Notre-Drame

| Così titola questa mattina “Liberation”: il nostro dramma. Ma non è vero: il rogo che ha semidistrutto la cattedrale parigina è una ferita al cuore del mondo intero

+ Miei preferiti
Sembra impossibile, con le tecnologie moderne, dover assistere impotenti al fuoco che divora uno dei simboli di Parigi, secondo monumento per visitatori solo alla Tour Eiffel. È toccare con mano la fragilità di cose che sembrano sapere vincere il tempo, e scoprire che non è così: i monumenti sono come persone, e il tempo le assottiglia sempre di più. Ma la storia che brucia fa sempre effetto, si porta via le poche certezze di un popolo.



Un posto così fondamentale come Notre-Dame, si scopre ora, non aveva un sistema antincendio: troppo difficile pensare di installarlo. E nemmeno è stato possibile usare aerei ed elicotteri per spegnere le fiamme: Notre-Dame è nel centro di Parigi, e quel che restava in piedi era ormai troppo compromesso per poter resistere a milioni di litri d’acqua. Niente da fare: solo assistere, fotografare e filmare la lenta agonia di una cattedrale che orgogliosamente aveva resistito a guerre e rivoluzioni, a bombardieri, barbari e folli. Ma nulla poteva di fronte ad una scintilla nata esattamente dove non doveva. Alle 20:00 crolla la guglia: a tanti ricorda la scena delle Torre Gemelle di New York. Intorno, fra la gente ammassata lungo la Senna, lacrime e occhi rossi.

Una delle costruzioni gotiche più celebri del mondo, monumento storico di Francia, patrimonio dell’Unesco dal 1991, finita negli obiettivi di milioni di macchine fotografiche di turisti che ogni giorno, pioggia, sole o neve, affrontavano code infinite per visitarla.

Notre-Dame è ora un ammasso che ancora fuma per un incendio che dalle 19 di ieri sera è stato domato soltanto alle 4 del mattino: 9 ore dopo, tutto il tempo alle fiamme di mandare in cenere 800 anni di storia. Non ci sono feriti, a parte uno dei 500 pompieri che hanno lottato in ogni modo per salvarla, e sono esclusi atti terroristici o vandalici: le fiamme sembrerebbero partite da un’impalcatura dei lavori di ristrutturazione iniziati nell’estate dello scorso anno. Sarà un’inchiesta a stabilire cos’è successo e ad attribuire le responsabilità. Ma non c’è assicurazione che possa affrontare un risarcimento di simile entità.

Costruita fra il 1163 ed il 1344, ha una pianta a croce latina e due altissime torri campanaria. Victor Hugo l’aveva scelta per fare da sfondo al suo capolavoro, “Notre-Dame de Paris”, la storia del campanaro deforme Quasimodo e della zingara Esmeralda. Ma è solo una delle infinite opere che in qualche modo hanno reso omaggio a quel monumento che rappresenta uno degli scorci più belli e suggestivi di Parigi visti dalla Senna, sull’Île de la Cité. È a Notre-Dame che Francesco di Valois prende in sposa Maria Stuarda, ed è lì che la Francia ha dato l’estremo addio al generale Charles De Gaulle e alle vittime degli attentati del novembre 2015.



Sarà ricostruita, assicura il presidente Macron, anche se serviranno tempo e denari, tanti: saranno raccolti con una sottoscrizione mondiale e c’è già chi ha deciso di fare la propria parte, come Francois-Henri Pinault, miliardario alla guida del colosso “Kering”, che ha annunciato la donazione di 100 milioni di euro per la ricostruzione.

Galleria fotografica
Notre-Drame - immagine 1
Notre-Drame - immagine 2
Attualità
Joker, un successo pericoloso
Joker, un successo pericoloso
La straordinaria interpretazione di Joaquin Phenix minacciata da una lettera dei familiari delle vittime del cinema di Aurora e da un allarme lanciato dall’FBI per possibili attentati
La US Navy ammette tre fenomeni aerei non identificati
La US Navy ammette tre fenomeni aerei non identificati
Non è l’ammissione dell’esistenza di visitatori di altri pianeti, ma semplicemente l’impossibilità – al momento – di trovare una risposta scientifica ai fenomeni
E se domani salisse al potere Caligola?
E se domani salisse al potere Caligola?
Le confuse e violente successioni degli imperatori romani sembrano quanto più di distante possibile dalla nostra moderna democrazia. In realtà, senza ricorrere a veleni e pugnali, ancora oggi la politica utilizza i metodi di allora
Barcellona, boom di furti ai turisti
Barcellona, boom di furti ai turisti
Il capoluogo della Catalogna si sta guadagnando la fama di città fra le più violente e insicure al mondo: quasi 15mila fra furti e scippi ogni anno, e i cittadini si mobilitano
Notte di paura per un Bigfoot
Notte di paura per un Bigfoot
Una giovane coppia di fidanzati in campeggio nel Kentucky coinvolti nell’avvistamento della mostruosa creatura: un campeggiatore ha aperto il fuoco, ma loro non hanno visto nulla
Bravi da morire
Bravi da morire
Il passato turbolento di Finnegan Lee Elder e Gabriel Christian Natale-Hjorth, gli assassini del vice-brigadiere Cerciello Rega, ricostruito dal “San Francisco Chronicle”
Il viaggio della bottiglia per una vittima di Manchester
Il viaggio della bottiglia per una vittima di Manchester
Partita dalle coste inglesi, una bottiglia contenente pensieri e messaggi su una ragazzina morta nella strage, è stata ritrovata lungo le spiagge del Salento
Muore la regina del wrestling
Muore la regina del wrestling
Ashley Massaro, Dirty Diva, è morta in un ospedale di New York: la polizia sospetta un’overdose. Potente sul ring ma anche bella, aveva conquistato diverse copertine, compresa quella di Playboy
"Suicida perché era un pedofilo"
"Suicida perché era un pedofilo"
La moglie del suicida dopo un programma tv esulta sui social per la sua morte: "L'ho lasciato perché era un pedofilo, basta pietismo". Era andato in trasmissione per dimostrare alla nuova fidanzata che non l'aveva tradita
I piloti dei 737 Max contro la Boeing
I piloti dei 737 Max contro la Boeing
Un audio diffuso dai media americani, registrato poco dopo l’incidente del volo Lion Air, rivela un furioso incontro fra alcuni piloti e i responsabili della Boeing