I cani clone di Barbra Streisand

| Poco prima della morte della sua amatissima Sammy, l’artista ha fatto prelevare il Dna per poterla clonare. Le reazioni del mondo intero, non proprio confortanti

+ Miei preferiti
Nel maggio del 2017, dopo 14 anni di vita insieme, moriva Sammy, l’amatissimo Coton de Tuléar di Barbra Streisand, un cane di piccola taglia da compagnia originario del Madagascar dotato di un carattere estremamente affettuoso.

Per la grande artista americana, vincitrice di 2 Oscar, 10 Grammy e 5 Emmy, un dolore insopportabile. Lo scorso anno, l’annuncio di aver fatto clonare Sammy attraverso il prelievo del Dna effettuato poco prima della morte, seguito in questi giorni della primissime immagini di un esperimento genetico che ha sconvolto il mondo. La Streisand, che per il capriccio sembra aver sborsato più di 100mila dollari, ha fatto “debuttare” su Instagram Miss Scarlet e Miss Violet, ritratti insieme a Miss Fanny, cugina di Sammy. Tre cagnolini da cui l’attrice non si separa mai, e che regolarmente porta sulla tomba della defunta perché in loro viva il perenne ricordo della capostipite.

Le reazioni del web, disparate, in ordine sparso e per nulla piacevoli: da chi lo definisce grottesco a chi lo trova un esperimento aberrante. Sul caso si è mossa perfino la “PETA” (People for Ethical Treatment of Animals), che non ha nascosto i propri dubbi sulla clonazione: “Tutti noi vorremmo che i nostri animali vivessero per sempre, ma anche se la clonazione può sembrare un’ottima soluzione, in realtà non porta a questo: crea un essere vivente che ha solo le caratteristiche fisiche dell’originale. La personalità degli animali e la loro essenza, che li rende così speciali, purtroppo non possono essere replicate”.

Galleria fotografica
I cani clone di Barbra Streisand - immagine 1
I cani clone di Barbra Streisand - immagine 2
I cani clone di Barbra Streisand - immagine 3
Animalia
Il caso del senatore negazionista che vive in una villa protetta
Il caso del senatore negazionista che vive in una villa protetta
Il senatore della Georgia David Perdue è da sempre convinto che il cambiamento climatico sia una bufala, ma la comunità in cui vive spende ogni anno milioni di dollari per proteggere gli abitanti dai rischi che lui non vede
La Nuova Zelanda vota l’uccello dell’anno
La Nuova Zelanda vota l’uccello dell’anno
Nato 15 anni fa come un concorso naturalistico per salvaguardare le specie in via di estinzione, si è trasformato in una questione che divide il Paese in modo netto
Inghilterra: 5 pappagalli molto maleducati
Inghilterra: 5 pappagalli molto maleducati
Avevano preso l’abitudine di offendere i visitatori di passaggio: la direzione del “Lincolnshire Wildlife Park” ha deciso di dividerli, anche se nessuno si è mai lamentato
Australia, corsa contro il tempo per salvare 270 balene
Australia, corsa contro il tempo per salvare 270 balene
Si sono arenate su due spiagge della Tasmania, zona dove il fenomeno è abituale, ma mai in numero così alto. Le operazioni di salvataggio dureranno diversi giorni
Spagna, le orche attaccano le imbarcazioni
Spagna, le orche attaccano le imbarcazioni
Sono ormai diversi, i casi di barche aggredite da gruppi di grandi mammiferi marini: il fenomeno si concentra nelle acque fra Spagna e Portogallo. Per gli esperti sono agguati assai anomali
Florida, in arrivo 750 milioni di zanzare geneticamente modificate
Florida, in arrivo 750 milioni di zanzare geneticamente modificate
Saranno distribuite nelle Keys, al sud del Paese, per tentare di controllare la diffusione dell’aegypti Aedes, la zanzara della febbre gialla
Botswana, la misteriosa strage di elefanti
Botswana, la misteriosa strage di elefanti
Oltre 360 esemplari trovati senza vita, e altri che vagavano in apparente stato confusionale. Mentre sono in corso le analisi sui campioni, sembra esclusa l’ipotesi bracconaggio e quella di un avvelenamento dei pozzi d’acqua
Toronto, strage di cuccioli in aeroporto
Toronto, strage di cuccioli in aeroporto
Circa 500 cuccioli di boxer francesi stivati nella stiva di un aereo ucraino: 38 erano morti, gli altri presentavano segni di disidratazione e debolezza
Ucciso Rafiki, la star dei gorilla ugandesi
Ucciso Rafiki, la star dei gorilla ugandesi
Abituato al contatto con l’uomo, guidava un branco di 17 esemplari di cui ora si teme la sorte. I bracconieri catturati dopo una lunga indagine, rischiano l'ergastolo
UK, dove uccidere Bambi costa 80 euro
UK, dove uccidere Bambi costa 80 euro
A prezzi stracciatissimi, i cacciatori inglesi possono scegliere l’animale da uccidere per pochi euro. In rete è un fiorire di agenzie che offrono tour e pacchetti per tutte le tasche, e nel Regno Unito è polemica