Make America fast again

| Ford presenta il restyling per l'iconica Mustang, uno dei simboli assoluti del sogno americano, e per il piccolo suv EcoSport, che per la prima volta riceve in dono la trazione integrale

+ Miei preferiti
Di Germano Longo

Oltre mezzo secolo di storia, 53 anni suonati, e neanche un acciacco: il destino della Mustang, la "muscle car" per tutte le tasche voluta da Lee Iacocca nel 1964, è una corsa meravigliosamente inarrestabile. Il nuovo restyling, atteso da questa parte dell'oceano il prossimo anno in versione Coupé e Convertibile, rilegge l'immagine generale modificando dettagli come il cofano pronunciato, i gruppi ottici full led e il paraurti sagomato, monta cerchi in lega da 19" e adotta nuovi colori, come l'Orange Fury del modello esposto a Francoforte.

All'interno un display da 12" e opzioni raffinate come il volante riscaldabile e i sedili climatizzati, mentre l'assistenza alla guida adotta Distance Alert System, Adaptive Cruise Control, Lane Keeping Aid, Lane Departure Warning e il sistema Drag Strip con My Mode, che permette di personalizzare tutti i parametri.

Sotto il cofano scelta fra una coppia di roba tosta assai: un 4 cilindri EcoBoost da 2.3 litri con 290 CV e un V8 5 litri da 450, entrambi perdono potenza per l'arrivo del filtro antiparticolato necessario per rispondere alle normative. Cambio automatico a dieci rapporti o manuale a sei.

 

EcoSport

Per il piccolo suv marchiato Ford che nel 2012 ha raggiunto la seconda generazione, arriva un restyling non solo estetico. Il look si rifà il trucco con il cofano scolpito, la griglia anteriore e i gruppi ottici con luci diurne a Led. Per l'abitacolo sedili comfort, nuova consolle centrale e piano del bagagliaio regolabile in altezza, con 334 litri di capacità.

Per il reparto tecnologia sistema infotainment SYNC 3 con schermo touch da 8" compatibile con gli smartphone Apple e Android, computer di bordo con cruise control e telecamera posteriore. Sostanziose anche le novità sottopelle: il 1.0 EcoBoost benzina in aggiornato tre potenze diverse (100, 125 e 140 CV), il 1.5 TDCi diesel da 100 CV e l'inedito 1.5 EcoBlue diesel da 125. Scelta fra cambio manuale e automatico, entrambi a sei rapporti e per la prima volta su EcoSport, la trazione integrale AWD abbinata al solo 1.5 diesel.

Biografie - anniversari
Quel che resta del Muro
Quel che resta del Muro
30 anni fa, i berlinesi davano l’assalto a “Die Mauer”, il muro che li aveva divisi per quasi un trentennio. Oggi, celebrazioni e malinconie a parte, quel che resta è un’attrazione per turisti
Coppi, l’amante, il fratello e tutto quanto
Coppi, l’amante, il fratello e tutto quanto
La vita del campionissimo fu sfortunatamente breve ma intensa. Vinse ovunque, fece scandalo nella bigotta Italia degli anni Cinquanta, divise l’Italia per la rivalità con Bartali e perse un fratello, corridore come lui
Quel gran genio di mio marito, Lucio Battisti
Quel gran genio di mio marito, Lucio Battisti
Ricorre oggi l’anniversario della morte del grande cantante, che la moglie ha sempre cercato di proteggere da ogni speculazione tesa a sfruttare la sua opera. A volte in modo ritenuto eccessivo da amici, collaboratori e fan
Addio a Peter Fonda
Addio a Peter Fonda
Il leggendario interprete di Esay Rider si è spento a Los Angeles a 79 anni. Era malato da tempo
La bionda che riuscì a non invecchiare
La bionda che riuscì a non invecchiare
Con la morte del 5 agosto 1962, Marilyn Monroe è entrata nella leggenda. Ufficialmente la causa del decesso è il suicidio con barbiturici ma sono numerosi i sospetti che indicano responsabilità della mafia o dei servizi segreti
Strage di Bologna, la verità è ancora lontana
Strage di Bologna, la verità è ancora lontana
L'ex Nar Paolo Bellini, prosciolto nel '92, forse era nella stazione. Il frammento di un film lo inquadrerebbe nell'atrio dopo lo scoppio. Il ruolo di Gilberto Cavallini. Esumato il corpo della vittima più vicina all'esplosione
Addio a Luciano de Crescenzo
Addio a Luciano de Crescenzo
Scrittore e filosofo corredato da una forte dose di ironia, aveva trovato il modo di rendere piacevoli a tutti perfino i più temuti mattoni culturali. Personaggio a tutto tondo, aveva lavorato anche per il cinema e la televisione
È morto Andrea Camilleri
È morto Andrea Camilleri
Il grande scrittore, padre del commissario Montalbano, si è spento a Roma, dov’era stato ricoverato d’urgenza per problemi cardiorespiratori. Aveva 92 anni, e si preparava al debutto alle Terme di Caracalla
La morte (inutile?) di un 'eroe borghese'
La morte (inutile?) di un
Addio a Lee Iacocca, il signore dell’auto
Addio a Lee Iacocca, il signore dell’auto
Un nome leggendario che dalla Ford era passato alla Chrysler salvandola dalla bancarotta. Di origini italiane, è stato l’incarnazione del sogno americano