Riappare la sorella di Kim Jong-Un

| La davano addirittura per morta: insieme a lei è ricomparso anche il funzionario che aveva trattato il nucleare con il segretario di Stato americano Mike Pompeo

+ Miei preferiti
Quando Kim Jong-un storce il naso, qualcuno rischia seriamente di non avere un domani. Il leader nordcoreano è comparso nell’immenso “May Day Stadium”, impianto da 150mila spettatori, alla cerimonia di apertura dei “Giochi del Popolo”, un evento ‘monster’, della durata di cinque mesi. Ma ha accompagnato l’intera esibizione con smorfie di disappunto che la dicono lunga: secondo l’agenzia di stampa statale “KNCA”, il leader non era soddisfatto delle performance degli atleti, e al termine della cerimonia ha “riunito gli ideatori della performance e li ha seriamente criticati per lo spirito sbagliato dell’esibizione e l’atteggiamento irresponsabile del lavoro”. Secondo Kim, gli artisti “hanno un dovere molto importante nella costruzione culturale socialista e nella politica rivoluzionaria del Partito nella letteratura e nell’arte”. Un rammarico per gli organizzatori, visto che le prove vanno avanti da diversi mesi e hanno coinvolto un numero enorme di persone in costumi colorati, sincronizzate con precisione millimetrica mentre rappresentavano i passaggi salienti della storia coreana e i progressi militari. Tradizionalmente, le scene sul campo dell’impianto sono uno sfondo in continua evoluzione, composto da migliaia di bambini che girano le pagine colorate di un libro in sequenza per creare immagini gigantesche e coloratissime.

Ma a colpire l’opinione pubblica internazionale è stata la presenza di Kim Yo-Jong, la sorella minore del leader nordcoreano, riapparsa dopo 50 giorni da un’eclissi totale che aveva fatto temere il peggio. L’ultima volta era stata vista al fianco del fratello durante gli incontri con il presidente Trump. Kim era anche accompagnato anche dalla moglie, Ri Sol-ju, e da alti funzionari nordcoreani come Kim Yong-chol, protagonista dei colloqui sul nucleare con il segretario di Stato americano Mike Pompeo. Secondo il quotidiano sudcoreano Chosun Ilbo, Kim Yong-chol era stato imprigionato in un campo di lavoro dopo il fallimento del secondo vertice tra il leader nordcoreano e e Donald Trump.

Nel parterre presidenziale mancava però Kim Hyok-chol, inviato speciale della Corea del Nord negli Stati Uniti che, sempre secondo il quotidiano, era stato giustiziato insieme al suo team per “aver tradito il leader supremo”. Martedì scorso, la CNN ha dichiarato che Kim è vivo ma in custodia e sotto inchiesta per il ruolo avuto nel fallito vertice: il suo destino non è ancora stato deciso, ma rischia “punizioni pesanti”.

Galleria fotografica
Riappare la sorella di Kim Jong-Un - immagine 1
Riappare la sorella di Kim Jong-Un - immagine 2
Riappare la sorella di Kim Jong-Un - immagine 3
Asia
100 giorni alle Olimpiadi,
e il Giappone è in ritardo
100 giorni alle Olimpiadi,<br>e il Giappone è in ritardo
L’1% della popolazione è stata vaccinata, e ai volontari dei giochi è stato detto che avranno due mascherine e del disinfettante. I timori per un evento che può diventare un velocissimo diffusore di nuove varianti in tutto il mondo
La Corea del Nord lancia due missili verso il Giappone
La Corea del Nord lancia due missili verso il Giappone
Ad un anno di distanza dall’ultima provocazione, Pyongyang ha lanciato due missili balistici verso il mar del Giappone. Immediata la reazione di Corea del Sud e Giappone: Biden deve ancora pronunciarsi
Giappone: ondata di suicidi fra adolescenti
Giappone: ondata di suicidi fra adolescenti
Lo scorso anno si è chiuso con la cifra più alta mai raggiunta dal 1980, da quando sono iniziate le statistiche. Per gli esperti non è chiaro quanto il lockdown abbia influito, ma sono pronte diverse contromisure per invertire la tendenza
L’ONU accusa: gli hacker di Kim rubano capitali
L’ONU accusa: gli hacker di Kim rubano capitali
La Corea del Nord, ormai ridotta allo stremo, avrebbe trovato il modo di accumulare capitali attraverso una fitta attività di furti online
Venti di guerra fra Cina e Taiwan
Venti di guerra fra Cina e Taiwan
Pechino usa la mano dura e avverte che i tentativi di indipendenza “significano guerra”, mentre gli Stati Uniti promettono sostegno, alzando alle stelle la tensione
Arrestato il re della metanfetamina
Arrestato il re della metanfetamina
Tse Chi Lop, narcotrafficante di origine cino-canadese, è accusato di gestire uno dei più grandi cartelli di metanfetamine del mondo, con giro d’affari di 60 miliardi di dollari all’anno
L’ultima speranza di Aslinda
L’ultima speranza di Aslinda
Una donna di Singapore sta per essere giustiziata in Cina per traffico di droga. La famiglia lancia un ultimo disperato appello
Kim Jong-un chiude tutto, causa pandemia
Kim Jong-un chiude tutto, causa pandemia
Quasi azzerati gli scambi commerciali con al Cina, l’unico Paese con cui Pyongyang aveva rapporti. Per gli esperti la decisione porterà a carenze di farmaci, cibo e carburante, ma dimostra quanto la situazione sia fuori controllo
Wuhan, da epicentro del virus a capitale del turismo
Wuhan, da epicentro del virus a capitale del turismo
Il governo gioca il rilancio turistico della città del Covid-19, dove la normalità sembra ormai riconquistata in pieno, alzando il sospetto che in Cina il vaccino sia ormai realtà
Thailandia, il popolo contro il re
Thailandia, il popolo contro il re
È una rivolta che non ha precedenti guidata dai giovani, che pretendono di vivere in un Paese democratico in cui il sovrano deve rispondere davanti alla legge e al popolo. Ma si teme la dura repressione della polizia e dell’esercito