Wuhan, da epicentro del virus a capitale del turismo

| Il governo gioca il rilancio turistico della città del Covid-19, dove la normalità sembra ormai riconquistata in pieno, alzando il sospetto che in Cina il vaccino sia ormai realtà

+ Miei preferiti
Pochi, in Occidente, sapevano addirittura dell’esistenza di Wuhan, la città cinese da cui si sarebbe diffuso il virus che ha messo in ginocchio il pianeta. Il capoluogo della provincia di Hubei, 11 milioni di abitanti, centro accademico di eccellenza e capolinea della ferrovia ad alta velocità che la collega a Canton, era una metropoli industriale che da tempo tentava di aprirsi al turismo internazionale. Si parla al passato perché la fama di città “appestata” ha per forza di cose rovinato i piani di rilancio.

Ma adesso tutto è diverso: da mesi, la metropoli è uscita dall’incubo e i casi di infezione si contano ormai sulle dita di una mano, tenuti sotto così stretta sorveglianza da non lasciare più spazio al peggio.

Un risultato che ha convinto il ministero del turismo a lanciare un’operazione per rilanciare l’immagine della città nel mondo che parte da una clip pubblicitaria dal titolo inequivocabile: “Incontriamoci a Wuhan”.

Nel video si vedono persone dall’aria rilassata assai e tutti rigorosamente senza mascherina, a sottolineare che il pericolo è cessato. Un messaggio che coincide con i reportage che negli ultimi tempi mostrano una città tornata alla vita normale dopo le terribili immagini dei mesi scorsi, con gli abitanti reclusi nelle loro abitazioni tra il 23 gennaio e l’8 aprile e le strade avvolte dalle nuvole degli igienizzanti.

Un ricordo sa cancellare: ormai, i locali sono regolarmente aperti fino a tarda sera, così come le discoteche, le strutture sportive e tutti i luoghi di assembramento come i musei e i siti turistici, aperti gratuitamente per invogliare la gente a tornare alla normalità. Restano quarantamila bandiere cinesi esposte per le strade, per omaggiare i 40mila fra medici e infermieri che hanno pagato con la vita la battaglia contro il virus.

Una normalità si dice espressamente ordinata da Pechino, ansiosa di dimostrare la potenza del proprio sistema sanitario e pronta a dichiarare Wuhan “città martire”, simbolo della guerra combattuta contro il nemico invisibile del virus.

Un’immagine fin troppo idilliaca che alza un sospetto strisciante di cui si parla da mesi: la Cina avrebbe trovato un proprio vaccino, tenuto segreto come tutto il resto dall’inizio di questa storia.

Asia
100 giorni alle Olimpiadi,
e il Giappone è in ritardo
100 giorni alle Olimpiadi,<br>e il Giappone è in ritardo
L’1% della popolazione è stata vaccinata, e ai volontari dei giochi è stato detto che avranno due mascherine e del disinfettante. I timori per un evento che può diventare un velocissimo diffusore di nuove varianti in tutto il mondo
La Corea del Nord lancia due missili verso il Giappone
La Corea del Nord lancia due missili verso il Giappone
Ad un anno di distanza dall’ultima provocazione, Pyongyang ha lanciato due missili balistici verso il mar del Giappone. Immediata la reazione di Corea del Sud e Giappone: Biden deve ancora pronunciarsi
Giappone: ondata di suicidi fra adolescenti
Giappone: ondata di suicidi fra adolescenti
Lo scorso anno si è chiuso con la cifra più alta mai raggiunta dal 1980, da quando sono iniziate le statistiche. Per gli esperti non è chiaro quanto il lockdown abbia influito, ma sono pronte diverse contromisure per invertire la tendenza
L’ONU accusa: gli hacker di Kim rubano capitali
L’ONU accusa: gli hacker di Kim rubano capitali
La Corea del Nord, ormai ridotta allo stremo, avrebbe trovato il modo di accumulare capitali attraverso una fitta attività di furti online
Venti di guerra fra Cina e Taiwan
Venti di guerra fra Cina e Taiwan
Pechino usa la mano dura e avverte che i tentativi di indipendenza “significano guerra”, mentre gli Stati Uniti promettono sostegno, alzando alle stelle la tensione
Arrestato il re della metanfetamina
Arrestato il re della metanfetamina
Tse Chi Lop, narcotrafficante di origine cino-canadese, è accusato di gestire uno dei più grandi cartelli di metanfetamine del mondo, con giro d’affari di 60 miliardi di dollari all’anno
L’ultima speranza di Aslinda
L’ultima speranza di Aslinda
Una donna di Singapore sta per essere giustiziata in Cina per traffico di droga. La famiglia lancia un ultimo disperato appello
Kim Jong-un chiude tutto, causa pandemia
Kim Jong-un chiude tutto, causa pandemia
Quasi azzerati gli scambi commerciali con al Cina, l’unico Paese con cui Pyongyang aveva rapporti. Per gli esperti la decisione porterà a carenze di farmaci, cibo e carburante, ma dimostra quanto la situazione sia fuori controllo
Thailandia, il popolo contro il re
Thailandia, il popolo contro il re
È una rivolta che non ha precedenti guidata dai giovani, che pretendono di vivere in un Paese democratico in cui il sovrano deve rispondere davanti alla legge e al popolo. Ma si teme la dura repressione della polizia e dell’esercito
Nordcorea, nello sfarzo delle parate i fallimenti di Kim
Nordcorea, nello sfarzo delle parate i fallimenti di Kim
Le celebrazioni per i 75 anni della nascita del Partito avrebbero dovuto coincidere con l'avvento di un Paese ricco e civilizzato promesso dal piccolo leader 5 anni fa. Ma non è andata così