Annullato il Salone dell’Auto di Ginevra

| Dopo il Mobile World Congress di Barcellona, è il secondo grande evento europeo a subire le conseguenze del dilagare del coronavirus

+ Miei preferiti
Da buoni svizzeri, gli organizzatori del Salone dell’Auto di Ginevra sembravano voler tirare dritto, malgrado il mare di eventi cancellati nel resto dell’Europa confinante. Ma proprio in questi minuti arriva la conferma dell’ennesima vittima della psicosi da coronavirus. Previsto per la prossima settimana, con giornata stampa il 2 marzo e apertura al pubblico dal 5 al 15, l’annullamento della kermesse ginevrina colpisce e aggrava ulteriormente l’industria automobilistica mondiale, che si avvia al terzo anno consecutivo di recessione. Secondo gli organizzatori, erano attesi circa 220 espositori, con 10mila giornalisti e circa 660mila visitatori.

L’Ufficio Federale della Sanità Pubblica svizzero ha dichiarato che i raduni con oltre 1000 persone sono stati banditi almeno fino al 15 marzo per limitare la diffusione del virus. “Ci rammarichiamo di questa situazione, ma la salute di tutti i partecipanti è la priorità assoluta per noi e per i nostri espositori”, hanno detto gli organizzatori della conferenza stampa.

Una decisione presa anche sulla scorta del dietrofront di alcune case automobilistiche, che avevano deciso di ridurre al massimo la propria presenza a causa dell’epidemia. Toyota avrebbe inviato solo dirigenti e personale delle pubbliche relazioni con responsabilità per l’Europa.

In Svizzera sono stati segnalati 15 casi di coronavirus, mentre l’Italia conta 650 infezioni e 17 decessi, e la Francia segnala 38 casi e due morti.

David Leggett, redattore della società di analisi “GlobalData”, ha accusato gli organizzatori di eccessiva lentezza nella decisione di annullare l’appuntamento. “Sembravano riluttanti ad affrontare la realtà della crisi sanitaria pubblica”.

Il salone dell'auto è il secondo grande evento europeo ad essere cancellato a causa del coronavirus. All’inizio di questo mese era stato annullato il “Mobile World Congress”, colossale summit tecnologico a Barcellona che attira ogni anno più di 100mila persone.

Auto & moto
Il “Back to the Future” della DeLorean
Il “Back to the Future” della DeLorean
La leggendaria auto protagonista del film sarebbe pronta a tornare in un piccola serie, grazie ad una nuova legge americana che consente il ritorno di modelli storici
Il ritorno dell’Hummer (elettrico)
Il ritorno dell’Hummer (elettrico)
Da simbolo del sogno americano più opulento a quint’essenza della cafonaggine che ammorbava il mondo. La parabola del Suv più esagerato della storia sembra pronta per un altro capitolo
Tesla Cybertruck, “la cosa” è tra noi
Tesla Cybertruck, “la cosa” è tra noi
Difficile da racchiudere in una definizione, per Elon Musk è un super pick-up o giù di lì. A forme così brutte da sembrare piacevoli abbina autonomia record (800 km), capacità di carico da furgonato e riprese rabbiose. Atterrerà nel 2022
Tesla, the european invasion
Tesla, the european invasion
Elon Musk in persona ha annunciato la nascita a Berlino della quarta Giga-factory dedicata a produzione, progettazione e design. Dopo la Cina, parte la conquista della vecchia Europa
Più colonnine elettriche che pompe di benzina
Più colonnine elettriche che pompe di benzina
Storico sorpasso in UK, ora le stazioni di ricarica elettrica superano di 1000 unità i distributori di carburante. Sono 9300 colonnine contro 8400 impianti tradizionali
Furbetti togli-km, con Diogene li smascheri
Furbetti togli-km, con Diogene li smascheri
Il programma italo-svizzero Diogene è in grado di accertare i reali km percorsi da qualsiasi auto, anche non recente. Adottato dai maggiori marchi mondiali. Il fenomeno delle truffe altera il mercato auto
883 o 338? Ecco la mini Harley Davidson made in China
883 o 338? Ecco la mini Harley Davidson made in China
La casa USA sbarca in Asia per aumentare le vendite minacciate dall'età avanzata della sua clientela tradizionale. Moto di piccola cilindrata in collaborazione con Qianjiang Motorcycle Company. Sul mercato nel 2020
FCA, 'vendite di veicoli gonfiate': ritorsioni contro il manager che collabora con l'Fbi
FCA,
Il manager Ram, Reid Bigland, s'è visto tagliare lo stipendio di 2 milioni di dollari: "Una ritorsione perché ho collaborato con l'Fbi su come venivano gonfiati i dati". Replica: "Azienda ha agito secondo le norme"
Red and Green
Red and Green
La nuova Ferrari SF90 Stradale, ovvero la prima supercar ibrida pensate in “verde” nella dinastia delle “Rosse”. Soluzioni e tecnologie di prim’ordine, per una potenza netta di 1.000 CV
Bolla Tesla, terrore a Wall Street
Bolla Tesla, terrore a Wall Street
Conti in rosso e vendite in calo per le auto elettriche. La guerra dei dazi aggrava la crisi dell'impero di Musk. Bruciati 22 miliardi di dollari in pochi mesi, azionisti pronti a liberarsi di azioni e bond. Rischio titoli spazzatura