"Senti cane, vuoi un altro schiaffo?"

| Dog sitter inglese condannata da un giudice: non potrà più occuparsi di cani per 3 anni. I proprietari di un boxer l'hanno ripresa mentre lo picchiava senza motivo. Lei: "Ho sbagliato, sono pentita, non mi ubbidiva"

+ Miei preferiti

Alla dog-sister sarà vietato custodire per tre anni gli animali perché è stata videoregistrata mentre picchiava un boxer affidatole da un cliente senza rendersi conto che veniva ripresa dalla telecamera. Lo ha deciso un giudice di Leds. L’inglese Jacqueline Wilkins, 46 anni, ha colpito ripetutamente Bella (nella foto), un boxer di tre anni, senza alcuna ragione. I proprietari avevano installato la telecamera nel loro salotto per monitorare i loro due cani durante le assenze per lavoro. Wilkins è stata ripresa mentre colpiva Bella due volte dietro al collo con la mano destra quando il cane non riusciva stare fermo mentre lei gli toglieva la pettorina. Gridava "non stai facendo quello che ti viene detto, vero?" e "vuoi un altro schiaffo?".

I proprietari di Bella, Gary Hirtsch, 39 anni, e Louise Williams, 32 anni, hanno controllato il filmato dopo aver notato un cambiamento nel comportamento del loro animale domestico lo scorso febbraio e hanno riferito l'incidente alla polizia veterinaria. "Sono rimasto scioccato quando ho visto per la prima volta il filmato perché non è qualcosa di cui avrei pensato di dovermi preoccupare da qualcuno che dovrebbe amare i cani”, ha detto durante il processo. Sono contento che abbiamo avuto giustizia per Bella non meritava di essere trattata così. La coppia aveva assunto Wilkins quando la signorina Williams si era rotta un polso e non era stata più in grado di occuparsi dei cani. Il procuratore Andrew Davidson ha detto: 'Quello che si vede nei video è un inutile e violento trattamento, non c'è una ragione per usare questo tipo di comportamento per disciplinare un cane".

Wilkins ha ammesso “di avere sbagliato”. Bella ha mostrato cambiamenti nel suo comportamento. La dog sitter ha messo di avere vissuto un "momento di follia" e non si sentiva di disciplinare Bella in quel momento e riconosceva che il suo comportamento era sbagliato. Si dichiara "completamente pentita" delle sue azioni.

Animalia
Tennessee, arrivano i “meth-gator”
Tennessee, arrivano i “meth-gator”
Le autorità mettono in guardia: gettare negli scarichi droghe come la metanfetamina può provocare danni ad animali molto pericolosi come gli alligatori
Australia, strage di uccelli
Australia, strage di uccelli
Precipitano al suolo perdendo sangue: inspiegabili i motivi, ma per le ong ambientaliste si tratta di avvelenamento
Medusa gigante al largo della Cornovaglia
Medusa gigante al largo della Cornovaglia
Una biologa marina si è imbattuta in un esemplare lungo quanto lei stessa. È allarme su tutta la costa della Cornovaglia
Olanda, suicidio di massa dei topi
Olanda, suicidio di massa dei topi
Centinaia di ratti si lanciano nel vuoto dal ponte dell’acquedotto di un piccolo villaggio rurale olandese. Un fenomeno al momento inspiegabile
Uomo-mummia prigioniero dell'orso
Uomo-mummia prigioniero dell
Un russo è rimasto un mese, con la spina dorsale spezzata, nella tana di un orso che voleva mangiarlo durante il letargo. E' accaduto nella regione di Tuva. E' in condizioni critiche, salvato dai cani dei cacciatori
Strage di cavalli, corse sotto accusa
Strage di cavalli, corse sotto accusa
30 cavalli morti in pochi mesi in un circuito di Santa Ana, Sud California, ora indaga la procura di Los Angeles. Sottoposti a sforzi massacranti, gli animali si feriscono e vengono uccisi. In pericolo uno degli sport più seguiti
Cani, 'occhi tristi' per farsi amici con gli umani
Cani,
Gli studiosi hanno scoperto l'esistenza di alcuni musei facciali, non presenti nel lupo, frutto di un'evoluzione di miglaia di anni. Servono a creare un effetto per sollecitare gli uomini a prendersi cura di loro
Il grande lupo di 40mila anni fa
Il grande lupo di 40mila anni fa
La teste perfettamente conservata è emersa dagli ghiacci siberiani, nella regione di Yakituia. Rispetto al lupo attuale, era grande più del doppio
La cacciatrice e la giraffa
La cacciatrice e la giraffa
Le foto di una delle sue prede più recenti sono diventate virali, trasformandola nell’epicentro di insulti e maledizioni. Ma lei non ha alcuna intenzione di mollare: “Adoro andare a caccia”
Primati accecati e uccisi in nome della scienza
Primati accecati e uccisi in nome della scienza
Fa discutere il progetto Lightup delle Università di Torino e Parma. Per studiare la cecità da trauma, 4 o 6 macachi accecati e, dopo 5 anni, finite le sperimentazioni, uccisi. Appello Lav: "Ministra Grillo, ferma i ricercatori"