Guida alle gomme invernali

| Una piattaforma che recensisce pneumatici ha stilato la classifica delle migliori coperture invernali, realizzata sulla base dei test condotti da diverse riviste automotive europee

+ Miei preferiti
Quali sono le migliori gomme invernali 2019/2020? Per scoprirlo, “GripDetective”, piattaforma di recensioni pneumatici, ha realizzato la classifica dei migliori marchi di pneumatici invernali che tiene conto dei risultati dei 10 test realizzati da riviste ed enti specializzati italiani, inglesi e tedeschi: Quattroruote, Auto Express, ADAC-TCS-ÖAMTC, Auto Motor und Sport, Auto Bild, Auto Zeitung, Auto Bild Allrad, Auto Bild Sportscars, Sport Auto e Auto Express.

Il vincitore della classifica dei migliori marchi di pneumatici invernali 2019 è “Bridgestone”, con un punteggio medio di 4,5 punti su 5 nei 3 test a cui ha partecipato. Davvero un bel risultato per il brand giapponese, soprattutto perché viene conquistato solamente con un prodotto, il nuovo invernale “Blizzak LM 005”, lanciato quest’anno. Al secondo posto si piazza Goodyear con 4,44 punti su 5, ottima media considerando il fatto che è stata ottenuta partecipando a ben 8 test. Il brand americano quest’anno ha stupito nelle prove comparative, vincendo 3 degli 8 confronti a cui ha partecipato. I nuovi prodotti lanciati per il 2019, “UltraGrip 9+” e “Ultragrip Performance +” si sono fatti valere, ma anche quelli meno recenti non sono stati da meno. Per GripDetective, Dunlop, marchio appartenente allo stesso gruppo Goodyear, è al sesto posto assoluto, con 4,1 punti conquistati nei 5 test a cui ha preso parte.

Il podio si completa con Vredestein, 4,43 punti medi ottenuti nei 7 test in cui è sceso in campo: il marchio olandese ha sempre prodotto ottimi pneumatici all season, ma recentemente ha dato il via ad un ciclo di rinnovamento dei prodotti che hanno ottenuto risultati eccellenti. Protagonista del podio è il “Wintrac Pro”, l’ultimo invernale lanciato dal gruppo. 

Seguono Michelin e Continental, rispettivamente con 4,3 e 4,2 punti. Il marchio francese ha partecipato a 7 prove, mentre quello tedesco addirittura ad 8. I risultati, in entrambi i casi, sono eccellenti: avere una media sopra i 4 punti su 5 con così tanti test effettuati, vuol dire garantire prestazioni straordinarie. Infine, merita una segnalazione Uniroyal, che ha ottenuto 4 su 5 nei 2 test a cui ha partecipato. Un risultato di tutto rispetto per il second brand di Continental. 



La classifica è stata realizzata partendo dai 10 test pubblicati nella stagione invernale 2019/2020, raggruppati per brand. Le valutazioni sono state rese omogenee traducendo i giudizi in una scala da 1 a 5: il massimo, 5, va ai pneumatici che hanno ottenuto il rating esemplare, ottimo, eccellente e via dicendo. Molto consigliato vale 4,5, consigliato e buono 4. Discreto e sufficiente sono convertiti in 3,5 e 3, mentre consigliato con riserva corrisponde a 2 e non consigliato a 1.

Dividendo la somma dei punteggi di ciascun brand per il numero di test effettuati si ottiene il piazzamento complessivo del marchio. Per non falsare l’ordine, sono stati inseriti solo quei brand che sono stati testati in più di una prova.

La classifica dei migliori marchi di pneumatici

1.  Bridgestone 4,5 (3 test)

2.  Goodyear 4,437 (8 test)

3.  
Vredestein 4,428 (7 test)

4.  Michelin 4,3 (7 test)

5.  Continental 4,2 (8 test)

6. Dunlop 4,1 (5 test)

7.  Uniroyal 4 (2 test)

8. Pirelli 3,9 (6 test)

9.  Hankook 3,8 (7 test)

10.               Kleber 3,7 (2 test)

11.               Falken 3,5 (8 test)

12.               Nokian 3,4 (7 test)

13.               Sava 3,2 (2 test)

14.               Kumho 3 (3 test)

15.               Toyo 2,8 (6 test)

16.              Cooper 2,5 (2 test)

17.               Nexen 2,2 (4 test)

18.              Viking 2,1 (2 test)

19.               Gislaved 1,8 (3 test)

20.               Maxxis 1,8 (2 test) 

Galleria fotografica
Guida alle gomme invernali - immagine 1
Auto & moto
Tesla Cybertruck, “la cosa” è tra noi
Tesla Cybertruck, “la cosa” è tra noi
Difficile da racchiudere in una definizione, per Elon Musk è un super pick-up o giù di lì. A forme così brutte da sembrare piacevoli abbina autonomia record (800 km), capacità di carico da furgonato e riprese rabbiose. Atterrerà nel 2022
Tesla, the european invasion
Tesla, the european invasion
Elon Musk in persona ha annunciato la nascita a Berlino della quarta Giga-factory dedicata a produzione, progettazione e design. Dopo la Cina, parte la conquista della vecchia Europa
Più colonnine elettriche che pompe di benzina
Più colonnine elettriche che pompe di benzina
Storico sorpasso in UK, ora le stazioni di ricarica elettrica superano di 1000 unità i distributori di carburante. Sono 9300 colonnine contro 8400 impianti tradizionali
Furbetti togli-km, con Diogene li smascheri
Furbetti togli-km, con Diogene li smascheri
Il programma italo-svizzero Diogene è in grado di accertare i reali km percorsi da qualsiasi auto, anche non recente. Adottato dai maggiori marchi mondiali. Il fenomeno delle truffe altera il mercato auto
883 o 338? Ecco la mini Harley Davidson made in China
883 o 338? Ecco la mini Harley Davidson made in China
La casa USA sbarca in Asia per aumentare le vendite minacciate dall'età avanzata della sua clientela tradizionale. Moto di piccola cilindrata in collaborazione con Qianjiang Motorcycle Company. Sul mercato nel 2020
FCA, 'vendite di veicoli gonfiate': ritorsioni contro il manager che collabora con l'Fbi
FCA,
Il manager Ram, Reid Bigland, s'è visto tagliare lo stipendio di 2 milioni di dollari: "Una ritorsione perché ho collaborato con l'Fbi su come venivano gonfiati i dati". Replica: "Azienda ha agito secondo le norme"
Red and Green
Red and Green
La nuova Ferrari SF90 Stradale, ovvero la prima supercar ibrida pensate in “verde” nella dinastia delle “Rosse”. Soluzioni e tecnologie di prim’ordine, per una potenza netta di 1.000 CV
Bolla Tesla, terrore a Wall Street
Bolla Tesla, terrore a Wall Street
Conti in rosso e vendite in calo per le auto elettriche. La guerra dei dazi aggrava la crisi dell'impero di Musk. Bruciati 22 miliardi di dollari in pochi mesi, azionisti pronti a liberarsi di azioni e bond. Rischio titoli spazzatura
Caro carburanti? Ecco chi sta peggio di noi
Caro carburanti? Ecco chi sta peggio di noi
Guai a far benzina nei Paesi Bassi, il paese europeo più caro. Sconsigliato anche in Danimarca e vietatissimo in Cina, dove servono 2,22 euro al litro
Ferrari P80/C, a gentile richiesta
Ferrari P80/C, a gentile richiesta
La nuova one-off marchiata con il Cavallino Rampante, realizzata su precise indicazioni di un facoltoso collezionista che l’ha battezzata “Rosso Vero”