Celebrando Nuvolari

| Settima edizione di "Artisti per Nuvolari", la mostra dedicata al “mantovano volante”: in 51 hanno scelto di celebrare il leggendario “Nivola” con altrettante opere, realizzate con tecniche miste

+ Miei preferiti
Dal 15 settembre al 13 ottobre 2019, “Casa Museo Sartori” di Castel d’Ario (Mantova), ospiterà la settima edizione della rassegna “Artisti per Nuvolari”. La mostra - nata da un’idea di Adalberto Sartori, curata da Arianna Sartori e patrocinata dall’Automotoclub Storico Italiano - presenta le opere che 51 artisti di tutta Italia hanno dedicato al grande Tazio Nuvolari, il “mantovano volante”. Il mito del “Nivola” rivive nei dipinti realizzati con le tecniche più disparate - pitture ad olio, acrilico, tecnica mista, acquerello, disegno – ma anche nelle fotografie, nelle sculture in terracotta, ceramica, pietra, ferro e bronzo.

Quello di Tazio Nuvolari è un nome che fa subito accelerare i battiti del cuore: scatena le emozioni legate alle imprese umane più estreme, delle quali “Nivola” è stato indiscusso protagonista nella prima metà del secolo scorso. Come per tutte le figure assurte alla mitologia, anche quella esile e minuta di Tazio Nuvolari è ben presto entrata nel lessico artistico, in tutte le sue forme: dalle più elevate a quelle più “pop”, come la musica e il cinema. E così il “mantovano volante” è conosciuto da tutte le generazioni, non solo in Italia.

Tazio Nuvolari fa parte dell’immaginario collettivo come simbolo italiano positivo e vincente che ha unito, come scrisse Gabriele D’Annunzio, “il coraggio alla poesia”. L’arte prevale e diventa cultura, conoscenza e scoperta. In quest’ambito si muove anche l’Automotoclub Storico Italiano, come ente votato alla diffusione della cultura motoristica nel senso più esteso: iniziative come “Artisti per Nuvolari” rappresentano lo strumento di collegamento perfetto tra il motorismo storico e il grande pubblico, danno eco alla passione, diffondono valori.

 “Il vasto mondo del collezionismo che ASI rappresenta – sottolinea Alberto Scuro, presidente dell’Automotoclub Storico Italiano - è fatto di ‘macchine’, ma tutte esprimono un indissolubile legame con l’Uomo: quello che ha progettato, quello che ha posseduto, quello che ha portato le ‘macchine’ al successo. Come ha fatto Nuvolari. L’Uomo è, e rimarrà, sempre al centro della scena, tanto più quando è così speciale come Tazio Nuvolari”.

Galleria fotografica
Celebrando Nuvolari - immagine 1
Celebrando Nuvolari - immagine 2
Celebrando Nuvolari - immagine 3
Arte News
Toulouse-Lautrec, il nobile bohémienne
Toulouse-Lautrec, il nobile bohémienne
Una mostra ospitata alla Villa Reale di Monza ripercorre la vita, la carriera e i tormenti dell’artista che più di ogni altro è riuscito a diventare il simbolo della Parigi di fine Ottocento
Basquiat, l'Angelo Maledetto torna a Torino
Basquiat, l
Un quadro valutato dai 20 ai 25 milioni di dollari e recuperato dal proprietario, lo skipper Sergio Rossi. Una storia complicata
Delphi Lux, il cinema con doppio spettacolo
Delphi Lux, il cinema con doppio spettacolo
Ha aperto a Berlino un cinema in cui ogni sala è un’opera d’arte, molte ispirate a maestri del cinema. Colori decisi e installazioni a Led rendono l’attesa del film un piacere
L'arte vola nello spazio con Elon Musk
L
L'artista Trevor Paglen ha creato "Orbital Reflector", sarà come un museo ai margini dell'universo. Progetto del 2015. Il prototipo è già nel Nevada Museum of Art. Lancio con il Falcon9, razzo creato da Musk
Mosca e New York, Venezia nel cuore
Mosca e New York, Venezia nel cuore
Al Metropolitan le celebrazione del 500°anniversario della nascita del Tintoretto, al museo Puskhin di Mosca la rassegna "Da Tiepolo a Canaletto a Guardi". Le date
Firenze, il codice Leicester di Leonardo
Firenze, il codice Leicester di Leonardo
Grande spazio per le celebrazioni leonardiane, affreschi, quadri e viaggio nella chiedere quattrocentesche
Le fantasy coffin di Paa Joe
Le fantasy coffin di Paa Joe
Bare dalle forme più strane, realizzate sulla base delle passioni o del lavoro del defunto. Da cinquant’anni, un artigiano ghanese è considerato il massimo artista dell’ultimo viaggio
Trio di artisti iraniani alle Ogr
Trio di artisti iraniani alle Ogr
Sino al 30 settembre nelle Officine Grandi Riparazioni di Torino gli artisti Ramin Haerizadeh, Rokni Haerizadeh ed Hesam Rahmanian
Soulages, il più grande dei pittori viventi
Soulages, il più grande dei pittori viventi
L'artista nato in Occitania nel 1919 celebrato in Svizzera ha una storia alle spalle da brividi. Il profeta del Tachisme ha attraversato indenne guerre e continenti. "I quadri guardano noi"
We love New York
We love New York
La Grande Mela vista attraverso l’obiettivo di un fotografo innamorato della sua città