Green Book e Bohemian Rhapsody
sbancano i Golden Globe

| Delusione per Lady Gaga, A Star is born vince un solo premio per canzone Shallow. Glen Close migliore attrice per The Wife, Bale per l'interpretazione di Dick Cheney, Michael Douglas per The Kaminsky Method su Netflix

+ Miei preferiti
La lunga notte dei “Golden Globe”, primo premio dell’anno a celebrare la macchina del cinema di Hollywood, si è chiusa fra sorprese e conferme. La “Hollywood Foreign Press Association” ha decretato - con tre Golden Globes - il trionfo di “Green Book”, film diretto da Peter Farrelly e interpretato da Viggo Mortensen e Mahershala Ali che racconta l’amicizia tra un buttafuori e un pianista nell’America anni 60. Due i premi conquistati da “Bohemian Rhapsody”, il biopic che celebra la leggenda di Freddie Mercury e dei “Queen”, che conquista il premio per il miglior film drammatico e assegna a Rami Malek, che interpreta Mercury, quello di miglior attore in un film drammatico. “Roma”, pellicola di Alfonso Cuaron vincitrice del Leone d’Oro a Venezia, vince la categoria dei film in lingua straniera. È la storia di una famiglia messicana negli anni Settanta, e il titolo fa riferimento ad un quartiere di Città del Messico. Delusione invece per “A star is born”, la pellicola interpretata e diretta da Bradley Cooper, affiancato da Lady Gaga, che con cinque nominations sembrava dover conquistare tutto: a vincere è soltanto “Shallow”, il brano colonna sonora interpretato da Lady Germanotta, scalzata dal premio come miglior attrice drammatica da Glenn Close per “The Wife”. Premiato come miglior attore Christian Bale per l’incredibile interpretazione di Dick Cheney in “Vice”. Premio come miglior attore in una commedia a Michael Douglas per la serie tv Netflix “The Komisnsky method”, miglior cartoon “Spider Man – un nuovo universo”. Per finire, premio alla carriera per Jeff Bridges. Per la televisione, conquista la vetta “The Americans” come miglior serie drammatica, a Richard Madden il riconoscimento come miglior attore in una serie drammatica, “Bodyguard”. 

Le categorie dei Golden Globe sono 25: 14 per il cinema e 11 per la televisione. I premi sono divisi in base al genere. Tradizionalmente, la consegnza dei Glodn Globe va in scena un paio di mesi prima di quella degli Oscar, e spesso rappresenta un'anticipazione delle statuette.

 

Articoli correlati
Cinema
L’addio alle scene di Cameron Diaz
L’addio alle scene di Cameron Diaz
A due anni dall’annuncio della fine della carriera, l’attrice californiana parla della sua decisione: “Ho finalmente tempo per me”
Muore un attore di «Twilight»
Muore un attore di «Twilight»
Il corpo di Gregory Tyree Boyce trovato insieme alla fidanzata Natalie Adepoju nel loro appartamento di Las Vegas. Secondo alcune indiscrezioni, la polizia avrebbe rinvenuto la presenza di “polvere bianca”
Polanski trionfa ai César fra le proteste
Polanski trionfa ai César fra le proteste
Il regista polacco premiato per il film “J’accuse”, ma la cerimonia guastata da fischi e violente proteste all’esterno della sala
Tom Cruise evacuato da Venezia
Tom Cruise evacuato da Venezia
L’attore era arrivato in città insieme a tutto il cast per girare alcune scene del nuovo capitolo di “Mission: Impossibile”, ma ha preferito ripartire per il Regno Unito
È morto Kirk Douglas
È morto Kirk Douglas
A 103 anni, si è spento l’ultimo di una generazione di grandi attori del “golden age” di Hollywood
Addio all’attore Stan Kirsch
Addio all’attore Stan Kirsch
Conosciuto per il telefilm "Highlander", si è impiccato nella sua casa di Los Angeles. Sconosciuti i motivi del gesto, ma da oltre 10 anni non riusciva più a trovare lavoro
Axel Foley sta tornando
Axel Foley sta tornando
Per il simpatico agente di polizia che ha dato la notorietà a Eddie Murphy è pronto il quarto capitolo, questa volta diffuso da Netflix
Catherine Deneuve in gravi condizioni
Catherine Deneuve in gravi condizioni
La grande diva francese ricoverata d’urgenza a Parigi: per la famiglia la causa è un momento di forte stress dovuto al super-lavoro. Cautela dei medici
L’America dolente di Bruce
L’America dolente di Bruce
Western Stars, prima pellicola che Springsteen firma da regista, raccoglie i brani del suo album omonimo e immagini della West Coast, dove il sogno americano è più vero, ma fa anche più male
Demi Moore, un ritratto intimo
Demi Moore, un ritratto intimo
È in uscita “Inside Out”, l’autobiografia di un’attrice che per lunghi anni è stata una delle regine di Hollywood. Un racconto che parte dall’infanzia, dal tentativo di suicidio della mamma e da uno stupro subito a 15 anni