Tali e quali: i cani e i loro padroni

| Un fotografo inglese ha fissato l’incredibile somiglianza di alcuni rappresentanti del genere umano e dei loro fedeli amici. Una teoria supportata da studi scientifici

+ Miei preferiti
Più che una gallery di foto artistiche, per Gerrard Gethings si tratta di un esperimento sociale. Fotografo specializzato nei ritratti agli animali, classe 1970, inglese di Wigan, nel Lancashire, il suo ultimo sforzo l’ha intitolato “Do you like you dog?”, spingendo sull’acceleratore per dimostrare una teoria evoluzionistica comunque non nuova: a forza di stare insieme, cani e perdoni finiscono per somigliarsi. A supporto della teoria è arrivata anche una ricerca della California University basata sul “principio della familiarità”, l’istinto recondito che spinge a scegliere ciò che ci somiglia per restare nel recinto di una soffice confort zone mentale.

Che poi, a rendere la somiglianza evidente sia l’ego smisurato dei padroni è evidente, ma tant’è.

Il prossimo 10 settembre, il progetto si tradurrà in un libro fotografico e in un gioco, una sorta di “Memory” in cui divertirsi a scovare il cane giusto per ogni personaggio.

In mezzo, un campionario di materiale umano e razze canine quanto mai pittoresco e variegato.

Galleria fotografica
Tali e quali: i cani e i loro padroni - immagine 1
Tali e quali: i cani e i loro padroni - immagine 2
Tali e quali: i cani e i loro padroni - immagine 3
Tali e quali: i cani e i loro padroni - immagine 4
Tali e quali: i cani e i loro padroni - immagine 5
Tali e quali: i cani e i loro padroni - immagine 6
Tali e quali: i cani e i loro padroni - immagine 7
Animalia
Fa uccide il cane per seppellirlo con lei
Fa uccide il cane per seppellirlo con lei
Una donna ha lasciato precise indicazioni testamentarie sulle sorte della propria cagnetta: dev’essere soppressa, cremata e le ceneri sistemate nella bara
Bennie, il mostro del Garda
Bennie, il mostro del Garda
Un esemplare di pesce siluro di m120 kg catturato nelle acque del Lago di Garda da Jeremy Wade, star di “River Monster”
Minnesota: il gattile degli orrori
Minnesota: il gattile degli orrori
All’interno del “Minnesota Animal Rescue” di Farmington, la polizia e i veterinari hanno rivenuto un vero cimitero di gatti, quasi certamente morti di fame. Gli altri animali erano in stato di completo abbandono
Muore dissanguato per un morso del suo cane
Muore dissanguato per un morso del suo cane
Tiago, un cane di razza Corso, ha morso all’avambraccio il padrone recidendogli l’arteria omerale. Poco dopo ha tentato di aggredire anche la moglie dell'uomo, che è riuscita a difendersi
Un memory day per l'amato coccodrillo
Un memory day per l
Un bracconiere ha ucciso Bismark, un coccodrillo 80enne mansueto e mascotte della comunità australiana di Cardwell, in Australia. "Un'uccisione inutile e stupida", dicono gli etologi. Il dolore dei residenti
Traffico di migliaia di cuccioli
Traffico di migliaia di cuccioli
Continua l'import illegale di cani di razza dall'Est, gli ultimi arresti a Rimini. Sgominata una gang collegata ad allevamenti in Slovacchia. Enci: "Ci costituiremo parte civile contro i responsabili"
Attaccato da un puma, lo strangola
Attaccato da un puma, lo strangola
Paurosa avventura di un runner in Colorado. Aggredito alle spalle da un giovane esemplare di leone di montagna che lo ha ferito, s'è difeso con le sole mani e lo ha soffocato. I responsabili del parco: "Fatta la cosa giusta"
Wimbledon, il serial killer dei cani
Wimbledon, il serial killer dei cani
È caccia aperta al misterioso avvelenatore che semina pezzi di carne infetta nei giardini del sobborgo londinese. Diverse vittime
Centinaia di cani uccisi nel canile-modello
Centinaia di cani uccisi nel canile-modello
Scandalo in Corea nel centro-rifugio di cani che prometteva di mantenere in vita tutti i randagi accolti, senza mai ricorrere all'eutanasia. Invece sono stati eliminati centinaia di quattro zampe. Dipendenti in lacrime
Mare di plastica, collare-frisbee per foche
Mare di plastica, collare-frisbee per foche
Le foche fotografate a Norfolk e altrove con strani collari, anche un frisbee fucsia, sono simbolo del degrado ambientale. Molti esemplari sono morti soffocati o feriti dai rifiuti abbandonati in mare