Suzuki Swift Sport: the wasabi car experiment

| Piccante e pepata, la nuova generazione della piccola giapponese si concede per la terza volta alla voglia di sentirsi una sportiva di razza

+ Miei preferiti

Che la Swift sia un orgoglioso successo per il marchio Suzuki è chiaro: in circolazione dalla metà degli anni Ottanta, è arrivata alla sesta generazione concedendosi l'ennesima versione pepatissima. Per essere precisi, contando soltanto le Swift Sport, si tratta della terza volta: la prima uscì nel 2005. La nuova Swift Sport nasce su una piattaforma inedita generazione che riduce il peso e irrigidisce la scocca, ed è comunque la prima della dinastia giapponese ad adottare un turbo benzina 1.4 Boosterjet capace di esprimersi su 140 CV e 230 Nm. Il cambio è manuale a sei rapporti.

Ad accompagnarla, com'è naturale che sia, dettagli corsaioli per carrozzeria ed interni. Ad esempio le ampie prese d'aria anteriori, il doppio terminale di scarico, le minigonne laterali, lo spoiler sul tetto e i cerchi in lega da 17" bicolori, mentre all'interno sedili anatomici con finiture rosse, stessa tinta di fondo utilizzata per il contagiri.

Biografie - anniversari
Quel che resta del Muro
Quel che resta del Muro
30 anni fa, i berlinesi davano l’assalto a “Die Mauer”, il muro che li aveva divisi per quasi un trentennio. Oggi, celebrazioni e malinconie a parte, quel che resta è un’attrazione per turisti
Coppi, l’amante, il fratello e tutto quanto
Coppi, l’amante, il fratello e tutto quanto
La vita del campionissimo fu sfortunatamente breve ma intensa. Vinse ovunque, fece scandalo nella bigotta Italia degli anni Cinquanta, divise l’Italia per la rivalità con Bartali e perse un fratello, corridore come lui
Quel gran genio di mio marito, Lucio Battisti
Quel gran genio di mio marito, Lucio Battisti
Ricorre oggi l’anniversario della morte del grande cantante, che la moglie ha sempre cercato di proteggere da ogni speculazione tesa a sfruttare la sua opera. A volte in modo ritenuto eccessivo da amici, collaboratori e fan
Addio a Peter Fonda
Addio a Peter Fonda
Il leggendario interprete di Esay Rider si è spento a Los Angeles a 79 anni. Era malato da tempo
La bionda che riuscì a non invecchiare
La bionda che riuscì a non invecchiare
Con la morte del 5 agosto 1962, Marilyn Monroe è entrata nella leggenda. Ufficialmente la causa del decesso è il suicidio con barbiturici ma sono numerosi i sospetti che indicano responsabilità della mafia o dei servizi segreti
Strage di Bologna, la verità è ancora lontana
Strage di Bologna, la verità è ancora lontana
L'ex Nar Paolo Bellini, prosciolto nel '92, forse era nella stazione. Il frammento di un film lo inquadrerebbe nell'atrio dopo lo scoppio. Il ruolo di Gilberto Cavallini. Esumato il corpo della vittima più vicina all'esplosione
Addio a Luciano de Crescenzo
Addio a Luciano de Crescenzo
Scrittore e filosofo corredato da una forte dose di ironia, aveva trovato il modo di rendere piacevoli a tutti perfino i più temuti mattoni culturali. Personaggio a tutto tondo, aveva lavorato anche per il cinema e la televisione
È morto Andrea Camilleri
È morto Andrea Camilleri
Il grande scrittore, padre del commissario Montalbano, si è spento a Roma, dov’era stato ricoverato d’urgenza per problemi cardiorespiratori. Aveva 92 anni, e si preparava al debutto alle Terme di Caracalla
La morte (inutile?) di un 'eroe borghese'
La morte (inutile?) di un
Addio a Lee Iacocca, il signore dell’auto
Addio a Lee Iacocca, il signore dell’auto
Un nome leggendario che dalla Ford era passato alla Chrysler salvandola dalla bancarotta. Di origini italiane, è stato l’incarnazione del sogno americano