100 giorni alle Olimpiadi,
e il Giappone è in ritardo

| L’1% della popolazione è stata vaccinata, e ai volontari dei giochi è stato detto che avranno due mascherine e del disinfettante. I timori per un evento che può diventare un velocissimo diffusore di nuove varianti in tutto il mondo

+ Miei preferiti
Quando i volontari delle Olimpiadi di Tokyo 2020 hanno chiesto ai funzionari come saranno protetti dal Covid-19, viste le centinaia di atleti stranieri che arriveranno in Giappone, la risposta è stata semplice: avranno in dote una piccola bottiglia di disinfettante per le mani e due mascherine ciascuno.

A 100 giorni dai giochi olimpici, già rinviati un anno a causa della pandemia, aleggiano misteri su come Tokyo possa sentirsi in grado di gestire un evento sportivo di portata mondiale e mantenere tutti - volontari, atleti, funzionari e pubblico – al sicuro dal pericolo Covid-19.

Una preoccupazione amplificata dalla battaglia del Paese con un’incombente quarta ondata: sabato si sono superati i 500.000 casi totali, e alcune prefetture stanno di nuovo chiudendo negozi e attività.

Malgrado il primo ministro Yoshihide Suga abbia ribadito il proprio impegno di garantire 100 milioni di dosi di vaccino entro la fine di giugno, finora il Giappone ha vaccinato solo circa 1,1 milioni dei suoi 126 milioni di abitanti, meno dell’1% della popolazione. E solo lo 0,4% ha ricevuto due dosi.

Con un budget di 25 miliardi di dollari, probabilmente nessun paese asiatico ha avuto più incentivi del Giappone per contenere i casi di Covid e raggiungere l’immunità di gregge vaccinando la popolazione in massa. Eppure gli enti giapponesi sono stati lenti ad approvare i vaccini, impiegando più di due mesi per autorizzare il Pfizer-BioNTech, lanciato a febbraio ma realmente entrato in servizio con le prime dosi solo dal 12 aprile. Secondo gli esperti parte del ritardo è dovuta allo scetticismo verso i vaccini dei giapponesi, che ha vanificato una dopo l’altra le campagne vaccinali precedenti. In ogni caso, l’approccio a rilento ha fatto ritardare il Giappone rispetto ad altri paesi asiatici come la Cina, che ha somministrato 171 milioni di vaccinazioni, e l’India, a quota 108 milioni di dosi.

Pechino aveva offerto la fornitura di vaccini per tutti gli atleti olimpici, ma Tokyo ha rifiutato l’offerta affermando che nessun vaccino cinese è stato ancora autorizzato. Il risultato è che gli spettatori internazionali sono stati banditi dai giochi per cercare di abbassare il rischio di diffusione, ma più di 11.000 atleti da oltre 200 paesi arriveranno a breve, e diventeranno un grosso problema. I partecipanti internazionali avranno bisogno di un test negativo effettuato entro 72 ore prima di volare in Giappone, dove saranno ritestati ma in caso di negatività non tenuti ad alcuna quarantena. Durante i Giochi, i partecipanti saranno “testati a intervalli fissi”, mentre agli ospiti internazionali è stato chiesto di lasciare le proprie residenze solo per “recarsi nei luoghi ufficiali delle gare e in limitati spazi” che saranno elencati a breve in un playbook.

Nel villaggio olimpico, inevitabilmente gli atleti entreranno in contatto con decine di migliaia di volontari non testati che faranno la spola tra le sedi olimpiche e le loro abitazioni. E la preoccupazione generale è che i Giochi potrebbero consentire la diffusione di pericolose varianti del Covid in tutto il mondo come mai prima d’ora.

Asia
La Corea del Nord lancia due missili verso il Giappone
La Corea del Nord lancia due missili verso il Giappone
Ad un anno di distanza dall’ultima provocazione, Pyongyang ha lanciato due missili balistici verso il mar del Giappone. Immediata la reazione di Corea del Sud e Giappone: Biden deve ancora pronunciarsi
Giappone: ondata di suicidi fra adolescenti
Giappone: ondata di suicidi fra adolescenti
Lo scorso anno si è chiuso con la cifra più alta mai raggiunta dal 1980, da quando sono iniziate le statistiche. Per gli esperti non è chiaro quanto il lockdown abbia influito, ma sono pronte diverse contromisure per invertire la tendenza
L’ONU accusa: gli hacker di Kim rubano capitali
L’ONU accusa: gli hacker di Kim rubano capitali
La Corea del Nord, ormai ridotta allo stremo, avrebbe trovato il modo di accumulare capitali attraverso una fitta attività di furti online
Venti di guerra fra Cina e Taiwan
Venti di guerra fra Cina e Taiwan
Pechino usa la mano dura e avverte che i tentativi di indipendenza “significano guerra”, mentre gli Stati Uniti promettono sostegno, alzando alle stelle la tensione
Arrestato il re della metanfetamina
Arrestato il re della metanfetamina
Tse Chi Lop, narcotrafficante di origine cino-canadese, è accusato di gestire uno dei più grandi cartelli di metanfetamine del mondo, con giro d’affari di 60 miliardi di dollari all’anno
L’ultima speranza di Aslinda
L’ultima speranza di Aslinda
Una donna di Singapore sta per essere giustiziata in Cina per traffico di droga. La famiglia lancia un ultimo disperato appello
Kim Jong-un chiude tutto, causa pandemia
Kim Jong-un chiude tutto, causa pandemia
Quasi azzerati gli scambi commerciali con al Cina, l’unico Paese con cui Pyongyang aveva rapporti. Per gli esperti la decisione porterà a carenze di farmaci, cibo e carburante, ma dimostra quanto la situazione sia fuori controllo
Wuhan, da epicentro del virus a capitale del turismo
Wuhan, da epicentro del virus a capitale del turismo
Il governo gioca il rilancio turistico della città del Covid-19, dove la normalità sembra ormai riconquistata in pieno, alzando il sospetto che in Cina il vaccino sia ormai realtà
Thailandia, il popolo contro il re
Thailandia, il popolo contro il re
È una rivolta che non ha precedenti guidata dai giovani, che pretendono di vivere in un Paese democratico in cui il sovrano deve rispondere davanti alla legge e al popolo. Ma si teme la dura repressione della polizia e dell’esercito
Nordcorea, nello sfarzo delle parate i fallimenti di Kim
Nordcorea, nello sfarzo delle parate i fallimenti di Kim
Le celebrazioni per i 75 anni della nascita del Partito avrebbero dovuto coincidere con l'avvento di un Paese ricco e civilizzato promesso dal piccolo leader 5 anni fa. Ma non è andata così