Parcheggi pieni di auto, mistero Tesla

| Le vetture elettriche non vengono consegnate ma centinaia di modelli sono stati individuati da clienti delusi in grandi spazi in diversi stati Usa. L'azienda: "Soluzione vicina". Ma gli analisti: "Musk mente sulle reali vendite?"

+ Miei preferiti

 

Il Daily Mail contro Tesla. In un servizio, descrive un inquietante retroscena-

“Tesla Motors sostiene di aver incrementato con successo la produzione della sua berlina modello 3 durante l'estate, rispettando l'impegno del CEO di risolvere i problemi di produzione che avevano sollevato interrogativi sulle prospettive future del costruttore di auto elettriche. Ma è davvero così?”, si domanda il tabloid britannico. Alcuni internauti hanno postato video e foto di piazzali in New Jersey, Arizona e Utah in cui sono parcheggiate un gran numero di Tesla. Stesso fenomeno anche a Lathrop, in California. Nei mesi scorsi gli analisti di mercato avevano avanzato l’inquietante ipotesi che la società non fosse in grado di “espandersi da un segmento di nicchia riservato ad auto sportive e di lusso ma incapace di grandi produzioni”. Ebbene, le foto degli insider sembrano smentirli.

“Un cliente ha però chiesto all’azienda di sapere dov'era la sua nuova Tesla, prenotata mesi fa e pagata, dopo avere visto centinaia di auto parcheggiate a Salt Lake City, nello Utah”, scrive il media. Zero risposte e grande frustrazione. Elon Musk ha twittato che ci sono stati problemi con la consegna delle auto ai clienti in seguito alle proteste. L'azienda ha annunciato che ha prodotto 80.142 veicoli nel terzo trimestre, segnando un aumento del 50 per cento rispetto al trimestre precedente e quando l'azienda ha raggiunto il suo obiettivo per la prima volta nell'ultima settimana di giugno, alcuni si sono chiesti se l'impresa era sostenibile. Ma perché non le consegna? La settimana scorsa, un giornale di settore ha documentato che un altro lotto di 100 auto Model 3s era a Bellevue, Washington, e ulteriori lotti a Chicago, Dallas, Las Vegas e Salt Lake City. L'azienda ha rifiutato di commentare il motivo di questa strana situazione, confermando che ci sono stati problemi di consegna ma “presto risolvibili”. Ma alcuni osservatori ritengono che Musk abbia fornito dati sbagliati sul numero di auto prenotate e ora non riesce a smaltire la produzione in eccesso, come l'azienda invece aveva pubblicizzato. Utilizzando droni e aerei privati, alcuni clienti delusi hanno scattato immagini dei parchi auto con centinaia di vetture elettriche in alta risoluzione dall'aria prima di pubblicarle su Twitter.  Gli esperti prevedono che il prezzo delle azioni Tesla scenderà ancora e accusano Elon Musk “di non essere stato sincero” sulla situazione attuale dell'azienda, in particolare sui numeri di vendita. L'esistenza di spazi così grandi pieni di auto è probabilmente la prova che qualcosa non va nell'azienda.  Un portavoce di Tesla, Dave Arnold, ha detto via e-mail al Times che i grandi lotti di veicoli erano "hub logistici di transito" e ha aggiunto: "Chiunque osservi quei lotti vedrà un cambiamento da un giorno all'altro". Tesla ha consegnato 83.500 veicoli nel terzo trimestre, più dell'80% rispetto ai mesi precedenti.

Auto & moto
Annullato il Salone dell’Auto di Ginevra
Annullato il Salone dell’Auto di Ginevra
Dopo il Mobile World Congress di Barcellona, è il secondo grande evento europeo a subire le conseguenze del dilagare del coronavirus
Il “Back to the Future” della DeLorean
Il “Back to the Future” della DeLorean
La leggendaria auto protagonista del film sarebbe pronta a tornare in un piccola serie, grazie ad una nuova legge americana che consente il ritorno di modelli storici
Il ritorno dell’Hummer (elettrico)
Il ritorno dell’Hummer (elettrico)
Da simbolo del sogno americano più opulento a quint’essenza della cafonaggine che ammorbava il mondo. La parabola del Suv più esagerato della storia sembra pronta per un altro capitolo
Tesla Cybertruck, “la cosa” è tra noi
Tesla Cybertruck, “la cosa” è tra noi
Difficile da racchiudere in una definizione, per Elon Musk è un super pick-up o giù di lì. A forme così brutte da sembrare piacevoli abbina autonomia record (800 km), capacità di carico da furgonato e riprese rabbiose. Atterrerà nel 2022
Tesla, the european invasion
Tesla, the european invasion
Elon Musk in persona ha annunciato la nascita a Berlino della quarta Giga-factory dedicata a produzione, progettazione e design. Dopo la Cina, parte la conquista della vecchia Europa
Più colonnine elettriche che pompe di benzina
Più colonnine elettriche che pompe di benzina
Storico sorpasso in UK, ora le stazioni di ricarica elettrica superano di 1000 unità i distributori di carburante. Sono 9300 colonnine contro 8400 impianti tradizionali
Furbetti togli-km, con Diogene li smascheri
Furbetti togli-km, con Diogene li smascheri
Il programma italo-svizzero Diogene è in grado di accertare i reali km percorsi da qualsiasi auto, anche non recente. Adottato dai maggiori marchi mondiali. Il fenomeno delle truffe altera il mercato auto
883 o 338? Ecco la mini Harley Davidson made in China
883 o 338? Ecco la mini Harley Davidson made in China
La casa USA sbarca in Asia per aumentare le vendite minacciate dall'età avanzata della sua clientela tradizionale. Moto di piccola cilindrata in collaborazione con Qianjiang Motorcycle Company. Sul mercato nel 2020
FCA, 'vendite di veicoli gonfiate': ritorsioni contro il manager che collabora con l'Fbi
FCA,
Il manager Ram, Reid Bigland, s'è visto tagliare lo stipendio di 2 milioni di dollari: "Una ritorsione perché ho collaborato con l'Fbi su come venivano gonfiati i dati". Replica: "Azienda ha agito secondo le norme"
Red and Green
Red and Green
La nuova Ferrari SF90 Stradale, ovvero la prima supercar ibrida pensate in “verde” nella dinastia delle “Rosse”. Soluzioni e tecnologie di prim’ordine, per una potenza netta di 1.000 CV