Chef Senza Corona, il contest per dimenticare il contagio

| Sette donne chef hanno aderito al contest, completamente gratuito, che non vuole solo tenere compagnia in questo periodo difficile, ma anche dare una mano a riavvicinarsi alla condivisione

+ Miei preferiti
In tempi di Coronavirus, agli italiani è tornata voglia di cucinare, si rincorrono gli chef per chiedere ricette dei piatti, ci sono gare del miglior ragù tra vicini di casa, il lievito di birra è diventato introvabile. Sette chef donna hanno deciso di uscire dall’inerzia e lanciare un’iniziativa divertente e appassionante: “Chef Senza Corona”. Un corso di cucina online, con videoricette, che vuol essere al tempo stesso un contest e una sfida per tutti. Per i lettori, che provano a fare tesoro dell’esperienza di cuoche professioniste, e per le chef, che escono dall’isolamento domiciliare e tornano a fare quello che sanno fare meglio. Hanno aderito 
Barbara Agosti, “Eggs e Zum” (Roma), 
Anastasia Paris, “Hotel Le Gole” (Celano - Aquila), 
Alessandra Ruggeri, “L’Osteria della Trippa” (Roma), 
Ornella De Felice, “Coromandel” (Roma)
, Martina Prospero, “Va.Do al Pigneto” (Roma)
, Valentina Pistoia, “Piazza 11” (Subiaco - Roma)
 e Ginevra Antonini, “Mood Ginevra Catering / Prova del Cuoco” (Roma).

L’idea nasce dalla voglia di creare un qualcosa che guardi avanti, “Non vogliamo solo tener compagnia e creare un momento di svago, vogliamo che le persone ritrovino man mano un concetto che è stato obbligatoriamente messo da parte: la Condivisione. Con chi partecipa al contest vogliamo creare un modo di ricominciare a camminare insiemelanciandosi in una video ricetta per partecipare ad un vero corso di cucina quando tutto sarà finito, vogliamo che seguano le lezioni insieme, che condividano con noi i loro dubbi, il perché il ciambellone a casa cuoce male, perché hanno seguito alla perfezione la ricetta per l’arrosto ma la carne diventa sempre dura e che insieme, ancora una volta, si torni a vivere ogni rapporto e momento senza paura”.

Il contest è diviso in due fasi: la Prima prevede l’invio in posta privata sulla pagina Facebook “Chef Senza Corona” didue video ricette. La prima è stata scelta dalle chef e si tratta della “Carbonara”, mentre la seconda una ricetta che riguardi la materia che si vuole seguire nei corsi, in caso di vincita. Entrambi della durata di 20 minuti al massimo e specificando ingredienti, procedimento, tempistica e dosi per 4 persone. Le Chef avranno quindi modo di vedere tutte e subito le videoricette per potersi confrontare e decidere insieme.

Il contest si svolgerà dall’8 al 30 aprile, ed entro e non oltre i 10 giorni successivi dalla fine, verrà comunicato tramite mail e messaggio, il nome dei vincitori. La seconda fase partirà invece da ottobre, quando cominceranno le lezioni del corso. I vincitori, durante le lezioni, saranno divisi in gruppi da 4, e per ogni lezione il limite massimo di partecipanti è di 16 persone per corso. Tutti i gruppi avranno modo di riprodurre le ricette proposte dalle chef. Le lezioni saranno 2 a settimana per un totale di 8 lezioni al mese. La durata sarà di 3/4 ore circa. A fine corso verranno lasciate le dispensecon le ricette della lezione seguita. Il contest è totalmente gratuito, tutte le chef hanno aderito all’iniziativa donando tempo ed esperienza per creare una catena solidale.

