A New York la prima asta dedicata alla cultura Hip Hop

| All’incanto da Sotheby’s la corona indossata da Notorious B.I.G. tre giorni prima di essere ucciso, e 24 romantiche lettere d’amore scritte da Tupac Shakur a Katy, la sua fidanzatina del liceo

+ Miei preferiti
È considerata la prima, grande asta dedicata al mondo dell’Hip Hop, quella che il prossimo 15 settembre si terrà nella sede newyorkese di “Sothebys’”. Un evento che consacra una volta di più il profondo impatto culturale della cultura Hip Hop sull’arte, la moda, la società e la musica, iniziato alla fine degli anni ‘70 e fino al periodo considerato la “Golden Age”, nel lungo periodo che va dalla metà degli anni ‘80 a ad oggi. Articolata in oltre 120 pezzi, l’asta è composta da manufatti unici di un’arte contemporanea fra le più note al mondo, con gioielli storici, oggetti di lusso appartenuti a rapper, volantini, poster, fotografie, pubblicazioni e altro ancora. La maggior parte degli oggetti in vendita sono stati consegnati direttamente dagli artisti o dalle loro famiglie, e l’intero contenuto dell’asta sarà annunciato in un secondo momento.

Una parte del ricavato andrà a beneficio dei programmi Hip Hop della “Queens Public Library Foundation” e quelli di “Building Beats”, un’organizzazione no-profit che insegna ai giovani tecnologia e imprenditorialità attraverso corsi di musica. L’asta è stata organizzata con la collaborazione di Monica Lynch, ex presidente della “Tommy Boy Records” che ha contribuito a lanciare le carriere di artisti leggendari come Afrika Bambaataa & Soulsonic Force, Queen Latifah, De La Soul, e Naughty by Nature e molti altri.

Cassandra Hatton, vice presidente e Senior Specialist del Dipartimento Libri e Manoscritti di Sotheby’s, ha commentato: “Fin dalla sua nascita nel Bronx negli anni Settanta, l’Hip Hop è diventato una forza culturale globale la cui massiccia influenza continua a plasmare tutti gli ambiti della cultura: musica, moda, design, arte, cinema, atteggiamenti sociali, linguaggio e altro ancora. L’asta è una celebrazione delle origini e della prima epoca di questa rivoluzione e siamo particolarmente lieti di annunciare due pezzi appartenuti a vere leggende della cultura Hip Hop: Notorious BIG e Tupac”. I pezzi che andranno all’incanto saranno visitabili su appuntamento nelle gallerie di Sotheby’s, in York Avenue, dall’11 al 15 settembre.

Uno dei pezzi forti dell’asta è la corona indossata da Christopher Wallace (alias Notorious B.I.G.) durante un celebre shooting fotografico del 1997 conosciuto come “K.O.N.Y.” (King of New York): è l’ultimo servizio fotografico del rapper prima di essere ucciso a Los Angeles tre giorni dopo. La corona è di proprietà del fotografo Barron Claiborne, che ne è rimasto in possesso dopo il servizio fotografico. Sono incluse nel lotto tre stampe di dimensioni speciali autografate da Claiborne, e l’interno della corona reca la scritta “Crown from Biggie KONY Shot NYC 3-6-97” ed è firmata sia da Biggie che da Claiborne.

Assunto da “Rap Pages Magazine” per fotografare Notorious BIG per la copertina, Claiborne ebbe l’idea di ritrarre il rapper come il Re di New York, e per rendere più regale l’immagine di Biggie, Claiborne si era portato in studio due corone di dimensioni diverse, ma entrambe erano troppo piccole, e per adattarne una fu necessario rimuovere l’imbottitura interna in gommapiuma: il risultato è uno dei ritratti più iconici della cultura Hip Hop. “Dopo essere rimasta per 23 anni nelle mie mani, sono entusiasta di poter condividere questo pezzo leggendario nella storia dell’Hip Hop con il pubblico. Con i tragici eventi che si sono svolti pochi giorni dopo il servizio fotografico, questa immagine di un Notorious B.I.G. incoronato è diventata molto più di un ritratto, ha trasformato Biggie Smalls in una figura aristocratica quasi ammantata di santità, immortalata per sempre non solo come il re di New York, ma come un sovrano della musica Hip Hop e uno dei più grandi artisti di ogni tempo”.

Un altro punto forte dell’asta sono 22 lettere d’amore scritte dall’allora sedicenne Tupac Shakur a Kathy Loy, la sua fidanzatina del liceo e compagna di studi alla “Baltimore School for the Arts”, per cui stimano fra i 60 e gli 80mila dollari. Si tratta di 42 pagine su 24 fogli di carta e un biglietto d’auguri, tutte firmate dal futuro rapper in diversi modi: “Con amore”, “X l’eternità”, “Con passione” e “Per sempre tuo” e “Con tutto il mio cuore”. La corrispondenza epistolare va dalla fine di marzo del 1987 all’aprile dell’anno successivo, e racconta una storia d’amore durata circa due: dal primo incontro fino alla rottura, con l’aggiunta di una lettera di rimpianto inviata un anno dopo.

