Bolla Tesla, terrore a Wall Street

| Conti in rosso e vendite in calo per le auto elettriche. La guerra dei dazi aggrava la crisi dell'impero di Musk. Bruciati 22 miliardi di dollari in pochi mesi, azionisti pronti a liberarsi di azioni e bond. Rischio titoli spazzatura

+ Miei preferiti

Wall Street con il fiato in sopeso. Chi ha nel portafoglio azioni o altro targato Tesla o Elon Musk teme seriamente per il proprio patrimonio. Gli operatori non danno i numeri - in tutti i sensi. Ma litigano per trasmettere al mondo della finanza un senso diffuso di incertezza che è quasi un anticipo di una crisi troppe volte annunciata. Le tensioni commerciali fra Stati Uniti e Cina rischiano di mettere a pregiudizio il già debole equilibrio delle società del geniale miliardario. Vuole, anzi deve, vendere tra le 360 e le 400 mila vetture nel 2019, ma gli analisti hanno tagliato di molto la cifra. Per l'agenzia finanziaria Bloomberg i guai ci sono già, il valore discendente in Borsa è come una febbre a 39. Con l’attuale -7 per cento e una perdita di valore oltre 40% in pochi mesi, costata qualcosa come 22 miliardi di dollari degli azionisti ormai inceneriti, con il bond benchmark della società automobilistica che ormai vale meno di 80 centesimi. Morgan Stanley parla di una società a un passo dal tracollo con le azioni prossime a trasformarsi in carta straccia. Nessuno crede che le auto elettriche siano la ricetta per vincere i duddi dei broker. Neppure gli incentivi e le ottimistiche previsioni di Musk hanno convinto il mercato; gli utili del quarto trimestre, più bassi rispetto al planning, confermano una domanda di auto elettriche in calo. I conti ora sono in profondo rosso. Un paio di operatori si sbilanciano: la malattia grave, se non ti uccide ti rafforza. Ma mancano pochi minuti alla fine della partita per cambiare il risultato.

Auto & moto
Annullato il Salone dell’Auto di Ginevra
Annullato il Salone dell’Auto di Ginevra
Dopo il Mobile World Congress di Barcellona, è il secondo grande evento europeo a subire le conseguenze del dilagare del coronavirus
Il “Back to the Future” della DeLorean
Il “Back to the Future” della DeLorean
La leggendaria auto protagonista del film sarebbe pronta a tornare in un piccola serie, grazie ad una nuova legge americana che consente il ritorno di modelli storici
Il ritorno dell’Hummer (elettrico)
Il ritorno dell’Hummer (elettrico)
Da simbolo del sogno americano più opulento a quint’essenza della cafonaggine che ammorbava il mondo. La parabola del Suv più esagerato della storia sembra pronta per un altro capitolo
Tesla Cybertruck, “la cosa” è tra noi
Tesla Cybertruck, “la cosa” è tra noi
Difficile da racchiudere in una definizione, per Elon Musk è un super pick-up o giù di lì. A forme così brutte da sembrare piacevoli abbina autonomia record (800 km), capacità di carico da furgonato e riprese rabbiose. Atterrerà nel 2022
Tesla, the european invasion
Tesla, the european invasion
Elon Musk in persona ha annunciato la nascita a Berlino della quarta Giga-factory dedicata a produzione, progettazione e design. Dopo la Cina, parte la conquista della vecchia Europa
Più colonnine elettriche che pompe di benzina
Più colonnine elettriche che pompe di benzina
Storico sorpasso in UK, ora le stazioni di ricarica elettrica superano di 1000 unità i distributori di carburante. Sono 9300 colonnine contro 8400 impianti tradizionali
Furbetti togli-km, con Diogene li smascheri
Furbetti togli-km, con Diogene li smascheri
Il programma italo-svizzero Diogene è in grado di accertare i reali km percorsi da qualsiasi auto, anche non recente. Adottato dai maggiori marchi mondiali. Il fenomeno delle truffe altera il mercato auto
883 o 338? Ecco la mini Harley Davidson made in China
883 o 338? Ecco la mini Harley Davidson made in China
La casa USA sbarca in Asia per aumentare le vendite minacciate dall'età avanzata della sua clientela tradizionale. Moto di piccola cilindrata in collaborazione con Qianjiang Motorcycle Company. Sul mercato nel 2020
FCA, 'vendite di veicoli gonfiate': ritorsioni contro il manager che collabora con l'Fbi
FCA,
Il manager Ram, Reid Bigland, s'è visto tagliare lo stipendio di 2 milioni di dollari: "Una ritorsione perché ho collaborato con l'Fbi su come venivano gonfiati i dati". Replica: "Azienda ha agito secondo le norme"
Red and Green
Red and Green
La nuova Ferrari SF90 Stradale, ovvero la prima supercar ibrida pensate in “verde” nella dinastia delle “Rosse”. Soluzioni e tecnologie di prim’ordine, per una potenza netta di 1.000 CV