Russia, in prigione anche le balene

| Un centinaio di esemplari tenute prigionieri in mare in piccoli recinti, forse pronte per essere vendute ai parchi acquatici cinesi o nel marcato nero. Ma il governo russo ordina: "Liberatele"

+ Miei preferiti

I pubblici ministeri russi stanno esaminando se la detenzione in mare di 100 balene sia per scopi commerciali illegali. Gli esemplari catturati sono detenuti in piccoli recinti affollati in un cosiddetto "carcere di balene" al largo delle coste della Russia, dove attendono sospette vendite per parchi a tema cinesi. Accade nelle acque della città di Nakhodka nel Sud-est russo e gli animali potrebbero essere uccisi per destinarli alle tavole giapponesi o venduti al mercato nero. Gli animalisti sono insorti, ma Afalina LLC, una delle quattro società di cattura, ha dichiarato che presto gli animali  tenuti nel carcere delle balene saranno liberati, sulla base della raccomandazione degli scienziati e della leadership del paese. "Tutte le nostre azioni sono finalizzate all'adempimento delle istruzioni del Presidente della Russia (Putin): le aziende sono in buona fede", ha detto Alexey Reshetov, direttore di Afalina. A sua volta, il Ministero delle risorse naturali russo ha dichiarato che la posizione sul rilascio di animali tenuti nella "prigione delle balene" rimane invariata: devono essere rilasciate orche e belene beluga.

Ambiente
Le Mauritius rischiano il disastro ambientale
Le Mauritius rischiano il disastro ambientale
Si teme che la petroliera giapponese “MV Wakashio” possa spezzarsi, minando per sempre le coste del paradisiaco arcipelago nell’Oceano Indiano
Il futuro del mondo in un ghiacciaio
Il futuro del mondo in un ghiacciaio
Lo scioglimento di una piattaforma dell’Antartide potrebbe provocare un drammatico innalzamento del livello del mare nel giro di poche centinaia d’anni, provocando danni inimmaginabili alla nostra civiltà
Il polo che si squaglia
Il polo che si squaglia
I climatologi stanno lanciando l'allarme sugli effetti negativi che il riscaldamento delle aree artiche può avere: lo scioglimento del permafrost potrebbe provocare l’immissione in atmosfera di metano che provoca l’effetto serra
Il silenzio del mondo
Il silenzio del mondo
Mesi di lockdown hanno ridotto drasticamente i rumori emessi dall’attività umana. Gli esperti insistono: il silenzio è una lezione che dovremmo aver imparato, una forma di inquinamento troppo sottovalutata
Cala l’inquinamento, ma durerà poco
Cala l’inquinamento, ma durerà poco
Il lockdown di quest’anno sarà come 10 secondi di rubinetti chiusi in una vasca piena d’acqua, avvertono gli esperti, che si aspettano un ritorno alla normalità pericoloso per il riscaldamento globale
Il pianeta respira
Il pianeta respira
Durante il blocco del coronavirus, l’inquinamento atmosferico è sceso a livelli senza precedenti nelle principali città del mondo
USA, dove l’aria è sempre più irrespirabile
USA, dove l’aria è sempre più irrespirabile
Lo dice o “State of the Air”, un report che illustra chiaramente quanto il cambiamento climatico e le politiche ambientali non efficaci stiano minando l’esistenza di milioni di americani
Coronavirus Vs. inquinamento
Coronavirus Vs. inquinamento
Conclusa la prima ondata di infezioni in Cina. Il nostro governo blocca gli spostamenti privati al di fuori dei comuni di residenza. Forse esiste un legame tra il virus e i gruppi sanguigni. Il lockdown sta migliorando la qualità dell’aria
Dalla Germania arriva l’anti Greta
Dalla Germania arriva l’anti Greta
Praticamente sconosciuta fino a due settimane fa, la Youtuber Naomi Seibt è oggetto di un’intensa copertura mediatica
Entro il 2100 diremo addio alle barriere coralline
Entro il 2100 diremo addio alle barriere coralline
Le simulazioni di un team di scienziati lascia poche speranze e lancia l’allarme: il vero nemico è il cambiamento climatico, o agiamo subito, o ci saranno conseguenze pesantissime