Jakarta, 170 morti per lo Tsunami

| Onde alte 20 metri, travolti e spazzati via alberghi e case lungo la costa dellostretto di Sonda. Centinaia di case e alberghi distrutti. navi affondate e 600 feriti. In migliaia senza tetto

+ Miei preferiti
E' salito ad almeno 170 morti e 750 feriti il bilancio dello tsunami che ha colpito ieri la costa attorno allo stretto della Sonda, tra le isole indonesiane di Giava e Sumatra. Con un muro d'acqua di circa 20 metri, lo tsunami ha danneggiato centinaia di costruzioni tra cui diversi alberghi. Secondo l'Agenzia di meteorologia e geofisica indonesiana, le onde anomale potrebbero essere state causati da frane sottomarine seguite a un'eruzione di Anak Krakatau, un'isola vulcanica formatasi nel corso degli anni dal vicino vulcano Krakatoa.

Circa 600 persone sono rimaste ferite quando lo Tsunami ha colpito alle 21:27 ora locale di sabato sera: "Ho dovuto correre mentre l'onda passava sulla spiaggia alta 20 metri", ha scritto il norvegese Lund Andersen su Facebook. "L'onda successiva è entrata nell'area dell'hotel dove stavo alloggiando e ha travolto le auto sulla strada. Sono riuscito a fuggire con la mia famiglia verso un terreno più alto attraverso sentieri forestali. Per fortuna, siamo rimasti illesi". L'area più colpita è la regione di Pandeglang della provincia di Banten, a Giava, che comprende il Parco Nazionale di Ujung Kulon e le spiagge più turistiche. Dei morti, 33 a Pandeglang. Nella città di Bandar Lampung a sud di Sumatra, centinaia di residenti si sono rifugiati presso l'ufficio del governatore. Alif, un residente nel distretto di Pandeglang, ha detto alla stazione MetroTV che molte persone erano ancora alla ricerca di parenti scomparsi.

Il vulcano Krakatoa, alto 305 metri, a circa 200 chilometri a sud-ovest della capitale Giacarta, è in eruzione da giugno. Nel mese di luglio, le autorità hanno allargato l'area di divieto di accesso a 2 chilometri dal cratere. Gegar Prasetya, co-fondatore dello Tsunami Research Center Indonesia, ha detto che le onde sono state  probabilmente causate da un crollo di una parte del vulcano. Ha detto che è possibile che un'eruzione possa innescare una frana sopra o sotto l'oceano, entrambe in grado di produrre uno tsunami. "In realtà, lo tsunami non era di particolare intensità - ha detto Prasetya - il problema è che la gente tende sempre a costruire tutto vicino alla costa". Sono 430 le case pesantemente danneggiate, nove alberghi e 10 navi. A settembre, più di 2.500 persone erano state uccise da un terremoto e da uno tsunami che ha colpito la città di Palu sull'isola di Sulawesi, a est del Borneo.

 
Asia
Cina: cresce la febbre del gioco d’azzardo
Cina: cresce la febbre del gioco d’azzardo
La legge lo vieta, ma migliaia di casinò clandestini online soddisfano l’antica passione dei cinesi per l’azzardo e le scommesse. Pechino studia le contromosse per fermare un business enorme
I ribelli di Hong Kong hanno vinto
I ribelli di Hong Kong hanno vinto
La resa di Carrie Lam, che annuncia il ritiro della legge sull’estradizione, non basta ai manifestanti: pretendono l’amnistia per le migliaia di persone arrestate durante gli scontri e il suffragio universale
Hong Kong, un milione in piazza ma senza violenza
Hong Kong, un milione in piazza ma senza violenza
Non si placano le proteste nella città cinese, anche se per la prima volta non si registrano provocazioni verso le forze dell’ordine
Hong Kong, la marcia dei professori
Hong Kong, la marcia dei professori
Dopo le proteste degli studenti, tutt'altro che finite, marcia di protesta dei professori. In tremila hanno sfidato la polizia
Il Re sposa l'amante davanti alla moglie-regina
Il Re sposa l
Il coraggioso re della Thailandia ha sposato la sua amante storico, con al fianco la regina, sua moglie, impassibile davanti alla sua rivale in ginocchio ai piedi del marito. Cerimonia senza precedenti, la bella Sineenat pure premiata
Impiccati due uomini in Giappone
Impiccati due uomini in Giappone
Ufficialmente sono le prime esecuzioni del 2019: in genere il Paese asiatico esegue le pene capitali in gran segreto, dandone notizia solo dopo
Morto Li Peng, il 'macellaio' di piazza Tienanmen
Morto Li Peng, il
L'agenzia di stato cinese ne celebra la vita e le imprese, proprio nei giorni della rivolta di Hong Kong. Aveva 90 anni e fu primo ministro per 11. Istituì la legge marziale per cui morirono migliaia di giovani
Dietro la morte della piccola Zixin il traffico di bambini
Dietro la morte della piccola Zixin il traffico di bambini
Il tragico caso che ha scosso la Cina potrebbe essere collegato con i rapimenti di bambini nelle aree rurali. Migliaia di bambini venduti per adozioni in Occidente o uccisi per prelevare organi. Il ruolo dei rapitori della bimba
Giappone, record di suicidi tra i giovanissimi
Giappone, record di suicidi tra i giovanissimi
Il numero più alto dal 1937, mentre cala il numero di adulti. In maggioranza studenti delle superiori. Colpa anche del "bullismo"
È finita la fiaba del sultano e la modella
È finita la fiaba del sultano e la modella
L’ex sultano del Kelatan, dopo aver abdicato per sposare l’ex miss Russia, ha chiesto il divorzio dopo appena sei mesi. Lei è stata beccata a intrattenersi con un giovane russo durante un reality