coronavirus, l’inquinamento atmosferico è sceso a livelli senza precedenti nelle principali città del mondo
USA, dove l’aria è sempre più irrespirabile
USA, dove l’aria è sempre più irrespirabile
Lo dice o “State of the Air”, un report che illustra chiaramente quanto il cambiamento climatico e le politiche ambientali non efficaci stiano minando l’esistenza di milioni di americani
Coronavirus Vs. inquinamento
Coronavirus Vs. inquinamento
Conclusa la prima ondata di infezioni in Cina. Il nostro governo blocca gli spostamenti privati al di fuori dei comuni di residenza. Forse esiste un legame tra il virus e i gruppi sanguigni. Il lockdown sta migliorando la qualità dell’aria
Dalla Germania arriva l’anti Greta
Dalla Germania arriva l’anti Greta
Praticamente sconosciuta fino a due settimane fa, la Youtuber Naomi Seibt è oggetto di un’intensa copertura mediatica
Entro il 2100 diremo addio alle barriere coralline
Entro il 2100 diremo addio alle barriere coralline
Le simulazioni di un team di scienziati lascia poche speranze e lancia l’allarme: il vero nemico è il cambiamento climatico, o agiamo subito, o ci saranno conseguenze pesantissime
L’ipocrisia del Forum di Davos
L’ipocrisia del Forum di Davos
Un documento di Greenpeace ha messo in imbarazzo i partecipanti al World Economic Forum: sotto accusa banche, fondi pensioni e assicurazioni, che continuano a investire nei combustibili fossili in nome del profitto
Australia, arrestati 183 piromani
Australia, arrestati 183 piromani
Per il 70% sarebbero ragazzini: sono considerati responsabili dei 29 roghi che continuano a devastare diverse regioni. Polemiche anche sulle stime degli animali perduti, che qualcuno ipotizza possano essere 480 milioni di capi
L’Australia brucia
L’Australia brucia
Centinaia di roghi, favoriti da temperature elevatissime, sono ormai troppo estesi per sperare di essere domati. Si attendono le piogge, che non arriveranno prima di fine gennaio. Per gli esperti avranno un grane impatto sulla biodiversità
La California vieta l’acquisto di auto inquinanti
La California vieta l’acquisto di auto inquinanti
Con una norma che suona come una battaglia politica, il Golden State annuncia che non acquisterà auto dai marchi che si sono schierati con Trump sulle emissioni