La corrispondenza rivela l’animo sensibile e vulnerabile di Tupac e il suo stile di scrittura ispirato, con frequenti svolte liriche e poesie d’amore racchiuse nel corpo delle lettere. Le lettere riflettono un turbine di romanticismo tra la coppia, con Shakur che professa il suo amore verso la fidanzatina, ma altrettanto rapidamente mostra insicurezza e profonda paura di perderla. La corrispondenza racconta anche la stretta amicizia di Shakur con la sua compagna di studi Jada Pinkett (la moglie di Will Smith), a cui fa riferimento in una lettera, oltre a fornire un piccolo sguardo della sua vita di casa, con accenni alla madre costretta a lavorare fino a tardi e la responsabilità di prendersi cura dei cugini.

Shakur scrive anche a Loy della sua nascente carriera musicale, ancora pieno di dubbi sull’idea di farne una professione: “La mia vecchia manager mi ha detto che non vuole che mi ritiri dal rap, ma credo che lo farò perché non riesco a sopportare troppi rifiuti. Vorrei essere meno sensibile, ma quello che sento ha a che fare con le mie insicurezze, e devo imparare a gestirlo da solo”.

Nell’ultima lettera indirizzata a Kathy Loy, scritta quasi un anno dopo la fine della storia d’amore, Tupac racconta che a 17 anni ha scelto di lasciare la casa della madre, raccontando il rammarico per la fine della loro storia.

Della morte di Tupac Shakur, ucciso a Las Vegas il 13 settembre 1996, fu inizialmente accusato proprio Notorious B.I.G., che a sua volta sarebbe caduto sotto i colpi di un mitra a Los Angeles il 9 marzo del 1997, sei mesi dopo il rivale.

Galleria fotografica
A New York la prima asta dedicata alla cultura Hip Hop - immagine 1
A New York la prima asta dedicata alla cultura Hip Hop - immagine 2
A New York la prima asta dedicata alla cultura Hip Hop - immagine 3
A New York la prima asta dedicata alla cultura Hip Hop - immagine 4
A New York la prima asta dedicata alla cultura Hip Hop - immagine 5
A New York la prima asta dedicata alla cultura Hip Hop - immagine 6
Aste
Venduta all’asta la bozza finale di Colazione da Tiffany
Venduta all’asta la bozza finale di Colazione da Tiffany
Più che raddoppiata la base di partenza per il manoscritto finale di Truman Capote: poco prima di andare in stampa cambiò il nome della protagonista nel celebre Holly Golightly
All’asta libri, manoscritti e miniati
All’asta libri, manoscritti e miniati
Antichi, preziosi e rarissimi manuali sull’architettura, sulla caccia e la geografia, andranno all’incanto il prossimo1 3 aprile a Firenze
La doppia aquila di Saint-Gaudens
La doppia aquila di Saint-Gaudens
La Casa d’Aste Pandolfini mette all’incanto fra il 23 novembre e il 3 dicembre quella che è considerata “la più bella moneta d’oro mai coniata in America”
All’asta il cronografo di Steve McQueen
All’asta il cronografo di Steve McQueen
Indossato nel celebre “Le Mans”, pellicola del 1971, ea stato donato dall’attore al capo meccanico al termine delle riprese. Uno degli orologi più iconici della storia, sarà battuto il prossimo 12 dicembre a New York
Beethoven secondo Andy Warhol all’asta da Sotheby’s
Beethoven secondo Andy Warhol all’asta da Sotheby’s
La serie completa di quattro litografie dedicate dal più celebre nome della pop-art al più grande fra i compositori vanno all’asta a Londra. Una rara occasione di vedere in vendita un set completo
All’asta il capolavoro di George Harrison
All’asta il capolavoro di George Harrison
Il testo di “While my guitar gently weeps”, scritto a mano da Harrison e con le correzioni di Ringo Starr, sta per andare all’incanto: si parte da 195mila dollari
All’asta la BMW su cui è morto Tupac Shakur
All’asta la BMW su cui è morto Tupac Shakur
È la vettura su cui il celebre rapper viaggiava come passeggero la notte fra il 7 e l’8 settembre del 1996. L’auto ha avuto diversi proprietari e l’ultimo ha voluto restaurarla, lasciando solo il segno di uno dei proiettili
La genesi di 007 nelle lettere di Ian Fleming e sua moglie Anne
La genesi di 007 nelle lettere di Ian Fleming e sua moglie Anne
Andranno all’asta fra pochi giorni da Sothebys’: rappresentano la fitta corrispondenza fra il creatore di James Bond e sua moglie. Oltre 160 lettere piene di tenerezze, accuse e insulti
Grease: gli abiti di Sandy all’asta
Grease: gli abiti di Sandy all’asta
Voluta da Olivia Newton-John per finanziare la propria clinica, l’asta ha messo all’incanto oltre 500 oggetti, ricordi e abiti appartenuti all’artista
All’asta il cardigan di Kurt Cobain
All’asta il cardigan di Kurt Cobain
Reso celebre da un’esibizione acustica per “MTV”, il maglione color verde marcio e con macchie originali, sta per andare all’asta per la seconda volta