Il piccolo Julien è morto

| Precipitato quasi due settimane fa in un pozzo profondo oltre 100 metri, è stato raggiunto dai soccorritori dopo uno sforzo logistico enorme, ma era troppo tardi

+ Miei preferiti
Il lavoro immenso e contro il tempo di centinaia di soccorritori, con ogni mezzo e senza sosta, non è bastato a salvare il piccolo Julien: dopo tredici giorni a 107 metri di profondità, le squadre di soccorso hanno raggiunto il piccolo all’1:25 di questa notte, ma troppo tardi. Julien Rosellò, due anni, era ormai morto.

Si chiude nel peggiore dei modi una vicenda del tutto simile a quella del piccolo Alfredino Rampi, che nel 1981 aveva tenuto con il fiato sospeso l’Italia intera. Anche Julien era precipitato in un pozzo profondissimo largo appena 25 centimetri a Totalan, nel sud della Spagna: era successo il 13 gennaio scorso, quando Julien era scomparso mentre si trovava insieme alla sua famiglia per un picnic domenicale. Accanto al pozzo era stato ritrovato il sacchetto dei dolci che il bimbo aveva in mano poco prima, e un ciuffetto di capelli. Scatta l’allarme e sul posto nei giorni successivi arrivano centinaia di esperti e squadre di professionisti da tutto il mondo, specializzate nei salvataggi estremi. Da Julien, inghiottito dalla terra, in realtà non sono mai arrivati segni di vita, e i soccorritori avevano avvisato i genitori, distrutti dal dolore: lo tireremo fuori, ma non è detto che sia vivo.

Una telecamera era riuscita ad arrivare a 70 metri di profondità, ma era stata fermata dai detriti. Dopo diversi tentativi andati a vuoto, si decide di scavare un tunnel parallelo a quello dove si trova il bimbo, ma i lavori vanno a rilento per via della natura del terreno e della presenza di rocce molto dure che richiedono l’uso di cariche esplosive controllate. Raggiunta la profondità, i soccorritori hanno scavato un altro tunnel orizzontale di quattro metri per raggiungere il piccolo: l’ultima mini carica esplosiva intorno a mezzanotte. Poi il silenzio.

Quando è stata comunicata loro la notizia, José e Victoria, i genitori, hanno avuto un malore. Julien era l’unico figlio che gli restava: nel 2017 Oliver, il loro figlio maggiore, 3 anni, si era sentito male durante una passeggiata, ucciso da quella che era stata classificata come “morte improvvisa”.

Il sindaco di Totalan, Francisco de La Torre, ha proclamato tre giorni di lutto. Il premier Pedro Sanchez ha espresso il cordoglio di tutta la Spagna e ringraziato i soccorritori per l’incredibile impegno profuso nel tentativo di salvare il bambino. Un’inchiesta appurerà se ci sono responsabilità: la procura di Malaga ha sentito i genitori e i proprietari del terreno, perché da quanto emerso finora il pozzo sarebbe stato scavato senza autorizzazioni.

Galleria fotografica
Il piccolo Julien è morto - immagine 1
Attualità
Cate Blachett: «Il mondo non ha imparato nulla dal dolore dell’Italia»
Cate Blachett: «Il mondo non ha imparato nulla dal dolore dell’Italia»
L’attrice australiana, presidente della giuria al Festival del Cinema di Venezia, si dice colpita dalla risposta italiana alla pandemia e dall’assurda incapacità del pianeta di imparare qualcosa
Ritrovata la tomba di Cleopatra?
Ritrovata la tomba di Cleopatra?
Un’archeologa sudamericana è convinta di aver individuato il luogo dove riposa l’ultima regina d’Egitto. Si troverebbe in tempio di Alessandria, insieme a Marco Antonio
L’anno del #MeToo
L’anno del #MeToo
Il movimento scatenato dal caso Weinstein ha subito un paio di contraccolpi che sembravano averne minato la bontà, ma gli esperti concordano: le accuse si stanno trasformando in processi, e le aziende cambiano le loro politiche interne
Joker, un successo pericoloso
Joker, un successo pericoloso
La straordinaria interpretazione di Joaquin Phenix minacciata da una lettera dei familiari delle vittime del cinema di Aurora e da un allarme lanciato dall’FBI per possibili attentati
La US Navy ammette tre fenomeni aerei non identificati
La US Navy ammette tre fenomeni aerei non identificati
Non è l’ammissione dell’esistenza di visitatori di altri pianeti, ma semplicemente l’impossibilità – al momento – di trovare una risposta scientifica ai fenomeni
E se domani salisse al potere Caligola?
E se domani salisse al potere Caligola?
Le confuse e violente successioni degli imperatori romani sembrano quanto più di distante possibile dalla nostra moderna democrazia. In realtà, senza ricorrere a veleni e pugnali, ancora oggi la politica utilizza i metodi di allora
Barcellona, boom di furti ai turisti
Barcellona, boom di furti ai turisti
Il capoluogo della Catalogna si sta guadagnando la fama di città fra le più violente e insicure al mondo: quasi 15mila fra furti e scippi ogni anno, e i cittadini si mobilitano
Notte di paura per un Bigfoot
Notte di paura per un Bigfoot
Una giovane coppia di fidanzati in campeggio nel Kentucky coinvolti nell’avvistamento della mostruosa creatura: un campeggiatore ha aperto il fuoco, ma loro non hanno visto nulla
Bravi da morire
Bravi da morire
Il passato turbolento di Finnegan Lee Elder e Gabriel Christian Natale-Hjorth, gli assassini del vice-brigadiere Cerciello Rega, ricostruito dal “San Francisco Chronicle”
Il viaggio della bottiglia per una vittima di Manchester
Il viaggio della bottiglia per una vittima di Manchester
Partita dalle coste inglesi, una bottiglia contenente pensieri e messaggi su una ragazzina morta nella strage, è stata ritrovata lungo le spiagge del Salento