Il mistero della bimba caduta dal cielo di Lockerbie

| Aveva 20 mesi, era fra le vittime dell’attentato al volo Pan Am del 1988: l’aveva ritrovata un giovane agente di polizia, che per trent’anni si è chiesto chi fosse

+ Miei preferiti
Alle 19:02 del 21 dicembre 1988, 400 kg di esplosivo al plastico esplodono nella stiva bagagli del volo 103 della “Pan Am”, partito da Francoforte con destinazione New York. Il cielo di Lockerbie, in Scozia, si riempie di una palla di fuoco, facendo precipitare al suolo quel che resta del Boeing 747-121 e delle 259 persone a bordo e di altre undici colpite dai rottami.

Nel giro di pochi minuti, la zona viene chiusa per l’arrivo di polizia e soccorritori: fra di loro Colin Dorrance, 18 anni, appena entrato in servizio nella polizia. È il suo primo incarico, uno scenario di morte e devastazione che non dimenticherà mai. Ma è proprio a lui, che un contadino della zona consegna un fagottino ritrovato nel retro della sua fattoria: è una bimba piccolissima che non ha neanche un graffio, sembra stia dormendo, incurante di quel che succede intorno. Colin la prende in braccio, tenta di rianimarla e per qualche minuto spera di farcela: strappare una vita a quell’inferno sarebbe un vero miracolo. Ma non c’è niente da fare: è morta, il suo corpicino è stato solo risparmiato da fiamme ed esplosivo.

Colin Dorrance si rassegna, ma da allora ha un desiderio nascosto: conoscere il nome di quella bimba piovuta dal cielo. Una piccola indagine personale che finisce ben presto per scontrarsi con indagini governative coperte dal segreto, per via di quello che è considerato uno dei peggiori e più sanguinosi attentati terroristici nella storia dell’aviazione civile.

Ma nulla gli vieta di pensare a lei ogni giorno, tormentato dall’idea di sapere chi fosse, con chi viaggiava, qual era la storia di quella piccola e dov’era sepolta, per portarle sulla tomba un fiore o un peluche.

Domande destinate a restare senza risposta per trent’anni esatti, fino a pochi giorni fa, quando Colin Dorrance, 48 anni, ormai ex agente della polizia, ha accompagnato alcuni familiari delle vittime ad una visita sui luoghi della tragedia in occasione del trentennale. È lì, parlando con alcuni di loro che Colin scopre la verità: quella bimba si chiamava Bryony Owen, aveva 20 mesi e viaggiava con sua mamma Yvonne, 29 anni, incinta del secondo figlio. Andavano a Boston, da Seth Friedman, il fidanzato della mamma, con cui avrebbero dovuto passare il Natale e organizzare il matrimonio previsto a breve. Bryony fu sepolta insieme ai resti della mamma.

“Si è chiuso il cerchio - ha dichiarato Colin Dorrance raccontando la sua storia - solo ora provo un senso di pace per quella bimba che non dimenticherò mai”.

Galleria fotografica
Il mistero della bimba caduta dal cielo di Lockerbie - immagine 1
Attualità
Ritrovata la tomba di Cleopatra?
Ritrovata la tomba di Cleopatra?
Un’archeologa sudamericana è convinta di aver individuato il luogo dove riposa l’ultima regina d’Egitto. Si troverebbe in tempio di Alessandria, insieme a Marco Antonio
L’anno del #MeToo
L’anno del #MeToo
Il movimento scatenato dal caso Weinstein ha subito un paio di contraccolpi che sembravano averne minato la bontà, ma gli esperti concordano: le accuse si stanno trasformando in processi, e le aziende cambiano le loro politiche interne
Joker, un successo pericoloso
Joker, un successo pericoloso
La straordinaria interpretazione di Joaquin Phenix minacciata da una lettera dei familiari delle vittime del cinema di Aurora e da un allarme lanciato dall’FBI per possibili attentati
La US Navy ammette tre fenomeni aerei non identificati
La US Navy ammette tre fenomeni aerei non identificati
Non è l’ammissione dell’esistenza di visitatori di altri pianeti, ma semplicemente l’impossibilità – al momento – di trovare una risposta scientifica ai fenomeni
E se domani salisse al potere Caligola?
E se domani salisse al potere Caligola?
Le confuse e violente successioni degli imperatori romani sembrano quanto più di distante possibile dalla nostra moderna democrazia. In realtà, senza ricorrere a veleni e pugnali, ancora oggi la politica utilizza i metodi di allora
Barcellona, boom di furti ai turisti
Barcellona, boom di furti ai turisti
Il capoluogo della Catalogna si sta guadagnando la fama di città fra le più violente e insicure al mondo: quasi 15mila fra furti e scippi ogni anno, e i cittadini si mobilitano
Notte di paura per un Bigfoot
Notte di paura per un Bigfoot
Una giovane coppia di fidanzati in campeggio nel Kentucky coinvolti nell’avvistamento della mostruosa creatura: un campeggiatore ha aperto il fuoco, ma loro non hanno visto nulla
Bravi da morire
Bravi da morire
Il passato turbolento di Finnegan Lee Elder e Gabriel Christian Natale-Hjorth, gli assassini del vice-brigadiere Cerciello Rega, ricostruito dal “San Francisco Chronicle”
Il viaggio della bottiglia per una vittima di Manchester
Il viaggio della bottiglia per una vittima di Manchester
Partita dalle coste inglesi, una bottiglia contenente pensieri e messaggi su una ragazzina morta nella strage, è stata ritrovata lungo le spiagge del Salento
Muore la regina del wrestling
Muore la regina del wrestling
Ashley Massaro, Dirty Diva, è morta in un ospedale di New York: la polizia sospetta un’overdose. Potente sul ring ma anche bella, aveva conquistato diverse copertine, compresa quella di Playboy