All you need is terrain

| Nasce la Discovery SVX, il fuoristrada che non si spaventa di fronte a nulla, neanche se si tratta di lusso, prestazioni ed eleganza

+ Miei preferiti
Di Germano Longo

Bisognerà abituarsi alla sigla "SVX", che da qui in avanti farà da spartiacque fra le versioni "off-road oriented" e i modelli Land Rover più urbanizzati. Ad aprire la dinastia selvaggia è la Discovery SVX, la variante più estrema mai prodotta dell'iconica fuoristrada, giunta alla quinta generazione lo scorso anno, e pensata con uno specifico obiettivo: saper affrontare come si deve qualsiasi dispetto del terreno.

Insieme a Range Rover Sport SVR e la SV Autobiography, Discovery SVX è il terzo progetto realizzato dalla SVO, la Special Vehicle Operations, sezione specializzata di Land Rover nata per esaltare le doti all-terrain senza dimenticare che andare in cerca di guadi e sterrati, non significa rifiutare lusso ed eleganza, anzi.

Disponibile con un solo motore, il 5 litri V8 Supercharged da 525 CV e 625 Nm di coppia massima, la Discovery SVX vanta scocca in alluminio, sospensioni idrauliche, ammortizzatori a corsa lunga, cerchi in alluminio forgiato e la novità dell'Hydraulic Active Roll Control (H-ARC), sistema che aumenta l'articolazione delle ruote e il controllo dinamico, migliora la trazione in off-road e, per finire, riduce il rollio. Un sistema che affianca la trazione Terrain Response 2 tarata in modo specifico, insieme alle calibrazioni del cambio automatico a otto rapporti, all'Hill Descent Control, l'Electronic Stability Control  All-Terrain Progress Control e servosterzo elettrico.

Anche il look, raggiunto prendendo ispirazione dai veicoli utilizzati nel "Camel Trophy" e nel "G4 Challenge", ha un'aria aggressiva e selvaggia: paraurti esclusivi, piastre di protezione, ganci traino in grado di sopportare sei tonnellate, cofano antiriflesso e verricello elettrico posteriore.

Biografie - anniversari
25 anni senza Kurt
25 anni senza Kurt
È passato un quarto di secolo da quando il leader dei “Nirvana” si toglie la vita nel garage della sua abitazione. Era finito in una spirale di depressione ed eroina, e niente è riuscito a salvarlo
Buon compleanno Pac-Man!
Buon compleanno Pac-Man!
Uno strano bottoncino giallo molto affamato va a caccia di puntini in un labirinto, inseguito da fantasmi che se lo vogliono mangiare. Inventato il 3 aprile 1980, è il videogioco più conosciuto al mondo
Il sacrificio di Marco Biagi
Il sacrificio di Marco Biagi
Temeva per la propria incolumità, ma gli era stata tolta la scorta. Aveva ragione: 17 anni fa, i terroristi delle BR lo aspettavano sotto casa, per punire il suo impegno di riformatore
Addio a Mario Marenco
Addio a Mario Marenco
Uno dei più conosciuti compagni della banda di Renzo Arbore è morto a 85 anni. Architetto di professione, nella carriera nel mondo dello spettacolo era riuscito a creare una galleria di personaggi surreali
Non solo Barbie
Non solo Barbie
La ricerca forsennata di notizie da urlare in poche righe che non mettano in cattiva luce e che non obblighino a faticose riflessioni e prese di posizione: ecco la realtà in cui fretta e superficialità ci stanno conducendo
Addio a Luke Perry
Addio a Luke Perry
Il celebre Dylan McKay di Beverly Hills 90210 è morto a causa dell’ictus che l’aveva colpito giorni fa in modo “devastante”. Aveva appena finito di girare alcune scene per il nuovo film di Quentin Tarantino
Petri, quel poliziotto che morì da eroe
Petri, quel poliziotto che morì da eroe
Emanuele Petri, il 2 marzo 2003, fu ucciso dal brigatista rosso Mario Galesi, a sua volta abbattuto da un altro agente. Il terrorista ferì un modo grave anche un terzo collega. E la sua complice fu arrestata.
Addio all’uomo che ha inventato Ibiza
Addio all’uomo che ha inventato Ibiza
Tony Pike era una leggenda, un’icona, il cuore di Ibiza, l’isola delle Baleari che ha saputo trasformare in una delle località più in voga da decenni
15 anni senza il Pirata
15 anni senza il Pirata
La sera di San Valentino del 2004, Marco Pantani veniva ritrovato morto nella stanza di un hotel di Rimini. Era la fine della vita clamorosa e difficile di uno dei più grandi campioni del ciclismo
Jan Palach, il fuoco eterno
Jan Palach, il fuoco eterno
Cinquant’anni fa un giovane studente sceglie di darsi alle fiamme nel cuore di Praga: una protesa estrema contro la rassegnazione in cui stava piombando il suo paese