Si parte con Roma ma l’idea è quella di coinvolgere tante altre città che verranno comunicate successivamente sempre tramite la pagina Facebook. “Chef Senza Corona” inaugura l’inizio di una serie di progetti che vorranno dare sostegno alla ristorazione e a chiunque, in una qualsiasi maniera, ne faccia parte. Contatti: chefcontest2020@gmail.com

Il Piano Lezioni (a scelta dei partecipanti

1. Abc lievitati 


2. Dolci della credenza 


3. Uova e cucina vegetariana 


4. Primi piatti e minestre (da Nord a Sud) 


5. La pasta fatta in casa 


6. Carne 


7. Pesce 


8. Cucina vegana

Galleria fotografica
Chef Senza Corona, il contest per dimenticare il contagio - immagine 1
Chef Senza Corona, il contest per dimenticare il contagio - immagine 2
Chef Senza Corona, il contest per dimenticare il contagio - immagine 3
Chef Senza Corona, il contest per dimenticare il contagio - immagine 4
Chef Senza Corona, il contest per dimenticare il contagio - immagine 5
Chef Senza Corona, il contest per dimenticare il contagio - immagine 6
Chef Senza Corona, il contest per dimenticare il contagio - immagine 7
Chef
Tutto merito delle stelle
Tutto merito delle stelle
La Guida Michelin 2019 consacra per la prima volta 10 ristoranti a tre stelle su 367, trascinando l’Italia al secondo posto dei paesi più stellati al mondo
"Loro vendono pneumatici, io cucino"
"Loro vendono pneumatici, io cucino"
Il famoso chef inglese Marco Pierre White nel '99 aveva già restituito le tre stelle alla guida Michelin. Adesso diffida gli ispettori a presentarsi nei suoi ristoranti: "Ne sanno meno di me"
Mondiale di cucina, vince chef Bottura
Mondiale di cucina, vince chef Bottura
L'Osteria Francescana di Massimo Bottura è il miglior ristorante del mondo e supera l'Eleven Madison Park di New York. Lui: "Ringrazio lo staff e tutta l'Italia". Hanno votato 1041 esperti da tutto il mondo
Premio TheFork, ecco i 70 finalisti
Premio TheFork, ecco i 70 finalisti
Gli chef più noti hanno selezionato i locali aperti da gennaio 2017 a oggi per la finale del premio TheFork. Si vota sino al 5 maggio, premiazione il 28. Sfilata di cuochi al vertice della cucina italiana con molte novità
Tutti contro Gordon Ramsay
Tutti contro Gordon Ramsay
Lo chef scozzese, terrorizzato dalla pandemia, ha prima licenziato i 500 dipendenti del suo impero, quindi si è trasferito con la famiglia nella residenza estiva in Cornovaglia, dove però non lo vogliono
Ugo Alciati, the family chef
Ugo Alciati, the family chef
Uno degli eredi di una gloriosa dinastia di chef piemontesi, quelli che hanno svelato al mondo gli agnolotti del “plin”, si racconta a cuore aperto. La passione, la televisione, le donne della sua vita
Due stelle Michelin dice basta
Due stelle Michelin dice basta
Matteo Metullio, chef bistellato de “La Siriola” in Alta Badia, ha scelto di dedicarsi alla famiglia. E il ristorante, punto di riferimento dell’Alto Adige, chiude
L’impero di Jamie Oliver in crisi
L’impero di Jamie Oliver in crisi
Costretto a chiudere una catena di steakhouse, buona parte dei suoi locali navigano in cattive acque. In più lo smacco: si era offerto di cucinare per Harry e Meghan, ma non gli hanno neanche risposto
Quando una stella nasce
Quando una stella nasce
In soli tre anni, Alessandro Mecca è riuscito a trascinare Spazio7, ristorante della Fondazione Re Rebaudengo nell’olimpo degli stellati Michelin
Garima, la prima donna indiana stellata
Garima, la prima donna indiana stellata
21 anni, ex giornalista, dopo aver lavorato con Gordon Ramsay e René Redzepi, ha scelto Bangkok per aprire il proprio ristorante: “La Thailandia sta diventando una nuova meta gastronomica”