North Korea, il 'giustiziato' resuscita

| I media sud-coreani avevano prima per fucilato e poi in un campo di lavoro l'ex braccio destro di Kim, Kim Yong-chol ma il dignitario è ricomparso vivo e vegeto durante una parata militare. E gli altri 'giustiziati'?

+ Miei preferiti
E' sempre arduo ricostruire quanto avviene dietro la cortina di ferro che divide il Nord dal Sud della Corea. Il "giustiziato" o "condannato ia lavori forzati" per spionaggio Kim Yong-chol, ex capo dei servizi segreti militari (nella foto con il segretario di Stato USA Pompeo), ex braccio destro del leader nordcoreano Kim Jong-un, è invece riapparso nelle immagini tv della tv di stato della Kcna dopo le allarmanti notizie diffusa dal media Chosun Ilbo, quotidiano di Seul, secondo cui l'ex capo dei servizi militari era finito in un'ampia epurazione e inviato in un campo di lavoro pagando il fallimento del secondo summit con gli Usa del 27-28 febbraio, ad Hanoi. Altri media lo davano invece per "giustiziato" all'aereoporto di Mirim assieme ad altri quatro "traditori", tutti colpevoli di aver fatto fallire il vertice con Trump e colpevoli di "troppa familiarità" con la delegazione USA. Il redivivo o scarcerato Kim, invece, era  presente a uno spettacolo amatoriale tenuto domenica dalle mogli di militari, seduto a sei poltrone di distanza alla destra del supremo leader, accompagnato per l'occasione dalla first lady, Ri Sol-ju.
    Kim Yong-chol, vice presidente del Partito dei Lavoratori, aveva incontrato due volte Donald Trump alla Casa Bianca nelle fasi preparatorie del secondo summit, con il segretario di Stato Mike Pompeo . Sempre per il Chosun Ilbo, il capo negoziatore con gli Usa, Kim Hyok Chol,  sarebbe stato giustiziato a marzo per spionaggio a favore degli Stato Uniti. a questo punto cala il dubbio anche sulla catena di esecuzioni rese note dal quotidiano di Seul, in attesa di conferme ufficiali. Si attendono notizie rassicuranti anche per la sorella minore del dittatore sparita, sempre dopo il flop di Hanoi, dalla vita pubblica.

Asia
Dietro la morte della piccola Zixin il traffico di bambini
Dietro la morte della piccola Zixin il traffico di bambini
Il tragico caso che ha scosso la Cina potrebbe essere collegato con i rapimenti di bambini nelle aree rurali. Migliaia di bambini venduti per adozioni in Occidente o uccisi per prelevare organi. Il ruolo dei rapitori della bimba
Giappone, record di suicidi tra i giovanissimi
Giappone, record di suicidi tra i giovanissimi
Il numero più alto dal 1937, mentre cala il numero di adulti. In maggioranza studenti delle superiori. Colpa anche del "bullismo"
È finita la fiaba del sultano e la modella
È finita la fiaba del sultano e la modella
L’ex sultano del Kelatan, dopo aver abdicato per sposare l’ex miss Russia, ha chiesto il divorzio dopo appena sei mesi. Lei è stata beccata a intrattenersi con un giovane russo durante un reality
Cina sotto choc, Zixin è morta
Cina sotto choc, Zixin è morta
La polizia ha trovato il corpo della bimba, 9 anni, nelle acque di Shipu. Si chiude così il mistero della scolara rapita da una misteriosa coppia che si era poi suicidata in un lago. Tutti speravano fosse ancora viva
North Korea: sei studente? Allora anche spia
North Korea: sei studente? Allora anche spia
La pericolosa avventura di un 29enne australiano che ha studiato nella Corea di Kim. Ha scritto per un blog un paio di servizi innocui e il regime lo ha arrestato. E' stato espulso
Denise Ho, la popstar che sfida Pechino
Denise Ho, la popstar che sfida Pechino
Artista celebre e coraggiosa, da sempre schierata al fianco dei movimenti LGBT, davanti alle Nazioni Unite ha accusato il governo cinese e quello di Hong Kong di complottare per vietare la democrazia
Cina, l’app di Stato che spia i telefoni
Cina, l’app di Stato che spia i telefoni
Sarebbe installata di nascosto dalla polizia nel corso dei controlli alla frontiera: permette di controllare ogni singola azione degli smartphone
Non perseguitava i dissidenti cinesi
ex capo (cinese) Interpol rischia l'ergastolo
Non perseguitava i dissidenti cinesi<br>ex capo (cinese) Interpol rischia l
Meng Hongwei, il primo capo cinese dell'Interpol, è in carcere con l'accusa di corruzione ma la sua vera "colpa" e di non avere usato la sua posizione per colpire i nemici di Xi rifugiati in Occidente
Liberato leader degli ombrelli, i cortei non si fermano
Liberato leader degli ombrelli, i cortei non si fermano
Hong Kong, Joshua Wong era in cella da mesi per gli scontri del 2014, accolto da una folla festante mentre nel protettorato cinese sfilano oltre due milioni di persone contro la legge sull'estradizione
Houdini indiano disperso nel Gange
Houdini indiano disperso nel Gange
Il mago Chanchal Lahiri "Wizard Mandrake", aveva tentato di immergersi in diretta tv prigioniero in una gabbia d'acciaio, sotto gli occhi dei suoi familiari e dei giornalisti. Ma di lui nessuna traccia