Addio alle catene da neve

| In America impazzano le ZipGripGo, delle fascette usa e getta facilissime da installare e dal costo modesto

+ Miei preferiti
La bella stagione è in arrivo e in questo momento pensare alle catene di nave o alle “termiche” sembra fuori luogo. Ma la buona notizia è in agguato, perché dal prossimo inverno potremo dire addio per sempre (e senza rammarico), all’antico e fastidioso obbligo delle catene da neve. La novità arriva dagli Stati Uniti, si chiamano “ZipGripGo” e spopolano ovunque, anche perché uniscono utilità non da poco: sono usa e getta, facilissime da montare anche quando la macchina è ormai bloccata dalla neve, costano pochissimo e quando non servono più basta tagliarle. Per circa 30/35 dollari (una trentina di euro), si ha diritto ad un pacchetto che contiene 10 fascette, sufficienti a togliersi dai peggiori impicci. Un prezzo che può diventare importante e poco conveniente per chi vive in montagna o è solito andarci spesso, ma non per coloro che si trovano ad affrontare sporadicamente nevicate tali da rendere difficoltosa la circolazione.



Si tratta di un sistema ideato come dispositivo di emergenza, e sono speciali fascette in plastica tacchettate che ricordano quelle usate dagli elettricisti come stringicavo. Attualmente sono disponibili per la maggior parte delle misure delle gomme per auto, dalle berline ai Suv di grandi dimensioni, con cerchi fino a 22”.

La brutta notizia è che attualmente le “ZipGripGo” non sono omologate in Italia in quanto non contemplate nel Codice della Strada come alternativa alle gomme invernali e alle catene. 

Galleria fotografica
Addio alle catene da neve - immagine 1
Addio alle catene da neve - immagine 2
Addio alle catene da neve - immagine 3
Addio alle catene da neve - immagine 4
Auto & moto
Annullato il Salone dell’Auto di Ginevra
Annullato il Salone dell’Auto di Ginevra
Dopo il Mobile World Congress di Barcellona, è il secondo grande evento europeo a subire le conseguenze del dilagare del coronavirus
Il “Back to the Future” della DeLorean
Il “Back to the Future” della DeLorean
La leggendaria auto protagonista del film sarebbe pronta a tornare in un piccola serie, grazie ad una nuova legge americana che consente il ritorno di modelli storici
Il ritorno dell’Hummer (elettrico)
Il ritorno dell’Hummer (elettrico)
Da simbolo del sogno americano più opulento a quint’essenza della cafonaggine che ammorbava il mondo. La parabola del Suv più esagerato della storia sembra pronta per un altro capitolo
Tesla Cybertruck, “la cosa” è tra noi
Tesla Cybertruck, “la cosa” è tra noi
Difficile da racchiudere in una definizione, per Elon Musk è un super pick-up o giù di lì. A forme così brutte da sembrare piacevoli abbina autonomia record (800 km), capacità di carico da furgonato e riprese rabbiose. Atterrerà nel 2022
Tesla, the european invasion
Tesla, the european invasion
Elon Musk in persona ha annunciato la nascita a Berlino della quarta Giga-factory dedicata a produzione, progettazione e design. Dopo la Cina, parte la conquista della vecchia Europa
Più colonnine elettriche che pompe di benzina
Più colonnine elettriche che pompe di benzina
Storico sorpasso in UK, ora le stazioni di ricarica elettrica superano di 1000 unità i distributori di carburante. Sono 9300 colonnine contro 8400 impianti tradizionali
Furbetti togli-km, con Diogene li smascheri
Furbetti togli-km, con Diogene li smascheri
Il programma italo-svizzero Diogene è in grado di accertare i reali km percorsi da qualsiasi auto, anche non recente. Adottato dai maggiori marchi mondiali. Il fenomeno delle truffe altera il mercato auto
883 o 338? Ecco la mini Harley Davidson made in China
883 o 338? Ecco la mini Harley Davidson made in China
La casa USA sbarca in Asia per aumentare le vendite minacciate dall'età avanzata della sua clientela tradizionale. Moto di piccola cilindrata in collaborazione con Qianjiang Motorcycle Company. Sul mercato nel 2020
FCA, 'vendite di veicoli gonfiate': ritorsioni contro il manager che collabora con l'Fbi
FCA,
Il manager Ram, Reid Bigland, s'è visto tagliare lo stipendio di 2 milioni di dollari: "Una ritorsione perché ho collaborato con l'Fbi su come venivano gonfiati i dati". Replica: "Azienda ha agito secondo le norme"
Red and Green
Red and Green
La nuova Ferrari SF90 Stradale, ovvero la prima supercar ibrida pensate in “verde” nella dinastia delle “Rosse”. Soluzioni e tecnologie di prim’ordine, per una potenza netta di 1.000 CV