Cani, 'occhi tristi' per farsi amici con gli umani

| Gli studiosi hanno scoperto l'esistenza di alcuni musei facciali, non presenti nel lupo, frutto di un'evoluzione di miglaia di anni. Servono a creare un effetto per sollecitare gli uomini a prendersi cura di loro

+ Miei preferiti

I cani più evoluti utilizzando la mimica degli occhi di un cucciolo in apparenza triste, riescono ad interagire meglio con gli esseri umani, secondo uno studio reso pubblico dall’Indipendent. “Quando i cani assumono sul particolare atteggiamento, sembra suscitare negli esseri umani un forte desiderio di prendersi cura di loro, l’hanno capito e lo fanno abitualmente”, dice la dottoressa Juliane Kaminski. E’ l’effetto degli “occhi tristi”: il movimento del sopracciglio interiore innesca una risposta conseguente negli esseri umani.

Durante il training, i cani hanno sviluppato un muscolo facciale che permette loro di sollevare la parte interna delle sopracciglia, dando loro l’effetto "occhi tristi". I lupi non hanno questo muscolo e l'unica specie di cani senza di esso è il husky siberiano, una delle razze più antiche. Gli scienziati dell'Università di Portsmouth hanno condotto lo studio confrontando l'anatomia e il comportamento dei cani, che furono addomesticati per la prima volta ancora quando erano lupi, 33.000 anni fa. Hanno scoperto che la muscolatura facciale dei lupi e dei cani era simile, tranne che sopra gli occhi. I cani hanno una solida struttura muscolare intorno agli occhi, mentre i lupi hanno solo un "ammasso irregolare di fibre". 

Gli scienziati affermano che il movimento di innalzamento degli occhi innesca una risposta precisa negli esseri umani perché fa apparire gli occhi dei cani più grandi, più infantili e che assomiglia anche a un movimento che gli esseri umani producono quando sono tristi. Lo studio ha confrontato l'anatomia facciale di quattro lupi selvatici e sei cani domestici. I ricercatori hanno anche effettuato un'analisi del comportamento di nove lupi e 27 cani da rifugio. 

La psicologa Juliane Kaminski, che ha guidato la ricerca pubblicata sulla rivista americana PNAS, ha detto: "La prova è convincente, i cani hanno sviluppato un muscolo per sollevare il sopracciglio interno dopo che sono stati addomesticati dai lupi. I risultati suggeriscono che le sopracciglia espressive nei cani possono essere il risultato di preferenze inconsce dell'uomo che hanno influenzato la selezione durante l'addomesticamento.

Il volto umano si è evoluto per aiutarci a comunicare le emozioni, dicono gli scienziati, ”Quando i cani fanno il movimento, sembra suscitare nell'uomo un forte desiderio di prendersi cura di loro. Questo darebbe ai cani che muovono le sopracciglia più un vantaggio di selezione rispetto agli altri e rafforzerebbe il tratto degli "occhi di cane cucciolo" per le generazioni future”. Il dottor Kaminski ha aggiunto che il movimento delle sopracciglia crea "l'illusione di una comunicazione umana”. Le sue ricerche precedenti hanno dimostrato che i cani muovevano le sopracciglia molto di più quando gli esseri umani li guardavano.

La professoressa Anne Burrows, anatomista capo della Duquesne University di Pittsburgh, co-autore del nuovo articolo, ha detto: "per determinare se questo movimento del sopracciglio è il risultato dell'evoluzione, abbiamo confrontato l'anatomia facciale e il comportamento di queste due specie e abbiamo trovato che il muscolo che permette il sollevamento del sopracciglio nei cani era, nei lupi, un gruppo di fibre scarso e irregolare. "Il movimento interno del sopracciglio sollevato nei cani è guidato da un muscolo che non esiste costantemente nel parente più vicino, il lupo. ”Questa è una differenza sorprendente per le specie separate solo 33.000 anni fa e pensiamo che i rapidi cambiamenti muscolari facciali possono essere direttamente collegati alla maggiore interazione sociale dei cani con gli esseri umani”. L'anatomista Adam Hartstone-Rose della North Carolina State University ha detto: "Questi muscoli sono così sottili che si può letteralmente vedere attraverso di loro - eppure il movimento che consentono sembra avere un effetto così potente che sembra essere stato sotto un sostanziale passaggio evolutivo. "È davvero notevole che queste semplici differenze nell'espressione facciale possano aver contribuito a definire il rapporto tra i primi cani e gli esseri umani". 

 
Animalia
Tennessee, arrivano i “meth-gator”
Tennessee, arrivano i “meth-gator”
Le autorità mettono in guardia: gettare negli scarichi droghe come la metanfetamina può provocare danni ad animali molto pericolosi come gli alligatori
Australia, strage di uccelli
Australia, strage di uccelli
Precipitano al suolo perdendo sangue: inspiegabili i motivi, ma per le ong ambientaliste si tratta di avvelenamento
Medusa gigante al largo della Cornovaglia
Medusa gigante al largo della Cornovaglia
Una biologa marina si è imbattuta in un esemplare lungo quanto lei stessa. È allarme su tutta la costa della Cornovaglia
Olanda, suicidio di massa dei topi
Olanda, suicidio di massa dei topi
Centinaia di ratti si lanciano nel vuoto dal ponte dell’acquedotto di un piccolo villaggio rurale olandese. Un fenomeno al momento inspiegabile
Uomo-mummia prigioniero dell'orso
Uomo-mummia prigioniero dell
Un russo è rimasto un mese, con la spina dorsale spezzata, nella tana di un orso che voleva mangiarlo durante il letargo. E' accaduto nella regione di Tuva. E' in condizioni critiche, salvato dai cani dei cacciatori
Strage di cavalli, corse sotto accusa
Strage di cavalli, corse sotto accusa
30 cavalli morti in pochi mesi in un circuito di Santa Ana, Sud California, ora indaga la procura di Los Angeles. Sottoposti a sforzi massacranti, gli animali si feriscono e vengono uccisi. In pericolo uno degli sport più seguiti
Il grande lupo di 40mila anni fa
Il grande lupo di 40mila anni fa
La teste perfettamente conservata è emersa dagli ghiacci siberiani, nella regione di Yakituia. Rispetto al lupo attuale, era grande più del doppio
La cacciatrice e la giraffa
La cacciatrice e la giraffa
Le foto di una delle sue prede più recenti sono diventate virali, trasformandola nell’epicentro di insulti e maledizioni. Ma lei non ha alcuna intenzione di mollare: “Adoro andare a caccia”
Primati accecati e uccisi in nome della scienza
Primati accecati e uccisi in nome della scienza
Fa discutere il progetto Lightup delle Università di Torino e Parma. Per studiare la cecità da trauma, 4 o 6 macachi accecati e, dopo 5 anni, finite le sperimentazioni, uccisi. Appello Lav: "Ministra Grillo, ferma i ricercatori"
Dipinge il cane di rosso, rapper sotto accusa
Dipinge il cane di rosso, rapper sotto accusa
Valee, artista della scena hip-hop di Chicago, ha diffuso delle immagini del suo Chihuahua dipinto di rosso, scatenando le reazioni degli animalisti