All’asta la BMW su cui è morto Tupac Shakur

| È la vettura su cui il celebre rapper viaggiava come passeggero la notte fra il 7 e l’8 settembre del 1996. L’auto ha avuto diversi proprietari e l’ultimo ha voluto restaurarla, lasciando solo il segno di uno dei proiettili

+ Miei preferiti
Ha un che di orribile, perché comunque vada rappresenta la scena di un omicidio, ma per i collezionisti proprio questo ne fa un pezzo di enorme rarità: la BMW 750Li su cui fu ucciso il leggendario rapper Tupac Shakur, è in vendita.

Il musicista, ampiamente considerato uno dei rapper più influenti di tutti i tempi, era un passeggero della BMW nera guidata da Suge Knight, fondatore della “Death Row Records”, quando fu ucciso a colpi di pistola sullo “Strip” di Las Vegas nel 1996 dopo aver assistito ad un incontro di Mike Tyson. Diversi testimoni hanno parlato di una Cadillac bianca che si è fermata accanto alla BMW nera ad un semaforo, poco prima che fossero esplosi diversi colpi di pistola: Tupac è stato colpito al petto, al braccio e alla coscia da quattro proiettili calibro 40 sparati da una pistola. È morto sei giorni dopo in ospedale per le ferite riportate: l’assassino non è mai stato individuato, favorendo la nascita di numerose teorie.

La vettura è stata restaurata ed è in vendita da “Celebrity Cars Las Vegas” ad un prezzo sconcertante: 1,75 milioni di dollari. Malgrado il restauro, è stata volutamente mantenuta una piccola ammaccatura su una delle portiere, segno del foro di un proiettile. Al nuovo proprietario saranno forniti i documenti che provano che l’auto apparteneva alla “Death Row Records”, il produttore di Tupac che attualmente sta scontando una lunga pena in galera per aver investito un uomo nel 2015. Sequestrata dalla polizia di Las Vegas dopo l’omicidio, la vettura ha avuto diversi proprietari, ma l’ultimo ha voluto restaurarla. Ha gli interni in pelle nera, il motore originale da 5,4 litri e il cambio automatico a cinque marce: ha percorso 121.043 miglia (194.799 km).

Galleria fotografica
All’asta la BMW su cui è morto Tupac Shakur - immagine 1
All’asta la BMW su cui è morto Tupac Shakur - immagine 2
All’asta la BMW su cui è morto Tupac Shakur - immagine 3
All’asta la BMW su cui è morto Tupac Shakur - immagine 4
All’asta la BMW su cui è morto Tupac Shakur - immagine 5
All’asta la BMW su cui è morto Tupac Shakur - immagine 6
All’asta la BMW su cui è morto Tupac Shakur - immagine 7
Aste
Venduta all’asta la bozza finale di Colazione da Tiffany
Venduta all’asta la bozza finale di Colazione da Tiffany
Più che raddoppiata la base di partenza per il manoscritto finale di Truman Capote: poco prima di andare in stampa cambiò il nome della protagonista nel celebre Holly Golightly
Beethoven secondo Andy Warhol all’asta da Sotheby’s
Beethoven secondo Andy Warhol all’asta da Sotheby’s
La serie completa di quattro litografie dedicate dal più celebre nome della pop-art al più grande fra i compositori vanno all’asta a Londra. Una rara occasione di vedere in vendita un set completo
All’asta il capolavoro di George Harrison
All’asta il capolavoro di George Harrison
Il testo di “While my guitar gently weeps”, scritto a mano da Harrison e con le correzioni di Ringo Starr, sta per andare all’incanto: si parte da 195mila dollari
La genesi di 007 nelle lettere di Ian Fleming e sua moglie Anne
La genesi di 007 nelle lettere di Ian Fleming e sua moglie Anne
Andranno all’asta fra pochi giorni da Sothebys’: rappresentano la fitta corrispondenza fra il creatore di James Bond e sua moglie. Oltre 160 lettere piene di tenerezze, accuse e insulti
Grease: gli abiti di Sandy all’asta
Grease: gli abiti di Sandy all’asta
Voluta da Olivia Newton-John per finanziare la propria clinica, l’asta ha messo all’incanto oltre 500 oggetti, ricordi e abiti appartenuti all’artista
All’asta il cardigan di Kurt Cobain
All’asta il cardigan di Kurt Cobain
Reso celebre da un’esibizione acustica per “MTV”, il maglione color verde marcio e con macchie originali, sta per andare all’asta per la seconda volta
All’asta 25 supercar del rampollo presidenziale
All’asta 25 supercar del rampollo presidenziale
Teodorin Nguema Obiang Mangue, figlio del presidente della Guinea Equatoriale Teodoro Obiang, è un personaggio noto alle procure di mezzo mondo. Il garage da sogno sequestrato dalle autorità svizzere per un giro di corruzione e riciclaggio