Oxy Pure, il cocktail bar all’ossigeno

| Ha aperto da poco a Nuova Delhi, la metropoli più inquinata del pianeta: al posto degli alcolici si può scegliere fra aromi diversi e fantasiosi per 15 minuti di ossigeno puro

+ Miei preferiti
È stata definita la “più affollata camera a gas del mondo”, lo sanno bene i 22 milioni di persone che abitano nell’area metropolitana di Nuova Delhi, la seconda più popolosa dell’India dopo Bombay e la prima al mondo in cui il comune distribuisce ogni anno milioni di maschere antigas. Nulla di esagerato: uscire di casa o aprire le finestre al mattino per cambiare l’aria significa rischiare malattie polmonari gravissime. Ed è proprio in queste settimane che l’aria di Nuova Delhi è diventata più irrespirabile del solito, con l’indicatore che misura i veleni nell’aria costantemente fermo sopra quota 480. Per capire cosa significhi è sufficiente sapere che a 500 scatta l’emergenza sanitaria, con programmi di protezione per bambini, anziani e persone convalescenti, scuole e uffici chiusi e invito alla popolazione di non uscire.

In un disastro ambientale senza precedenti, che preoccupa il mondo intero, c’è però chi ha intravisto la possibilità di creare un business, ma anche di dare una mano ai propri concittadini a rischio asfissia. Si chiamano Aryavir Kumar e Margarita Kuritsyna, 26 anni lui, 25 lei, e da qualche settimana hanno inaugurato quello che sta diventando il locale più affollato di New Delhi: l’Oxy Pure. Un “oxygen bar” che in realtà non è una novità, ma una delle declinazioni olistiche in voga in altre parti del mondo, dove però ha un valore ben diverso da quello della città indiana.

Nell’Oxy Pure i cocktail come negroni, margarita e mojito lasciano il posto agli aromi che al costo di 400 rupie (4 euro circa) per 15 minuti di sessione, chiunque può scegliere fra lavanda, vaniglia, pepe, menta, arancia, amarena, cannella o spezie aromatiche. “Gli abitanti di New Delhi sono abituati a respirare soltanto il 21% di ossigeno, mentre i nostri trattamenti hanno il potere di rimuovere i radicali liberi, neutralizzare le tossine e distruggere i batteri anaerobici: è provato che l’ossigenoterapia allevia i disturbi della fatica, quelli del sonno, gli effetti dell’alcol ed è utile anche contro la depressione. Ogni giorno ospitiamo fra 30 e 40 persone che sentono il bisogno di respirare, e da qualche tempo siamo anche in grado di fornire lattine portatili da utilizzare a piacere”.

Un successo che ha spinto i due giovani imprenditori a creare una start-up che prevede l’apertura di angoli di ossigeno puro all’interno di locali pubblici, palestre, stazioni ferroviarie, aeroporti e fermate della metropolitana. Luoghi dove chiunque possa concedersi 15 minuti di aria pura, ossigenare i polmoni e poi affrontare l’aria nefasta della metropoli.

Ambiente
14 milioni di tonnellate di microplastiche sul fondo dell’oceano
14 milioni di tonnellate di microplastiche sul fondo dell’oceano
È la stima – per difetto - di uno studio realizzato da un’equipe scientifica che ha individuato nelle profondità degli oceani quantità enormi di residui plastici che stanno uccidendo flora e fauna
La guerra mondiale della monnezza
La guerra mondiale della monnezza
È quella in corso fra Oriente e Occidente, puntellata da Paesi che rispediscono al mittente mercantili carichi di rifiuti pericolosi mescolati alla plastica da riciclare
L’inquietante verità sul riciclaggio della plastica
L’inquietante verità sul riciclaggio della plastica
Una bugia creata 50 anni fa dall’industria della plastica con il solo scopo di produrne di più. L’unica alternativa per fermare il soffocamento di mari e oceani è che chi ha invaso il pianeta, ci ripensi
Il pianeta tradito
Il pianeta tradito
Neanche uno degli obiettivi decennali della convenzione di Aichi del 2010 è stato raggiunto. È la denuncia di un rapporto delle Nazioni Unite, che lancia l’allarme: di questo passo, la nostra Terra non reggerà a lungo
Cinque cicloni tropicali si aggirano nell’Oceano Atlantico
Cinque cicloni tropicali si aggirano nell’Oceano Atlantico
È la seconda volta nella storia che si registrano contemporaneamente così tanti fenomeni climatici di forte intensità, e almeno tre preoccupano le coste americane
Il rogo della West Coast
Il rogo della West Coast
California, Oregon e stato di Washington sono da giorni alle prese con incendi resi indomabili da caldo e vento. Oltre mezzo milione di persone evacuate e 11 morti il bilancio provvisorio
Nella UE 630mila morti all’anno per inquinamento
Nella UE 630mila morti all’anno per inquinamento
Il rapporto dell’Agenzia Europea per l’Ambiente, sottolinea che si fa ancora troppo poco diminuire un numero altissimo di vittime silenziose. Le soluzioni? Drastiche, ma necessarie
Nella Death Valley la temperatura più alta mai registrata
Nella Death Valley la temperatura più alta mai registrata
A Furnace Creek, nel cuore della celebre depressione del deserto del Mojave, toccati i 57° C: mai così caldo da quando esistono le misurazioni. Ed è allarme dai climatologi: andrà sempre peggio
Si è spezzata in due la petroliera che minacciava le Mauritius
Si è spezzata in due la petroliera che minacciava le Mauritius
Le autorità dichiarano il disastro ambientale: a rischio il delicato ecosistema di un vero paradiso terrestre
Groenlandia: il punto del non ritorno
Groenlandia: il punto del non ritorno
Secondo uno studio recente, la calotta di ghiaccio dell’isola del nord Atlantico si sarebbe ormai sciolta in modo irreparabile. E le conseguenze arriveranno a breve