Addio a Peter Fonda

| Il leggendario interprete di Esay Rider si è spento a Los Angeles a 79 anni. Era malato da tempo

+ Miei preferiti
Peter Fonda è morto a Los Angeles, dopo una lunga malattia che lo tormentava da tempo. Aveva 79 anni, ed era considerato uno degli ultimi grandi attori di Hollywood. Il suo cognome è scritto nella leggenda del cinema: suo padre era Henry, sua sorella Jane e sua figlia Bridget rappresentano tre diverse generazioni dei Fonda, famiglia di origine olandese e con qualche goccia di sangue italiano nelle vene che era stata fra le prime a colonizzare lo stato di New York, dando origine addirittura alla città di Fonda, contea di Montgomery, 795 abitanti.

Peter era nato a New York nel 1940: aveva 10 anni quando la mamma, Frances Seymour Brokaw, si era tolta la vita a causa di problemi psichici. Peter si getta nella recitazione, e dopo aver debuttato in teatro si trasferisce a Hollywood per tentare la carriera cinematografica. Ma è un attore anomalo, che diventa noto nell’ambiente per aver rifiutato più ruoli di chiunque altro. Anticonformista, si fa crescere i capelli frequentando gli ambienti della controcultura californiana, ed è quanto basta per inimicarsi buona parte dei produttori e finire in galera durante gli scontri con la polizia per la chiusura del “Pandora’s Box”, un locale hippie.

Il successo arriva nel 1969, quando insieme a Dennis Hopper dà vita a “Easy Rider”, un road movie considerato il vero manifesto della cultura hippie degli anni Sessanta. La storia di due motociclisti in viaggio da Los Angeles alla Louisiana vince la Palma d’Oro a Cannes e conquista due nominations all’Oscar.

Lo scorso luglio, Peter aveva partecipato alle celebrazioni per il 50esimo anniversario dell’uscita del film.

Galleria fotografica
Addio a Peter Fonda - immagine 1
Addio a Peter Fonda - immagine 2
Addio a Peter Fonda - immagine 3
Biografie - anniversari
Quel che resta del Muro
Quel che resta del Muro
30 anni fa, i berlinesi davano l’assalto a “Die Mauer”, il muro che li aveva divisi per quasi un trentennio. Oggi, celebrazioni e malinconie a parte, quel che resta è un’attrazione per turisti
Coppi, l’amante, il fratello e tutto quanto
Coppi, l’amante, il fratello e tutto quanto
La vita del campionissimo fu sfortunatamente breve ma intensa. Vinse ovunque, fece scandalo nella bigotta Italia degli anni Cinquanta, divise l’Italia per la rivalità con Bartali e perse un fratello, corridore come lui
Quel gran genio di mio marito, Lucio Battisti
Quel gran genio di mio marito, Lucio Battisti
Ricorre oggi l’anniversario della morte del grande cantante, che la moglie ha sempre cercato di proteggere da ogni speculazione tesa a sfruttare la sua opera. A volte in modo ritenuto eccessivo da amici, collaboratori e fan
La bionda che riuscì a non invecchiare
La bionda che riuscì a non invecchiare
Con la morte del 5 agosto 1962, Marilyn Monroe è entrata nella leggenda. Ufficialmente la causa del decesso è il suicidio con barbiturici ma sono numerosi i sospetti che indicano responsabilità della mafia o dei servizi segreti
Strage di Bologna, la verità è ancora lontana
Strage di Bologna, la verità è ancora lontana
L'ex Nar Paolo Bellini, prosciolto nel '92, forse era nella stazione. Il frammento di un film lo inquadrerebbe nell'atrio dopo lo scoppio. Il ruolo di Gilberto Cavallini. Esumato il corpo della vittima più vicina all'esplosione
Addio a Luciano de Crescenzo
Addio a Luciano de Crescenzo
Scrittore e filosofo corredato da una forte dose di ironia, aveva trovato il modo di rendere piacevoli a tutti perfino i più temuti mattoni culturali. Personaggio a tutto tondo, aveva lavorato anche per il cinema e la televisione
È morto Andrea Camilleri
È morto Andrea Camilleri
Il grande scrittore, padre del commissario Montalbano, si è spento a Roma, dov’era stato ricoverato d’urgenza per problemi cardiorespiratori. Aveva 92 anni, e si preparava al debutto alle Terme di Caracalla
La morte (inutile?) di un 'eroe borghese'
La morte (inutile?) di un
Addio a Lee Iacocca, il signore dell’auto
Addio a Lee Iacocca, il signore dell’auto
Un nome leggendario che dalla Ford era passato alla Chrysler salvandola dalla bancarotta. Di origini italiane, è stato l’incarnazione del sogno americano
10 anni senza Michael Jackson
10 anni senza Michael Jackson
Un anniversario silenzioso per via delle recenti accuse di pedofilia che hanno offuscato il suo talento immenso. La storia e la fine di uno dei più grandi artisti di sempre