Morto Li Peng, il 'macellaio' di piazza Tienanmen

| L'agenzia di stato cinese ne celebra la vita e le imprese, proprio nei giorni della rivolta di Hong Kong. Aveva 90 anni e fu primo ministro per 11. Istituì la legge marziale per cui morirono migliaia di giovani

+ Miei preferiti

Li Peng, l’ex primo ministro cinese che spense nel sangue le proteste di piazza Tiananmen nella primavera del 1989, è morto a 90 anni, celebrato dalla nomenklatura del partito comunista. L’’agenzia di Stato ne ha magnificato il ruolo e lo ha coperto di lodi, inviando un messaggio ai giovani di Hong Kong che stanno manifestando proprio in questi giorni. Li Peng fu battezzato dai dissidenti l “il macellaio di Pechino”. È morto dopo il trentesimo anniversario del massacro, il 4 giugno scorso: la strage e l’arresto di migliaia di studenti portano la sua firma, come il celebre messaggio tv con in cui annunciava l’istituzione della legge marziale. Li Peng divenne primo ministro nel 1987 e si dimise solo nel 1998, fu un sostenitore della Diga delle Tre Gole, il mastodontico progetto di ingegneria idraulica che spazzò via decine di villaggi. Nel comunicato ufficiale, viene ripercorsa la storia di “rivoluzonario” di Li Peng, un “grande riformista che seppe affrontare rivolte e tradimenti con grande efficacia”.

Wu Kaixi, esule a Taiwan, uno dei leader della rivolta fallita, ha dichiarato alla BBC: “Era un macellaio, questo è il modo in cui dovrebbe essere ricordato dal mondo e dalla Storia. Si spera, un giorno, che anche i libri di Storia della Cina potranno ammetterlo, anche se la sua morte probabilmente non porterà conforto ai familiari delle vittime della repressione”. Dura la reazione dell’attuale governo cinese, attraverso le parole del portavoce del Ministero degli Esteri, Geng Shuang: le critiche, provenienti anche dagli Stati Uniti, sarebbero "balbettii folli e deliri senza senso destinati alla discarica della Storia”.

 
Asia
100 giorni alle Olimpiadi,
e il Giappone è in ritardo
100 giorni alle Olimpiadi,<br>e il Giappone è in ritardo
L’1% della popolazione è stata vaccinata, e ai volontari dei giochi è stato detto che avranno due mascherine e del disinfettante. I timori per un evento che può diventare un velocissimo diffusore di nuove varianti in tutto il mondo
La Corea del Nord lancia due missili verso il Giappone
La Corea del Nord lancia due missili verso il Giappone
Ad un anno di distanza dall’ultima provocazione, Pyongyang ha lanciato due missili balistici verso il mar del Giappone. Immediata la reazione di Corea del Sud e Giappone: Biden deve ancora pronunciarsi
Giappone: ondata di suicidi fra adolescenti
Giappone: ondata di suicidi fra adolescenti
Lo scorso anno si è chiuso con la cifra più alta mai raggiunta dal 1980, da quando sono iniziate le statistiche. Per gli esperti non è chiaro quanto il lockdown abbia influito, ma sono pronte diverse contromisure per invertire la tendenza
L’ONU accusa: gli hacker di Kim rubano capitali
L’ONU accusa: gli hacker di Kim rubano capitali
La Corea del Nord, ormai ridotta allo stremo, avrebbe trovato il modo di accumulare capitali attraverso una fitta attività di furti online
Venti di guerra fra Cina e Taiwan
Venti di guerra fra Cina e Taiwan
Pechino usa la mano dura e avverte che i tentativi di indipendenza “significano guerra”, mentre gli Stati Uniti promettono sostegno, alzando alle stelle la tensione
Arrestato il re della metanfetamina
Arrestato il re della metanfetamina
Tse Chi Lop, narcotrafficante di origine cino-canadese, è accusato di gestire uno dei più grandi cartelli di metanfetamine del mondo, con giro d’affari di 60 miliardi di dollari all’anno
L’ultima speranza di Aslinda
L’ultima speranza di Aslinda
Una donna di Singapore sta per essere giustiziata in Cina per traffico di droga. La famiglia lancia un ultimo disperato appello
Kim Jong-un chiude tutto, causa pandemia
Kim Jong-un chiude tutto, causa pandemia
Quasi azzerati gli scambi commerciali con al Cina, l’unico Paese con cui Pyongyang aveva rapporti. Per gli esperti la decisione porterà a carenze di farmaci, cibo e carburante, ma dimostra quanto la situazione sia fuori controllo
Wuhan, da epicentro del virus a capitale del turismo
Wuhan, da epicentro del virus a capitale del turismo
Il governo gioca il rilancio turistico della città del Covid-19, dove la normalità sembra ormai riconquistata in pieno, alzando il sospetto che in Cina il vaccino sia ormai realtà
Thailandia, il popolo contro il re
Thailandia, il popolo contro il re
È una rivolta che non ha precedenti guidata dai giovani, che pretendono di vivere in un Paese democratico in cui il sovrano deve rispondere davanti alla legge e al popolo. Ma si teme la dura repressione della polizia e dell’esercito