Riappare la sorella di Kim Jong-Un

| La davano addirittura per morta: insieme a lei è ricomparso anche il funzionario che aveva trattato il nucleare con il segretario di Stato americano Mike Pompeo

+ Miei preferiti
Quando Kim Jong-un storce il naso, qualcuno rischia seriamente di non avere un domani. Il leader nordcoreano è comparso nell’immenso “May Day Stadium”, impianto da 150mila spettatori, alla cerimonia di apertura dei “Giochi del Popolo”, un evento ‘monster’, della durata di cinque mesi. Ma ha accompagnato l’intera esibizione con smorfie di disappunto che la dicono lunga: secondo l’agenzia di stampa statale “KNCA”, il leader non era soddisfatto delle performance degli atleti, e al termine della cerimonia ha “riunito gli ideatori della performance e li ha seriamente criticati per lo spirito sbagliato dell’esibizione e l’atteggiamento irresponsabile del lavoro”. Secondo Kim, gli artisti “hanno un dovere molto importante nella costruzione culturale socialista e nella politica rivoluzionaria del Partito nella letteratura e nell’arte”. Un rammarico per gli organizzatori, visto che le prove vanno avanti da diversi mesi e hanno coinvolto un numero enorme di persone in costumi colorati, sincronizzate con precisione millimetrica mentre rappresentavano i passaggi salienti della storia coreana e i progressi militari. Tradizionalmente, le scene sul campo dell’impianto sono uno sfondo in continua evoluzione, composto da migliaia di bambini che girano le pagine colorate di un libro in sequenza per creare immagini gigantesche e coloratissime.

Ma a colpire l’opinione pubblica internazionale è stata la presenza di Kim Yo-Jong, la sorella minore del leader nordcoreano, riapparsa dopo 50 giorni da un’eclissi totale che aveva fatto temere il peggio. L’ultima volta era stata vista al fianco del fratello durante gli incontri con il presidente Trump. Kim era anche accompagnato anche dalla moglie, Ri Sol-ju, e da alti funzionari nordcoreani come Kim Yong-chol, protagonista dei colloqui sul nucleare con il segretario di Stato americano Mike Pompeo. Secondo il quotidiano sudcoreano Chosun Ilbo, Kim Yong-chol era stato imprigionato in un campo di lavoro dopo il fallimento del secondo vertice tra il leader nordcoreano e e Donald Trump.

Nel parterre presidenziale mancava però Kim Hyok-chol, inviato speciale della Corea del Nord negli Stati Uniti che, sempre secondo il quotidiano, era stato giustiziato insieme al suo team per “aver tradito il leader supremo”. Martedì scorso, la CNN ha dichiarato che Kim è vivo ma in custodia e sotto inchiesta per il ruolo avuto nel fallito vertice: il suo destino non è ancora stato deciso, ma rischia “punizioni pesanti”.

Galleria fotografica
Riappare la sorella di Kim Jong-Un - immagine 1
Riappare la sorella di Kim Jong-Un - immagine 2
Riappare la sorella di Kim Jong-Un - immagine 3
Asia
Dietro la morte della piccola Zixin il traffico di bambini
Dietro la morte della piccola Zixin il traffico di bambini
Il tragico caso che ha scosso la Cina potrebbe essere collegato con i rapimenti di bambini nelle aree rurali. Migliaia di bambini venduti per adozioni in Occidente o uccisi per prelevare organi. Il ruolo dei rapitori della bimba
Giappone, record di suicidi tra i giovanissimi
Giappone, record di suicidi tra i giovanissimi
Il numero più alto dal 1937, mentre cala il numero di adulti. In maggioranza studenti delle superiori. Colpa anche del "bullismo"
È finita la fiaba del sultano e la modella
È finita la fiaba del sultano e la modella
L’ex sultano del Kelatan, dopo aver abdicato per sposare l’ex miss Russia, ha chiesto il divorzio dopo appena sei mesi. Lei è stata beccata a intrattenersi con un giovane russo durante un reality
Cina sotto choc, Zixin è morta
Cina sotto choc, Zixin è morta
La polizia ha trovato il corpo della bimba, 9 anni, nelle acque di Shipu. Si chiude così il mistero della scolara rapita da una misteriosa coppia che si era poi suicidata in un lago. Tutti speravano fosse ancora viva
North Korea: sei studente? Allora anche spia
North Korea: sei studente? Allora anche spia
La pericolosa avventura di un 29enne australiano che ha studiato nella Corea di Kim. Ha scritto per un blog un paio di servizi innocui e il regime lo ha arrestato. E' stato espulso
Denise Ho, la popstar che sfida Pechino
Denise Ho, la popstar che sfida Pechino
Artista celebre e coraggiosa, da sempre schierata al fianco dei movimenti LGBT, davanti alle Nazioni Unite ha accusato il governo cinese e quello di Hong Kong di complottare per vietare la democrazia
Cina, l’app di Stato che spia i telefoni
Cina, l’app di Stato che spia i telefoni
Sarebbe installata di nascosto dalla polizia nel corso dei controlli alla frontiera: permette di controllare ogni singola azione degli smartphone
Non perseguitava i dissidenti cinesi
ex capo (cinese) Interpol rischia l'ergastolo
Non perseguitava i dissidenti cinesi<br>ex capo (cinese) Interpol rischia l
Meng Hongwei, il primo capo cinese dell'Interpol, è in carcere con l'accusa di corruzione ma la sua vera "colpa" e di non avere usato la sua posizione per colpire i nemici di Xi rifugiati in Occidente
Liberato leader degli ombrelli, i cortei non si fermano
Liberato leader degli ombrelli, i cortei non si fermano
Hong Kong, Joshua Wong era in cella da mesi per gli scontri del 2014, accolto da una folla festante mentre nel protettorato cinese sfilano oltre due milioni di persone contro la legge sull'estradizione
Houdini indiano disperso nel Gange
Houdini indiano disperso nel Gange
Il mago Chanchal Lahiri "Wizard Mandrake", aveva tentato di immergersi in diretta tv prigioniero in una gabbia d'acciaio, sotto gli occhi dei suoi familiari e dei giornalisti. Ma di lui nessuna traccia