La notte della Famiglia Manson

| La data del 9 agosto 1969, quella dell’inutile e agghiacciante strage al 10050 di Cielo Drive, è diventata uno dei momenti più significativi degli anni Sessanta

+ Miei preferiti
Oggi, la villa che riprendeva lo stile delle residenze di campagna francesi al 10050 di Cielo Drive, sulle colline di Bel Air che dominano Beverly Hills, non esiste più. Nel 1994, il proprietario, il produttore Rudi Altobelli, ha deciso di demolirla per costruire “Bella Villa”: era stanco del via vai di turisti e curiosi, e per confonderli ha voluto cambiare anche l’indirizzo: 10060 Cielo Drive. Era stata realizzata nel 1944 per l’attrice francese Michèle Morgan dall’architetto Robert Byrd, e nel tempo diventa l’indirizzo provvisorio di star come Cary Grant, Henry Fonda e Candice Bergen. Nel febbraio del 1969, il regista Roman Polanski e sua moglie, l’attrice Sharon Tate, la prendono in affitto. Polanski è spesso in viaggio, e la Tate – incinta a due settimane dal parto– non ama restare da sola in quella casa, troppo grossa e troppo isolata. Forse un presentimento della notte che avrebbe mandato in frantumi la felicità degli anni Sessanta e minato per sempre la tranquillità di uno dei posti più esclusivi del mondo.

La notte del 9 agosto 1969, la “Famiglia” di Charles Manson, il santone che governa una mandria di disadattati con la droga e il sesso, ordina una strage per punire un sistema che lo respingeva impedendogli di diventare un artista di successo. Charles Watson, Linda Kasabian, Susan Atkins e Patricia Krenwinkel penetrano nella villa dove Sharon Tate si trova in compagnia di alcuni suoi amici. È una strage che da mezzo secolo viene raccontata in ogni modo, senza neanche risparmiare i dettagli più terrificanti e sanguinolenti: una vera mattanza che lascia la polizia senza parole. Passeranno mesi prima che gli agenti individuino i responsabili della strage di Cielo Drive e quella del giorno successivo, in cui a rimetterci sono Leno LaBianca e sua moglie Rosemary, uccisi anche loro senza risparmiare sull’orrore.

Sarà Quentin Tarantino a far rivivere ancora una volta la strage al 10050 di Cielo Drive: il suo “Once Upon a Time in Hollywood” racconta la Hollywood di quegli anni solo all’apparenza spensierati e la morte di Sharon Tate, una bellissima ragazza di 26 anni che stava per diventare mamma, e da allora è sepolta insieme al piccolo Paul all’Holy Cross Cemetery di Culver City.

Galleria fotografica
La notte della Famiglia Manson - immagine 1
La notte della Famiglia Manson - immagine 2
Biografie - anniversari
Addio a Peter Fonda
Addio a Peter Fonda
Il leggendario interprete di Esay Rider si è spento a Los Angeles a 79 anni. Era malato da tempo
La bionda che riuscì a non invecchiare
La bionda che riuscì a non invecchiare
Con la morte del 5 agosto 1962, Marilyn Monroe è entrata nella leggenda. Ufficialmente la causa del decesso è il suicidio con barbiturici ma sono numerosi i sospetti che indicano responsabilità della mafia o dei servizi segreti
Strage di Bologna, la verità è ancora lontana
Strage di Bologna, la verità è ancora lontana
L'ex Nar Paolo Bellini, prosciolto nel '92, forse era nella stazione. Il frammento di un film lo inquadrerebbe nell'atrio dopo lo scoppio. Il ruolo di Gilberto Cavallini. Esumato il corpo della vittima più vicina all'esplosione
Addio a Luciano de Crescenzo
Addio a Luciano de Crescenzo
Scrittore e filosofo corredato da una forte dose di ironia, aveva trovato il modo di rendere piacevoli a tutti perfino i più temuti mattoni culturali. Personaggio a tutto tondo, aveva lavorato anche per il cinema e la televisione
È morto Andrea Camilleri
È morto Andrea Camilleri
Il grande scrittore, padre del commissario Montalbano, si è spento a Roma, dov’era stato ricoverato d’urgenza per problemi cardiorespiratori. Aveva 92 anni, e si preparava al debutto alle Terme di Caracalla
La morte (inutile?) di un 'eroe borghese'
La morte (inutile?) di un
Addio a Lee Iacocca, il signore dell’auto
Addio a Lee Iacocca, il signore dell’auto
Un nome leggendario che dalla Ford era passato alla Chrysler salvandola dalla bancarotta. Di origini italiane, è stato l’incarnazione del sogno americano
10 anni senza Michael Jackson
10 anni senza Michael Jackson
Un anniversario silenzioso per via delle recenti accuse di pedofilia che hanno offuscato il suo talento immenso. La storia e la fine di uno dei più grandi artisti di sempre
Hurricane, vent'anni in prigione innocente
Hurricane, vent
Sono passati 53 anni dalla sparatoria al "Lafayette Bar &Grill", due bianchi vennero uccisi e Rubin Carter, pugile destinato a diventare campione del mondo, fu condannato all'ergastolo da una giuria di bianchi
L’ultima corsa di Gabe Grunewald
L’ultima corsa di Gabe Grunewald
La coraggiosa mezzofondista americana diventata simbolo della lotta al cancro, si è arresa. Dieci anni di battaglie contro quattro diversi tumori che l’hanno aggredita ovunque, a cui lei ha sempre risposto tornando ogni volta in pista