Katharina Schulze, l'astro nascente della politica tedesca

| Alle elezioni in Baviera ha messo in riga il partito di Angela Merkel e portato i Verdi a conquistare una storica seconda posizione. Sorridente, pulita, pragmatica, per i media tedeschi è la miglior espressione politica della Germania

+ Miei preferiti
Da piccola voleva fare l’astronauta e si sveglia sempre di buon umore, sono due delle pochissime cose che si conoscono di Katharina Schulze, vera vincitrice della tornata elettorale in Baviera e astro nascente della politica tedesca. A confermare il suo sorriso contagioso c’è il fresco 17,5% dei voti conquistato dal suo partito, i “Verdi”, messo insieme bastonando la “CSU”, assestata al 37,2% - peggior risultato di sempre – e la “CDU”, i socialdemocratici di Angela Merkel, rimasti al palo con il 9,7%.

Un mezzo miracolo firmato Katharina Schulze, 33 anni, originaria di Friburgo, nel Baden-Wuettemberg, laurea in scienze politiche e psicologia, nel 2008 diventa fervida attivista di una sezione giovanile dei “Verdi” e in soli dieci arriva ad occupare la poltrona di capogruppo del partito nel parlamento del Land. Nessun trucco: Katharina ha imparato a far campagna elettorale volando in America per seguire quella di Barack Obama del 2008. Poi è tornata in Germania e non c’è paese, villaggio o frazione dove non sia passata, dispensando sorrisi ma soprattutto il suo motto, “salviamo in mondo un passo alla volta”. Più o meno un’aliena su un pianeta su cui la parola d’ordine in campagna elettorale è promettere l’impossibile: posti di lavoro a milioni, soldi a pioggia, tagli alle tasse, burocrazia a zero, un marito alle zitelle e la domenica lasagne per tutti. Tanto chi abbocca c’è sempre.

Un motto dispensatore di serenità e perfino autoironia, che secondo i suoi collaboratori non rende giustizia alla sua fama di asfaltatrice: quello che si mette in testa lo ottiene. Il “Süddeutsche Zeitun” le ha coniato un soprannome che pare le calzi a pennello: “Duracell”. Una che non si spegne mai.

Da quando i riflettori si sono accesi su di lei, la Germania brama di sapere chi è e cosa fa nel tempo libero questa giovane donna bionda che basa la sua politica sul confronto, evitando lo scontro, che vorrebbe più polizia sulle strade e meno ai confini della Baviera, perché altrimenti non ha senso chiamarla Europa unita. Di lei, come accennato, si sa pochissimo: le piace il gelato, ascolta i “Red Hot Chilly Peppers”, non è sposata, non è mamma e non ha alcuna intenzione di svelare se il suo cuore batte per qualcuno, uomo o donna che sia.

Pragmatica ai microfoni, per commentare il secondo posto conquistato dai Verdi: “Queste elezioni sono state uno spartiacque, perché hanno definito la direzione che la Germania vuole prendere. Il mio obiettivo era diventare il secondo partito bavarese e raccogliere oltre il 10% dei voti. Missione compiuta”.

Galleria fotografica
Katharina Schulze, lastro nascente della politica tedesca - immagine 1
Katharina Schulze, lastro nascente della politica tedesca - immagine 2
Katharina Schulze, lastro nascente della politica tedesca - immagine 3
Katharina Schulze, lastro nascente della politica tedesca - immagine 4
Katharina Schulze, lastro nascente della politica tedesca - immagine 5
Katharina Schulze, lastro nascente della politica tedesca - immagine 6
Attualità
Ritrovata la tomba di Cleopatra?
Ritrovata la tomba di Cleopatra?
Un’archeologa sudamericana è convinta di aver individuato il luogo dove riposa l’ultima regina d’Egitto. Si troverebbe in tempio di Alessandria, insieme a Marco Antonio
L’anno del #MeToo
L’anno del #MeToo
Il movimento scatenato dal caso Weinstein ha subito un paio di contraccolpi che sembravano averne minato la bontà, ma gli esperti concordano: le accuse si stanno trasformando in processi, e le aziende cambiano le loro politiche interne
Joker, un successo pericoloso
Joker, un successo pericoloso
La straordinaria interpretazione di Joaquin Phenix minacciata da una lettera dei familiari delle vittime del cinema di Aurora e da un allarme lanciato dall’FBI per possibili attentati
La US Navy ammette tre fenomeni aerei non identificati
La US Navy ammette tre fenomeni aerei non identificati
Non è l’ammissione dell’esistenza di visitatori di altri pianeti, ma semplicemente l’impossibilità – al momento – di trovare una risposta scientifica ai fenomeni
E se domani salisse al potere Caligola?
E se domani salisse al potere Caligola?
Le confuse e violente successioni degli imperatori romani sembrano quanto più di distante possibile dalla nostra moderna democrazia. In realtà, senza ricorrere a veleni e pugnali, ancora oggi la politica utilizza i metodi di allora
Barcellona, boom di furti ai turisti
Barcellona, boom di furti ai turisti
Il capoluogo della Catalogna si sta guadagnando la fama di città fra le più violente e insicure al mondo: quasi 15mila fra furti e scippi ogni anno, e i cittadini si mobilitano
Notte di paura per un Bigfoot
Notte di paura per un Bigfoot
Una giovane coppia di fidanzati in campeggio nel Kentucky coinvolti nell’avvistamento della mostruosa creatura: un campeggiatore ha aperto il fuoco, ma loro non hanno visto nulla
Bravi da morire
Bravi da morire
Il passato turbolento di Finnegan Lee Elder e Gabriel Christian Natale-Hjorth, gli assassini del vice-brigadiere Cerciello Rega, ricostruito dal “San Francisco Chronicle”
Il viaggio della bottiglia per una vittima di Manchester
Il viaggio della bottiglia per una vittima di Manchester
Partita dalle coste inglesi, una bottiglia contenente pensieri e messaggi su una ragazzina morta nella strage, è stata ritrovata lungo le spiagge del Salento
Muore la regina del wrestling
Muore la regina del wrestling
Ashley Massaro, Dirty Diva, è morta in un ospedale di New York: la polizia sospetta un’overdose. Potente sul ring ma anche bella, aveva conquistato diverse copertine, compresa quella di Playboy