La cacciatrice e la giraffa

| Le foto di una delle sue prede più recenti sono diventate virali, trasformandola nell’epicentro di insulti e maledizioni. Ma lei non ha alcuna intenzione di mollare: “Adoro andare a caccia”

+ Miei preferiti
Le foto delle sue imprese sono diventate virali, trasformando lei stessa nel bersaglio degli animalisti di tutto il mondo, che le augurano di fare la stessa fine delle sue prede. Ma per Tess Tanley, una donna americana appassionata di caccia grossa, sono parole che neanche la sfiorano: “Sono orgogliosa di quel che faccio”. Una delle sue peggiori imprese risale all’estate del 2017 in Sud Africa, quando Tessa ha ucciso di un bellissimo esemplare di giraffa, la cui testa è finita per adornare il salotto di casa sua, insieme ad un gran numero di cuscini realizzati con il manto maculato del povero animale. Foto che hanno suscitato indignazione in tutto il mondo, dopo che Tess ha condiviso gli scatti sui social media, ma che non le hanno fatto cambiare idea. Nel corso di un’intervista, ha dichiarato di essere “prossima a nuovi safari”.

“Il mio è un hobby, qualcosa che adoro fare”, ha affermato sicura, aggiungendo che l’uccisione della giraffa era in realtà autorizzata da un programma di abbattimento selettivo, ideato per gestire la quantità di fauna selvatica in un’area precisa. “Sono orgogliosa di quella giraffa, è uno dei miei trofei preferiti”.

Nessuno rimorso? Le ha chiesto l’intervistatore: “Tutti pensano che la parte più facile sia premere il grilletto. Ma non è così, quella è la parte più difficile. Nei cacciatori c’è un profondo rispetto per l’animale che si sta per abbattere, perché sappiamo cosa sta per capitargli. Ma è la natura: sono qui per noi. Li uccidiamo e li mangiamo da millenni”.

Quando le è stato chiesto perché, se le interessava soprattutto la conservazione, non fosse meglio devolvere del denaro per la protezione degli animali, Talley ha risposto che “preferisco fare quello che amo, piuttosto che dare una somma di denaro e non sapere dove finirà. In più, la conservazione non fa per me: è una scienza difficile ed io non sono una conservatrice, sono una cacciatrice”.

Quando le è stato chiesto della foto trofeo accanto alla giraffa, Talley ha ricordato che “Le foto sono una tradizione dei cacciatori nata molto prima dei social media. Ma dal loro avvento, sono diventate un problema”.

Galleria fotografica
La cacciatrice e la giraffa - immagine 1
La cacciatrice e la giraffa - immagine 2
La cacciatrice e la giraffa - immagine 3
La cacciatrice e la giraffa - immagine 4
La cacciatrice e la giraffa - immagine 5
La cacciatrice e la giraffa - immagine 6
La cacciatrice e la giraffa - immagine 7
Animalia
Inghilterra: 5 pappagalli molto maleducati
Inghilterra: 5 pappagalli molto maleducati
Avevano preso l’abitudine di offendere i visitatori di passaggio: la direzione del “Lincolnshire Wildlife Park” ha deciso di dividerli, anche se nessuno si è mai lamentato
Australia, corsa contro il tempo per salvare 270 balene
Australia, corsa contro il tempo per salvare 270 balene
Si sono arenate su due spiagge della Tasmania, zona dove il fenomeno è abituale, ma mai in numero così alto. Le operazioni di salvataggio dureranno diversi giorni
Spagna, le orche attaccano le imbarcazioni
Spagna, le orche attaccano le imbarcazioni
Sono ormai diversi, i casi di barche aggredite da gruppi di grandi mammiferi marini: il fenomeno si concentra nelle acque fra Spagna e Portogallo. Per gli esperti sono agguati assai anomali
Florida, in arrivo 750 milioni di zanzare geneticamente modificate
Florida, in arrivo 750 milioni di zanzare geneticamente modificate
Saranno distribuite nelle Keys, al sud del Paese, per tentare di controllare la diffusione dell’aegypti Aedes, la zanzara della febbre gialla
Botswana, la misteriosa strage di elefanti
Botswana, la misteriosa strage di elefanti
Oltre 360 esemplari trovati senza vita, e altri che vagavano in apparente stato confusionale. Mentre sono in corso le analisi sui campioni, sembra esclusa l’ipotesi bracconaggio e quella di un avvelenamento dei pozzi d’acqua
Toronto, strage di cuccioli in aeroporto
Toronto, strage di cuccioli in aeroporto
Circa 500 cuccioli di boxer francesi stivati nella stiva di un aereo ucraino: 38 erano morti, gli altri presentavano segni di disidratazione e debolezza
Ucciso Rafiki, la star dei gorilla ugandesi
Ucciso Rafiki, la star dei gorilla ugandesi
Abituato al contatto con l’uomo, guidava un branco di 17 esemplari di cui ora si teme la sorte. I bracconieri catturati dopo una lunga indagine, rischiano l'ergastolo
UK, dove uccidere Bambi costa 80 euro
UK, dove uccidere Bambi costa 80 euro
A prezzi stracciatissimi, i cacciatori inglesi possono scegliere l’animale da uccidere per pochi euro. In rete è un fiorire di agenzie che offrono tour e pacchetti per tutte le tasche, e nel Regno Unito è polemica
Hudson, il falco che spiava la CIA
Hudson, il falco che spiava la CIA
Una strana vicenda mai chiarita: un falco si è piazzato per mesi nello stesso punto nel quartier generale dei servizi segreti americani. Poi è svanito
Uccisi tre puma: hanno mangiato resti umani
Uccisi tre puma: hanno mangiato resti umani
In un percorso escursionistico in Arizona, tre leoni di montagna hanno fatto scempio del cadavere di un turista. Gli animali sono stati abbattuti: “Potevano attaccare di nuovo”