Street photography alla Fondazione Sozzani

| Una mostra celebra i primi dieci anni di attività di Alex Prager, regista e fotografa californiana

+ Miei preferiti
La “Fondazione Sozzani” presenta per la prima volta in Italia la mostra “Silver Lake Drive” in cui la fotografa e regista Alex Prager riunisce dieci anni di lavoro. La mostra è curata da Nathalie Herschdorfer, direttore del Musée des Beaux-Arts Le Locle, in Svizzera. 

L’opera di Prager è cinematografica e trae ispirazione da ciò che la circonda, dalle esperienze personali, dalla street photography, dalla cultura pop e dai film. Applica una serie di elementi stilistici che richiamano i film noir, i thriller, il melodramma e i polizieschi. Le donne sono spesso le protagoniste del suo lavoro, guidate dall’emotività. Attraverso l’uso di colori saturi e di un immaginario vagamente familiare, Prager è in grado di ricreare un proprio mondo originale in cui esplora temi oscuri in modo seducente e inquietante. 

Le sue radici nascono dalla tradizione fotografica di William Eggleston, Diane Arbus e Cindy Sherman, maestri nell’arte di “congelare” un indefinibile momento del quotidiano.
 Le sue fotografie possono essere viste come narrazioni di un singolo fotogramma che catturano storie enigmatiche definite entro i limiti della cornice. 

Los Angeles, dove Alex Prager è nata, è al tempo stesso l’ispirazione e lo sfondo per molte delle sue opere, come “Polyester” (2007), “Week-end” (2010) e “Compulsion” (2012). Benché le sue immagini sembrino catturare istanti fugaci, sono in realtà precedute da un laborioso processo di produzione. Per il film “Face in the Crowd” (2013), ad esempio, la Prager ha impiegato una squadra di più di 150 persone, oltre a 350 comparse e a una collezione di oggetti di scena che l’artista ha raccolto per dodici anni. 

Il suo film “La Grande Sortie”, è composto da fotografie e immagini di film girati sullo sfondo dell’Opera Bastille a Parigi. La serie conduce lo spettatore in un viaggio attraverso le emozioni che l’étoile (Émilie Cozette) percepisce durante la danza – da una fermezza stoica iniziale al panico. Il film è un omaggio a una realtà allo stesso tempo comune e immaginaria, sempre inerente al cinema e al teatro. 

Alex Prager è nata a Los Angeles nel 1979, la sua carriera è iniziata dopo che la sua opera è stata esposta nella mostra MoMA “New Photography”, nel 2010. Sue mostre personali sono state presentate in numerosi musei e gallerie in tutto il mondo e le sue foto pubblicate da magazine internazionali.


INFO PRATICHE

Alex Prager - Silver Lake Drive

15 settembre 2019 – 6 gennaio 2020

Corso Como 10 - Milano

A cura di: Nathalie Herschdorfer. 
In collaborazione con Musée des Beaux-Arts Le Locle

Orari: tutti i giorni 10:30/19.30. Mercoledì e giovedì 10:30/21.

Internet: www.fondazionesozzani.org

Galleria fotografica
Street photography alla Fondazione Sozzani - immagine 1
Street photography alla Fondazione Sozzani - immagine 2
Street photography alla Fondazione Sozzani - immagine 3
Street photography alla Fondazione Sozzani - immagine 4
Street photography alla Fondazione Sozzani - immagine 5
Street photography alla Fondazione Sozzani - immagine 6
Street photography alla Fondazione Sozzani - immagine 7
Street photography alla Fondazione Sozzani - immagine 8
Arte News
Banksy, un mistero senza copyright
Banksy, un mistero senza copyright
L’ufficio europeo per la proprietà intellettuale ha deciso che le opere comparse in tutto il mondo non possono esse del misterioso artista proprio per via della scelta di rimanere anonimo
Toulouse-Lautrec, il nobile bohémienne
Toulouse-Lautrec, il nobile bohémienne
Una mostra ospitata alla Villa Reale di Monza ripercorre la vita, la carriera e i tormenti dell’artista che più di ogni altro è riuscito a diventare il simbolo della Parigi di fine Ottocento
Basquiat, l'Angelo Maledetto torna a Torino
Basquiat, l
Un quadro valutato dai 20 ai 25 milioni di dollari e recuperato dal proprietario, lo skipper Sergio Rossi. Una storia complicata
Delphi Lux, il cinema con doppio spettacolo
Delphi Lux, il cinema con doppio spettacolo
Ha aperto a Berlino un cinema in cui ogni sala è un’opera d’arte, molte ispirate a maestri del cinema. Colori decisi e installazioni a Led rendono l’attesa del film un piacere
L'arte vola nello spazio con Elon Musk
L
L'artista Trevor Paglen ha creato "Orbital Reflector", sarà come un museo ai margini dell'universo. Progetto del 2015. Il prototipo è già nel Nevada Museum of Art. Lancio con il Falcon9, razzo creato da Musk
Mosca e New York, Venezia nel cuore
Mosca e New York, Venezia nel cuore
Al Metropolitan le celebrazione del 500°anniversario della nascita del Tintoretto, al museo Puskhin di Mosca la rassegna "Da Tiepolo a Canaletto a Guardi". Le date
Firenze, il codice Leicester di Leonardo
Firenze, il codice Leicester di Leonardo
Grande spazio per le celebrazioni leonardiane, affreschi, quadri e viaggio nella chiedere quattrocentesche
Le fantasy coffin di Paa Joe
Le fantasy coffin di Paa Joe
Bare dalle forme più strane, realizzate sulla base delle passioni o del lavoro del defunto. Da cinquant’anni, un artigiano ghanese è considerato il massimo artista dell’ultimo viaggio
Trio di artisti iraniani alle Ogr
Trio di artisti iraniani alle Ogr
Sino al 30 settembre nelle Officine Grandi Riparazioni di Torino gli artisti Ramin Haerizadeh, Rokni Haerizadeh ed Hesam Rahmanian
Soulages, il più grande dei pittori viventi
Soulages, il più grande dei pittori viventi
L'artista nato in Occitania nel 1919 celebrato in Svizzera ha una storia alle spalle da brividi. Il profeta del Tachisme ha attraversato indenne guerre e continenti. "I quadri guardano noi"