Jeep Gladiator, american way of life

| Il nuovo pick-up di medie dimensioni debutta in questi giorni al salone di Los Angeles. Design iconico, capacità di carico, funzionalità e versatilità: arriverà in Europa nel 2020

+ Miei preferiti
La capacità off-road è scolpita nelle pietre sacre del grande libro dell’automobile, e in fondo basta il marchio, “Jeep”, per spiegare tutto senza bisogno di dilungarsi sul resto. Motivi sufficienti per dare al “Gladiator”, nome epico assegnato al nuovo pick-up, un posto di riguardo negli annali del marchio americano macchiato di italianità.

Ma Gladiator è anche, anzi soprattutto, una nuova mossa nella scacchiera del posizionamento mondiale di Jeep, in assoluto l’unico marchio a dare qualche gioia al gruppo “FCA”. Il nome Gladiator è evocativo: è stato usato negli anni Sessanta per un pick-up di enorme successo, ma la globalizzazione era lontana a venire e da queste parti si è visto poco.

Davanti al Gladiator 2019 si profila invece un paesaggio ben diverso, fatto di un’offensiva che parte dagli Stati Uniti, paese di elezione, e toccherà anche l’Europa, dove i surfisti si contano sulle dita di una mano, ma i pick-up sono comunque una nicchia di mercato aperta a nuove sfide.

Gladiator è il fratello dell’ultima generazione di Wrangler, ma con telaio modificato per allungare il passo e accogliere gli assali “Dana 44” di terza generazione, necessari per raggiungere la soglia della capacità di carico dei 725 kg per il cassone in acciaio con rivestimento antigraffio da 152 cm di lunghezza e con portellone ammortizzato a tre posizioni. Due i sistemi di trazione (in base alle versioni), “Command-Trac” e “Rock-Track” che prevedono bloccaggio elettrico degli assali “Tru-Lock”, differenziale a slittamento limitato “Trac-Lock”, barra stabilizzatrice a sbloccamento elettronico, pneumatici off-road da 33” e trazione integrale.

Stilisticamente non manca la leggendaria griglia a sette feritoie, vero simbolo Jeep insieme ai fari anteriori arrotondati e quelli posteriori squadrati, mentre gli interni ripropongono la stessa impostazione di Wrangler: il divano posteriore è sollevabile per consentire l’accesso a un vano portaoggetti con divisori amovibili e serratura. La strumentazione vanta un display da 3,5” (o 7”) e l’infotainment si concentra in un altro display da 5” a 8,4”, in base all’allestimento. A richiesta telecamera anteriore e oltre 80 sistemi di sicurezza.

Proposto nella sola variante a cabina doppia, con tetto rigido o in tela e quattro allestimenti (Sport, Sport S, Overland e Rubicon), Gladiator sarà prodotto a Toledo, in Ohio, e sarà lanciato sul mercato statunitense verso la metà del 2019, un anno prima dell’arrivo nell’area EMEA. 

Negli Stati Uniti sarà disponibile una sola motorizzazione, il V6 3.6 litri Pentastar benzina da 285 CV e 352 Nm con cambio manuale a sei marce o automatico a otto. Nel 2020 è previsto l’arrivo di un Ecodiesel V6 3.0 litri da 260 CV e 600 Nm con automatico a otto rapporti.

Auto & moto
Furbetti togli-km, con Diogene li smascheri
Furbetti togli-km, con Diogene li smascheri
Il programma italo-svizzero Diogene è in grado di accertare i reali km percorsi da qualsiasi auto, anche non recente. Adottato dai maggiori marchi mondiali. Il fenomeno delle truffe altera il mercato auto
883 o 338? Ecco la mini Harley Davidson made in China
883 o 338? Ecco la mini Harley Davidson made in China
La casa USA sbarca in Asia per aumentare le vendite minacciate dall'età avanzata della sua clientela tradizionale. Moto di piccola cilindrata in collaborazione con Qianjiang Motorcycle Company. Sul mercato nel 2020
FCA, 'vendite di veicoli gonfiate': ritorsioni contro il manager che collabora con l'Fbi
FCA,
Il manager Ram, Reid Bigland, s'è visto tagliare lo stipendio di 2 milioni di dollari: "Una ritorsione perché ho collaborato con l'Fbi su come venivano gonfiati i dati". Replica: "Azienda ha agito secondo le norme"
Red and Green
Red and Green
La nuova Ferrari SF90 Stradale, ovvero la prima supercar ibrida pensate in “verde” nella dinastia delle “Rosse”. Soluzioni e tecnologie di prim’ordine, per una potenza netta di 1.000 CV
Bolla Tesla, terrore a Wall Street
Bolla Tesla, terrore a Wall Street
Conti in rosso e vendite in calo per le auto elettriche. La guerra dei dazi aggrava la crisi dell'impero di Musk. Bruciati 22 miliardi di dollari in pochi mesi, azionisti pronti a liberarsi di azioni e bond. Rischio titoli spazzatura
Caro carburanti? Ecco chi sta peggio di noi
Caro carburanti? Ecco chi sta peggio di noi
Guai a far benzina nei Paesi Bassi, il paese europeo più caro. Sconsigliato anche in Danimarca e vietatissimo in Cina, dove servono 2,22 euro al litro
Ferrari P80/C, a gentile richiesta
Ferrari P80/C, a gentile richiesta
La nuova one-off marchiata con il Cavallino Rampante, realizzata su precise indicazioni di un facoltoso collezionista che l’ha battezzata “Rosso Vero”
GM, come muore una fabbrica
GM, come muore una fabbrica
Rabbia e commozione tra i 1700 operai e impiegati della GM di Lordstown in Ohio, quando l'ultima "Cruze" è scesa dalla catena di montaggio. L'azienda vuole licenziare altri 14mila dipendenti: "Stiamo ristrutturando"
V8 celebration
V8 celebration
La Ferrari F8 Tributo, la nuova creatura cresciuta negli orti di Maranello, celebra il premiatissimo V8, uno dei motori Ferrari di serie più potenti di sempre
Ecobonus o Ecomalus?
Tutte le auto premiate e le bocciate
Ecobonus o Ecomalus?<br>Tutte le auto premiate e le bocciate
Domani dovrebbero entrare in vigore i bonus per le auto meno inquinanti e gli aggravi per le altre. Sorpresa: tra le "punite" (dai grillini) anche le utilitarie e le medie più diffuse. Mazzata finale per l'automotive italiano