Florida, in arrivo 750 milioni di zanzare geneticamente modificate

| Saranno distribuite nelle Keys, al sud del Paese, per tentare di controllare la diffusione dell’aegypti Aedes, la zanzara della febbre gialla

+ Miei preferiti
Fra il 2021 e l’anno successivo, 750 milioni di zanzare geneticamente modificate saranno diffuse nelle Florida Keys. Fra mille polemiche, il piano ha ricevuto l’approvazione definitiva delle autorità locali, malgrado l’obiezione dei residenti e di una coalizione di gruppi ambientalisti.

“Con tutte le crisi urgenti che il nostro Paese e la Florida stanno affrontando - la pandemia, la questione razziale e il cambiamento climatico – l’amministrazione ha usato il denaro pubblico per un esperimento degno di Jurassic Park - ha tuonato Jaydee Hanson, direttore politico dell’International Center for Technology Assessment and Center for Food Safety – e cosa potrebbe andare storto? In realtà non lo sappiamo, perché l’EPA si è rifiutata di analizzare seriamente i rischi ambientali”.

Approvato dall’Agenzia per la protezione dell'ambiente a maggio, il progetto pilota è stato ideato per testare se una zanzara geneticamente modificata rappresenti una valida alternativa all’irrorazione di insetticidi per controllare la pericolosa presenza dell’aegypti Aedes, una specie di zanzara che diffonde malattie mortali come la Zika, la dengue, la chikungunya e la febbre gialla.

La zanzara, chiamata “OX5034”, è stata modificata in laboratorio per produrre prole femmina destinata a morire allo stadio larvale, ben prima di schiudersi e diffondere le malattie. Solo la zanzara femmina succhia il sangue, di cui ha bisogno per far maturare le uova: i maschi si nutrono solo di nettare, e non sono portatori di malattie.

Secondo “Oxitec”, l’azienda britannica che ha sviluppato l’organismo geneticamente modificato, la zanzara sarà testata nella contea di Harris, in Texas, a partire dal prossimo anno. “Si tratta di uno sviluppo entusiasmante perché rappresenta il lavoro di centinaia di persone in diversi paesi che vogliono proteggere le comunità dalle malattie trasmesse dalle zanzare”, ha commentato il CEO di Oxitec Grey Frandsen.

Nel 2009 e nel 2010, diversi focolai locali di febbre dengue hanno costretto le autorità di controllo degli insetti della Florida a cercare disperatamente nuove opzioni, dopo decenni di sforzi inutili e del tutto inefficaci e costosi. Anche se l’Aedes aegypti rappresenta solo l’1% della popolazione di zanzare, per combatterla il Florida Keys Mosquito Control stanzia in genere più di un milione di dollari all'anno, un decimo dei suoi finanziamenti totali. Nel 2012, il distretto ha chiesto aiuto alla Oxitec, azienda che ha sviluppato una zanzara maschio di nome OX513A, programmata per morire prima dell'età adulta, a meno di non crescere in acqua che contiene l’antibiotico tetraciclina. Migliaia di esemplari di OX513A sterile saranno libere di vivere e accoppiarsi, ma i loro figli – sia maschi che femmine - erediteranno la programmazione stabilita in laboratorio, limitando la crescita della popolazione.

OX513A era stato testato sul campo nelle Isole Cayman, a Panama e in Brasile con grande successo: un test realizzato in un’area urbana di una città brasiliana ha ridotto la presenza dell’Aedes aegypti del 95%.

Ma quando nelle Florida Keys si è sparsa la voce che la zanzara era in arrivo, la reazione della gente è stata tutt’altro che entusiasta: ad oggi, oltre 240mila persone hanno firmato una petizione chiedendo di abolire il progetto. “Diffondere zanzare geneticamente modificate metterà inutilmente a rischio gli abitanti, l’ambiente e le specie a rischio nel bel mezzo di una pandemia”, ha aggiunto Dana Perls, responsabile del programma alimentare e tecnologico “Friends of the Earth”.

Galleria fotografica
Florida, in arrivo 750 milioni di zanzare geneticamente modificate - immagine 1
Animalia
Inghilterra: 5 pappagalli molto maleducati
Inghilterra: 5 pappagalli molto maleducati
Avevano preso l’abitudine di offendere i visitatori di passaggio: la direzione del “Lincolnshire Wildlife Park” ha deciso di dividerli, anche se nessuno si è mai lamentato
Australia, corsa contro il tempo per salvare 270 balene
Australia, corsa contro il tempo per salvare 270 balene
Si sono arenate su due spiagge della Tasmania, zona dove il fenomeno è abituale, ma mai in numero così alto. Le operazioni di salvataggio dureranno diversi giorni
Spagna, le orche attaccano le imbarcazioni
Spagna, le orche attaccano le imbarcazioni
Sono ormai diversi, i casi di barche aggredite da gruppi di grandi mammiferi marini: il fenomeno si concentra nelle acque fra Spagna e Portogallo. Per gli esperti sono agguati assai anomali
Botswana, la misteriosa strage di elefanti
Botswana, la misteriosa strage di elefanti
Oltre 360 esemplari trovati senza vita, e altri che vagavano in apparente stato confusionale. Mentre sono in corso le analisi sui campioni, sembra esclusa l’ipotesi bracconaggio e quella di un avvelenamento dei pozzi d’acqua
Toronto, strage di cuccioli in aeroporto
Toronto, strage di cuccioli in aeroporto
Circa 500 cuccioli di boxer francesi stivati nella stiva di un aereo ucraino: 38 erano morti, gli altri presentavano segni di disidratazione e debolezza
Ucciso Rafiki, la star dei gorilla ugandesi
Ucciso Rafiki, la star dei gorilla ugandesi
Abituato al contatto con l’uomo, guidava un branco di 17 esemplari di cui ora si teme la sorte. I bracconieri catturati dopo una lunga indagine, rischiano l'ergastolo
UK, dove uccidere Bambi costa 80 euro
UK, dove uccidere Bambi costa 80 euro
A prezzi stracciatissimi, i cacciatori inglesi possono scegliere l’animale da uccidere per pochi euro. In rete è un fiorire di agenzie che offrono tour e pacchetti per tutte le tasche, e nel Regno Unito è polemica
Hudson, il falco che spiava la CIA
Hudson, il falco che spiava la CIA
Una strana vicenda mai chiarita: un falco si è piazzato per mesi nello stesso punto nel quartier generale dei servizi segreti americani. Poi è svanito
Uccisi tre puma: hanno mangiato resti umani
Uccisi tre puma: hanno mangiato resti umani
In un percorso escursionistico in Arizona, tre leoni di montagna hanno fatto scempio del cadavere di un turista. Gli animali sono stati abbattuti: “Potevano attaccare di nuovo”
Nepal, la più grande strage di animali al mondo
Nepal, la più grande strage di animali al mondo
Si svolge in questi giorni la Gadhimai, un’antichissima festa del popolo Madheshi in cui decine di migliaia di animali vengono sacrificati ad una dea