Sarà un’estate torrida

| Le previsioni degli esperti parlano di un’ondata di caldo africano già da maggio: il fenomeno potrebbe attenuarsi solo a settembre, con il rischio di fenomeni violenti

+ Miei preferiti
Prepariamoci: secondo le previsioni dei metereologi, quest’anno l’estate potrebbe iniziare in netto anticipo rispetto al calendario. Secondo il portale meteo.it, uno dei più consultati, si parla di temperature ben al di sopra della media addirittura dal mese di maggio, con afa persistente.

L’ondata di caldo in arrivo dal deserto africano dovrebbe iniziare dalla parte meridionale della penisola, Sicilia, Sardegna, Calabria e Puglia, con 30 gradi segnalati dalla colonnina di mercurio già dall’ultima settimana di maggio. Il caldo sarebbe ovviamente accompagnato da un alto grado di umidità nell’aria, che alzerà anche il fastidioso effetto dell’afa. Al nord Italia dovrebbe toccare pochi giorni dopo, agli inizi di giugno. Ma il dato preoccupante è che l’impennata sarà improvvisa, capace di passare nel giro di poche ore a temperature torride che potrebbero toccare i 33-34 gradi su buona parte della penisola.

La situazione proseguirà per i mesi di luglio e agosto, con picchi record di 44-45 gradi al sud e 40 sulla Pianura Padana, per attenuarsi solo fra la metà di agosto e le prime settimane di settembre. Ma non sarà comunque semplice: l’arrivo di improvvise correnti più fredde potrebbero sfociare in eventi climatici come alluvioni o violente grandinate.

Ambiente
10 minuti di ricarica per 400 km di autonomia
10 minuti di ricarica per 400 km di autonomia
Una nuova batteria per auto elettriche ideata un team di scienziati della Penn State University, in America: ha peso, volume e costi molto bassi, perché possa diventare patrimonio dell’umanità e cambiare le sorti del pianeta
Clima, le promesse dei potenti della Terra
Clima, le promesse dei potenti della Terra
Riuniti in modo virtuale ai tavoli del “Climate Ambition Summit”, rinnovano gli impegni nella lotta ai cambiamenti climatici. Biden annuncia il ritorno degli Stati Uniti
Singapore, via libera alla carne creata in laboratorio
Singapore, via libera alla carne creata in laboratorio
È il primo Paese al mondo ad autorizzare un prodotto nato dalla coltivazione in vitro di cellule animali. Secondo gli esperti, un settore che nei prossimi anni vivrà una crescita esponenziale
Australia, il novembre più caldo di sempre
Australia, il novembre più caldo di sempre
La colonnina di mercurio è salita ad oltre 40° di giorno scendendo a 30 di notte. La preoccupazione delle autorità, che temono nuovi e devastanti incendi
Il fiume sotto il ghiaccio della Groenlandia
Il fiume sotto il ghiaccio della Groenlandia
La più grande isola del mondo perde una quantità di ghiaccio enorme e ogni anno la situazione peggiora. Lungo una valle nel nord dell’isola dovrebbe scorrere un fiume il cui studio consentirà valutazioni più precise sul clima terrestre
Bezos: un fiume di denaro contro i cambiamenti climatici
Bezos: un fiume di denaro contro i cambiamenti climatici
Il fondatore di “Amazon” ha stanziato 791 milioni di dollari attraverso il “Bezos Hearth Found”, destinati a 16 Ong, scienziati e organizzazioni che si battono per proteggere il nostro pianeta
«L’Australia si prepari ad un futuro allarmante»
«L’Australia si prepari ad un futuro allarmante»
L’inchiesta scattata dopo la devastante stagione degli incendi spiega i motivi del disastro e raccomanda un’azione incisiva del Paese, soprattutto nella lotta ai cambiamenti climatici
14 milioni di tonnellate di microplastiche sul fondo dell’oceano
14 milioni di tonnellate di microplastiche sul fondo dell’oceano
È la stima – per difetto - di uno studio realizzato da un’equipe scientifica che ha individuato nelle profondità degli oceani quantità enormi di residui plastici che stanno uccidendo flora e fauna
La guerra mondiale della monnezza
La guerra mondiale della monnezza
È quella in corso fra Oriente e Occidente, puntellata da Paesi che rispediscono al mittente mercantili carichi di rifiuti pericolosi mescolati alla plastica da riciclare
L’inquietante verità sul riciclaggio della plastica
L’inquietante verità sul riciclaggio della plastica
Una bugia creata 50 anni fa dall’industria della plastica con il solo scopo di produrne di più. L’unica alternativa per fermare il soffocamento di mari e oceani è che chi ha invaso il pianeta, ci ripensi