Impiccati due uomini in Giappone

| Ufficialmente sono le prime esecuzioni del 2019: in genere il Paese asiatico esegue le pene capitali in gran segreto, dandone notizia solo dopo

+ Miei preferiti
Le associazioni umanitarie lo sostengono da tempo: in Giappone le esecuzioni capitali proseguono ma sono tenute in gran segreto. Le famiglie, i legali e l’opinione pubblica sono avvisati del decesso a condanna eseguita, e gli stessi prigionieri, spesso vengono a conoscenza della loro esecuzione solo poche ore prima che avvenga.

È successo di nuovo di recente, con l’impiccagione di due uomini condannati a morte per diversi omicidi: ufficialmente sono le prime esecuzioni di quest’anno.

Koichi Shoji, 64 anni, e Yasunori Suzuki, 50, sono stati giustiziati attraverso impiccagione, portando a 38 il numero totale di esecuzioni avvenute sotto il governo del Primo Ministro Shinzo Abe dal 2015, quando ha assunto l’incarico.

“Si tratta di due casi estremamente crudeli che hanno tolto la vita a persone che non avevano colpe. Ho ordinato l’esecuzione dopo aver utilizzato tutta la prudenza possibile”, ha commentato il ministro della giustizia Takashi Yamashita.

In Giappone, la pena capitale è solitamente riservata a coloro che hanno commesso diversi omicidi. Nel 2001, Koichi Shoji, con la complicità della fidanzata, aveva rapinato e ucciso due casalinghe nella prefettura di Kanagawa. Yasunori Suzuki era invece accusato di aver derubato e ucciso tre donne in diverse aggressioni nel giro di un solo mese, nel 2004.

Il codice di procedura penale giapponese stabilisce che la pena di morte dovrebbe essere applicata entro sei mesi dall’emissione della sentenza, ma non è quasi mai così. Un sistema controverso che ha fatto notizia a livello mondiale nel luglio dello scorso anno, quando 13 membri del culto “Aum Shinrikyo”, autori del mortale attacco con gas sarin del 1995 alla metropolitana di Tokyo, sono stati giustiziati.

Il Giappone e gli Stati Uniti sono le uniche due democrazie sviluppate ad avere ancora la pena capitale: circa 170 Stati hanno abolito o sospeso le esecuzioni dal 2007, quando l’Assemblea Generale delle Nazioni Unite ha chiesto una moratoria universale sulla pena di morte. Lo scorso anno, l'ordine degli avvocati del Giappone ha chiesto che la pena capitale sia abolita dal sistema giudiziario entro il 2020.

Asia
100 giorni alle Olimpiadi,
e il Giappone è in ritardo
100 giorni alle Olimpiadi,<br>e il Giappone è in ritardo
L’1% della popolazione è stata vaccinata, e ai volontari dei giochi è stato detto che avranno due mascherine e del disinfettante. I timori per un evento che può diventare un velocissimo diffusore di nuove varianti in tutto il mondo
La Corea del Nord lancia due missili verso il Giappone
La Corea del Nord lancia due missili verso il Giappone
Ad un anno di distanza dall’ultima provocazione, Pyongyang ha lanciato due missili balistici verso il mar del Giappone. Immediata la reazione di Corea del Sud e Giappone: Biden deve ancora pronunciarsi
Giappone: ondata di suicidi fra adolescenti
Giappone: ondata di suicidi fra adolescenti
Lo scorso anno si è chiuso con la cifra più alta mai raggiunta dal 1980, da quando sono iniziate le statistiche. Per gli esperti non è chiaro quanto il lockdown abbia influito, ma sono pronte diverse contromisure per invertire la tendenza
L’ONU accusa: gli hacker di Kim rubano capitali
L’ONU accusa: gli hacker di Kim rubano capitali
La Corea del Nord, ormai ridotta allo stremo, avrebbe trovato il modo di accumulare capitali attraverso una fitta attività di furti online
Venti di guerra fra Cina e Taiwan
Venti di guerra fra Cina e Taiwan
Pechino usa la mano dura e avverte che i tentativi di indipendenza “significano guerra”, mentre gli Stati Uniti promettono sostegno, alzando alle stelle la tensione
Arrestato il re della metanfetamina
Arrestato il re della metanfetamina
Tse Chi Lop, narcotrafficante di origine cino-canadese, è accusato di gestire uno dei più grandi cartelli di metanfetamine del mondo, con giro d’affari di 60 miliardi di dollari all’anno
L’ultima speranza di Aslinda
L’ultima speranza di Aslinda
Una donna di Singapore sta per essere giustiziata in Cina per traffico di droga. La famiglia lancia un ultimo disperato appello
Kim Jong-un chiude tutto, causa pandemia
Kim Jong-un chiude tutto, causa pandemia
Quasi azzerati gli scambi commerciali con al Cina, l’unico Paese con cui Pyongyang aveva rapporti. Per gli esperti la decisione porterà a carenze di farmaci, cibo e carburante, ma dimostra quanto la situazione sia fuori controllo
Wuhan, da epicentro del virus a capitale del turismo
Wuhan, da epicentro del virus a capitale del turismo
Il governo gioca il rilancio turistico della città del Covid-19, dove la normalità sembra ormai riconquistata in pieno, alzando il sospetto che in Cina il vaccino sia ormai realtà
Thailandia, il popolo contro il re
Thailandia, il popolo contro il re
È una rivolta che non ha precedenti guidata dai giovani, che pretendono di vivere in un Paese democratico in cui il sovrano deve rispondere davanti alla legge e al popolo. Ma si teme la dura repressione della polizia e dell’esercito