Addio a Luis Sepúlveda

| Lo scrittore cileno si è spento in un ospedale di Oviedo, in Spagna, dove era ricoverato da più di un mese e mezzo per coronavirus

+ Miei preferiti
Luis Sepúlveda era stato una delle prime celebrità colpite da coronavirus, trasformandosi suo malgrado in un messaggio chiarissimo per tutto il mondo: questo male non risparmia nessuno. Ma a lui, al contrario di tanti volti noti che adesso possono raccontare la propria drammatica esperienza, è andata male: è morto al Central University Hospital of Asturias di Oviedo, in Spagna, dove era ricoverato dal 29 febbraio scorso, dopo essere rientrato da un viaggio in Portogallo.

Anche sua moglie, Carmen Yanez, era stata ricoverata per alcuni sintomi del contagio, ma era risultata negativa al test.

Cileno naturalizzato in Francia, Luis Sepúlveda si considerava un esule politico, un guerrigliero e un viaggiatore che si era imposto agli occhi del mondo per “Il vecchio che leggeva romanzi d’amore”, dedicato alla figura di Chico Mendes. Ma la consacrazione da moderno cantastorie era arrivata con “Storia di una gabbianella e del gatto che le insegnò a volare”, una vicenda delicata che ha dentro l’eterna lotta fra il bene e il male.

Articoli correlati
Biografie - anniversari
Il principe un passo indietro
Il principe un passo indietro
L’amore e la devozione con cui per 73 anni, Filippo di Edimburgo ha accettato di seguire e sorreggere la moglie. Fondamentale il suo ruolo dietro le quinte nei momenti migliori e peggiori della monarchia
Ricordando Massimo
Ricordando Massimo
Addio a Lawrence Ferlinghetti, il padre del Beat
Addio a Lawrence Ferlinghetti, il padre del Beat
Fondatore della City Lights di San Francisco, libreria e casa editrice che aveva pubblicato volumi considerati così scomodi da costargli una condanna. L’ultimo anno era stato guastato dalle difficoltà economiche figlie della pandemia
Addio a Larry Flynt, il bad-boy del porno
Addio a Larry Flynt, il bad-boy del porno
Nato poverissimo nelle campagne del Kentucky, aveva iniziato riempiendo un bar di ballerine nude. Nel 1974 fonda “Hustler”, la rivista che diventerà l’icona dell’impero
Il mondo dice addio a 007
Il mondo dice addio a 007
A 90 anni, Sean Connery si è spento nella sua residenza alle Bahamas. Nel 2005 aveva annunciato il ritiro dalle scene, dopo una carriera lunga e ricca di soddisfazioni. Per cinque volte aveva vestito i panni di James Bond
Addio a Ennio Morricone
Addio a Ennio Morricone
Il grande compositore si è spento a 93 anni in una clinica dov'era ricoverato da qualche giorno
Addio a Stirling Moss, l’eterno secondo
Addio a Stirling Moss, l’eterno secondo
Il leggendario pilota inglese si è spento a Londra a 90 anni dopo una lunga malattia. Nella sua lunga carriera un solo rammarico: non aver mai vinto un mondiale, per colpa di Fangio
Addio a Suor Germana, la cuoca di Dio
Addio a Suor Germana, la cuoca di Dio
Molto prima dell’invasione di chef e cooking-show, era diventata un personaggio televisivo e la prolifica autrice di oltre 40 volumi di ricette venduti in milioni di copie
Addio a Danny Aiello, simbolo degli italoamericani
Addio a Danny Aiello, simbolo degli italoamericani
Figlio di operai di origini italiane, era diventato uno dei caratteristi più apprezzati di Hollywood: a lui toccava spesso il ruolo di mafioso, buttafuori, tassista o agente di polizia
Quel che resta del Muro
Quel che resta del Muro
30 anni fa, i berlinesi davano l’assalto a “Die Mauer”, il muro che li aveva divisi per quasi un trentennio. Oggi, celebrazioni e malinconie a parte, quel che resta è un’attrazione per turisti