Il coltello cinese

| L'ultimo messaggio del capo dell'Interpol, il cinese Meng Hongwei alla moglie Grace è un emoticon che rappresenta un coltello. L'alto dirigente è "sotto indagine". Non avrebbe colpito i dissidenti. La famiglia, sotto tutela, è a Lione

+ Miei preferiti

L'Interpol ha ricevuto le dimissioni del suo presidente, il cinese Meng Hongwei, chiarendo così, in unaminima parte, il mistero della sua scomparsa. L’alto funzionario del governo cinese era partito in aereo dalla Francia il 28 settembre. Il governo di Xi, con una breve nota, ha fatto sapere che Hongwei, 64 anni, la cui famiglia è ancora a Lione, dove c’è il quartiere generale dell’Interpol, è “sotto indagine per corruzione”. Ma alla moglie, prima di essere fermato al suo rientro a Pechino, era riuscito a inviare un emoji che rappresentava un coltello. E le istruzioni: ”Aspetta la mia chiamata”, seguita però dal silenzio. Grace Meng ha incontrato i giornalisti dalla sua camera d'albergo a Lione, Francia.

L'Interpol ha ricevuto le dimissioni di Meng e che Kim Jong Yang della Corea del Sud, un vicepresidente che rappresenta l'Asia nel comitato esecutivo dell'Interpol, è stato nominato presidente in carica fino a quando l'assemblea generale dell'Interpol sceglie un presidente permanente il mese prossimo. La sezione disciplinare del Partito Comunista cinese ha poi rilasciato una dichiarazione in cui si afferma che Meng "è sotto inchiesta da parte della Commissione Nazionale di Supervisione per presunte violazioni delle leggi".

Grace Meng ha detto che il sequestro di suo marito è una questione che "riguarda la comunità internazionale". Ha aggiunto: "Anche se non riesco a vedere mio marito, noi siamo sempre uniti”. Interrogato sul messaggio di testo ricevuto da Grace Meng, il Ministero dell'Interno francese ha risposto che attraverso un portavoce non ha informazioni da condividere.

In una dichiarazione pubblicata su Twitter sabato, il segretario generale dell'Interpol, Jurgen Stock, aveva dichiarato: "L'Interpol ha chiesto alle autorità cinesi, attraverso i canali ufficiali di polizia, chiarimenti sullo status del presidente dell'Interpol Meng Hongwei. Il Segretariato generale dell'Interpol attende con ansia una risposta ufficiale delle autorità cinesi per rispondere alle preoccupazioni sul benessere del Presidente", ha continuato la dichiarazione.

Meng Hongwei, secondo l'agenzia di stampa statale cinese Xinhua, è stato il primo funzionario cinese a diventare presidente dell'Interpol. Non si trovava sul suolo francese quando è stato visto l'ultima volta, secondo un alto funzionario di polizia francese, che ha rifiutato di dire se si trovava in Cina. Era partito per la Cina, richiamato d’urgenza, la mattina del 28 settembre.

Grace Meng aveva denunciato la sua scomparsa alla polizia a Lione dopo 10 giorni di silenzio.

“La Francia sta esaminando la situazione del Presidente dell'Interpol e ci sono timori per le minacce che ha ricevuto sua moglie", ha aggiunto un portavoce del ministero degli Esteri. La procura di Lione ha aperto un’inchiesta. "L'Interpol è a conoscenza delle notizie riportate dai media in relazione alla presunta scomparsa del presidente dell'Interpol Meng Hongwei. Si tratta di una questione di competenza delle autorità competenti sia in Francia che in Cina", ha detto Interpol in una dichiarazione, rifiutando di commentare ulteriormente.

Meng, che è stato vice ministro cinese per la pubblica sicurezza ed ex capo dell'Interpol Cina, è stato eletto presidente dell'Interpol nel novembre 2016. Il South China Morning Post, un giornale di Hong Kong noto per i suoi collegamenti all'interno del governo cinese, ha detto che Meng è stato "portato via" al momento dell'atterraggio in Cina la scorsa settimana. Il giornale ha citato una fonte senza nome. La sparizione del Meng porta i segni distintivi di che cosa accade agli alti funzionari quando sono sospettati di violare le regole del partito, di solito presunta corruzione. Ma soprattutto potrebbe essere rimproverato a Meng di non avere colpito, nella sua posizione, i dissidenti cinesi che hanno provato rifugio oltre i confini della Cina. 

 
Asia
Trovato morto il sindaco di Seul
Trovato morto il sindaco di Seul
Park Won-soon aveva fatto perdere le proprie tracce lasciando un biglietto di addio: la polizia ha rinvenuto il corpo senza vita in un bosco. Si sospetta che alla base del gesto ci sia la denuncia per stupro di una segretaria comunale
Il tifone di Natale sulle Filippine
Il tifone di Natale sulle Filippine
Si chiama “Phanfone”, ha iniziato ad abbattersi dalle prime ore di ieri e non si sposterà fino a domani. Migliaia di persone evacuate e turisti in apprensione
Cina: cresce la febbre del gioco d’azzardo
Cina: cresce la febbre del gioco d’azzardo
La legge lo vieta, ma migliaia di casinò clandestini online soddisfano l’antica passione dei cinesi per l’azzardo e le scommesse. Pechino studia le contromosse per fermare un business enorme
I ribelli di Hong Kong hanno vinto
I ribelli di Hong Kong hanno vinto
La resa di Carrie Lam, che annuncia il ritiro della legge sull’estradizione, non basta ai manifestanti: pretendono l’amnistia per le migliaia di persone arrestate durante gli scontri e il suffragio universale
Hong Kong, un milione in piazza ma senza violenza
Hong Kong, un milione in piazza ma senza violenza
Non si placano le proteste nella città cinese, anche se per la prima volta non si registrano provocazioni verso le forze dell’ordine
Hong Kong, la marcia dei professori
Hong Kong, la marcia dei professori
Dopo le proteste degli studenti, tutt'altro che finite, marcia di protesta dei professori. In tremila hanno sfidato la polizia
Il Re sposa l'amante davanti alla moglie-regina
Il Re sposa l
Il coraggioso re della Thailandia ha sposato la sua amante storico, con al fianco la regina, sua moglie, impassibile davanti alla sua rivale in ginocchio ai piedi del marito. Cerimonia senza precedenti, la bella Sineenat pure premiata
Impiccati due uomini in Giappone
Impiccati due uomini in Giappone
Ufficialmente sono le prime esecuzioni del 2019: in genere il Paese asiatico esegue le pene capitali in gran segreto, dandone notizia solo dopo
Morto Li Peng, il 'macellaio' di piazza Tienanmen
Morto Li Peng, il
L'agenzia di stato cinese ne celebra la vita e le imprese, proprio nei giorni della rivolta di Hong Kong. Aveva 90 anni e fu primo ministro per 11. Istituì la legge marziale per cui morirono migliaia di giovani
Dietro la morte della piccola Zixin il traffico di bambini
Dietro la morte della piccola Zixin il traffico di bambini
Il tragico caso che ha scosso la Cina potrebbe essere collegato con i rapimenti di bambini nelle aree rurali. Migliaia di bambini venduti per adozioni in Occidente o uccisi per prelevare organi. Il ruolo dei rapitori della bimba