I film afro-Usa sbancano il box office

| Cifre incredibili, oltre 1 miliardo e 500mila dollari, per i film girati da registi neri nel 2018. Da Black Panther di R. Coogler a Creed II, passando le storie di pugilato e riscatto. Temi politici e creatività. Successo in Asia ed Europa

+ Miei preferiti

Anno record per i registi afro-americani al box office nel 2018 con 1,5 miliardi di dollari, il doppio della performance del 2017, quando nove film di registi coloured avevano incassato “solo” 658 milioni, Inoltre, questo è stato il primo anno in cui cinque film di registi neri hanno superato i 100 milioni di dollari di biglietti nordamericani nello stesso anno. Lo scrive The Wrap e c’è da credergli. Gli xenofobi di casa nostra potrebbero iniziare a preoccuparsi. Le Black Star Usa fanno breccia anche sul pubblico italiano. 

Il più grande successo di botteghino Usa dell'anno è stato "The Black Panther" di Ryan Coogler (nella foto), che ha incassato 700,1 milioni di dollari in Nord America e 1,3 miliardi di dollari in tutto il mondo. È stato inoltre caratterizzato da un cast prevalentemente nero di attori che interpretano personaggi che che affrontano lotte e temi che il pubblico nero conosce fin troppo bene.

 

Ma ci sono stati moltissimi successi di altri registi, tra cui il film di boxe di Steven Caple Jr. Michael B. Jordan "Creed II", che ha guadagnato 112,2 milioni di dollari; i 104 dollari.1 milione di incassi successo animato "Spider-Man: Into the Spider-Verse", co-diretto da Peter Ramsey e con il personaggio afro-latino Miles Morales; e "The Equalizer 2" di Antoine Fuqua, un actioner di Denzel Washington che ha guadagnato 102,1 milioni di dollari.

Anche Ava DuVernay "A Wrinkle in Time" ha superato la soglia dei 100 milioni di dollari - anche se questa è considerata una delusione per il suo budget di produzione di oltre 100 milioni di dollari, senza contare i costi di marketing.

 

"Quello che vediamo è una combinazione di storie ed effetti. Abbiamo visto, negli ultimi quattro o cinque anni, una rinascita delle voci nere e un aumento dei registi neri", ha detto il fondatore e CEO di Macro Charles D. King. "E ci sono studi e finanziatori che prestano maggiore attenzione a un pubblico che è stato storicamente sottoutilizzato".

 

Nel 2017, secondo i dati della Motion Picture Association of America, il pubblico afro-americano è stato sovraindicizzato al cinema, rappresentando una percentuale più alta del numero di biglietti venduti (23 per cento) e di spettatori (20 per cento) rispetto alla popolazione statunitense (18 per cento).

 

E mentre non molto tempo fa gli studi di Hollywood e i produttori sostenevano che una stella come Washington non poteva fare il n1 in un film all'estero perché è nero, "Equalizer 2" ha incassato quasi la metà dei 190,4 milioni di dollari di biglietti venduti nei cinema d'oltreoceano. Allo stesso modo, "Into the Spider-Verse" ha guadagnato più della metà dei suoi 213,4 milioni di dollari all'estero.

E 'stato solo tre anni fa che la forte mancanza di persone di colore riconosciuta agli Academy Awards 2015 ha portato April Ryan ad avviare l'hashtag #OscarsSoWhite, costringendo l'Academy ad apportare drastici cambiamenti raddoppiando il numero di membri neri e femminili nelle sue fila.

 

Ma quest'anno, si parla già che più di un film diretto da un regista nero - e che racconta una storia con voci prevalentemente nere - potrebbe guadagnare nomination come Miglior Film o addirittura come regista. (Two Best Picture annuisce nello stesso anno sarebbe la prima volta per l'Accademia).

 

Le indiscrezioni sui premi per "Black Panther" sono attive da quando il film è uscito a febbraio, e una nomination per quel film segna una pietra miliare anche per i film dei Marvel Studios e dei supereroi. Il film è già stato nominato per il Golden Globe nella categoria Miglior Film - Drammatico. Insieme a "Black Panther", "BlacKkkKlansman" e "If Beale Street Could Talk" di Spike Lee, che il regista "Moonlight" Barry Jenkins ha adattato e diretto da un romanzo di James Baldwin, sono stati nominati anche ai Golden Globes e hanno partecipato alla conversazione sulla corsa agli Oscar.

"Dimostra che Hollywood ottiene almeno un punteggio minimo per aver permesso - o per aver sostenuto, piuttosto, registi neri", ha detto Gil Robertson, fondatore dell'African American Film Critics Association.

Lee, un regista che è maestro della comunità nera da tre decenni, ha detto a TheWrap di essere rincuorato dalla nuova ondata di cineasti neri. "Spero solo che questa non sia una tendenza", ha detto. Spero che questa sia una tendenza costante, che non sia solo un blip in cui tutto si è riunito e poi non succede niente dopo questo". Dobbiamo mantenere lo slancio".

 

Uno dei modi più sicuri per proseguire nella striscia positiva è quello di continuare a raccontare buone storie che attraggono il pubblico e fanno soldi, ha detto King. Hollywood è, dopo tutto, un business come tutti gli altri - i film devono avere un ritorno sul loro investimento.

 

Il successo al botteghino di "Black Panther" è ben documentato, "BlacKkkKlansman" di Lee ha incassato 90,0 milioni di dollari in tutto il mondo su un budget di produzione di 15 milioni di dollari, secondo il Box Office Mojo, e il film surrealista "Sorry to Bother You" di Boots Riley, acclamato dalla critica, ha incassato 17,5 milioni di dollari a livello nazionale.

Cinema
Demi Moore, un ritratto intimo
Demi Moore, un ritratto intimo
È in uscita “Inside Out”, l’autobiografia di un’attrice che per lunghi anni è stata una delle regine di Hollywood. Un racconto che parte dall’infanzia, dal tentativo di suicidio della mamma e da uno stupro subito a 15 anni
È morto Carlo Delle Piane
È morto Carlo Delle Piane
L’attore romano, 83 anni, si è spento a Roma: una carriera iniziata per caso, con 110 film interpretati al fianco dei più grandi attori e registi
Il cupo profeta e filosofo di Easy Rider
Il cupo profeta e filosofo di Easy Rider
Cannes 2019, fra party e red carpet
Cannes 2019, fra party e red carpet
Un calendario fittissimo di anteprime, con mezza Hollywood attesa sulla scalinata del Palais du Cinema. Un solo italiano in gara, Marco Bellocchio, e Palma d’Oro alla carriera ad Alain Delon
Il fascino del male, la doppia vita del bel Ted
Il fascino del male, la doppia vita del bel Ted
Nelle sale italiane il film sul serial killer Usa Ted Bundy, che uccise decine di donne negli anni '70. Niente effetti splatter, ma un'acuta ricostruzione della personalità attraverso i flashback dell'ultima compagna
'Avengers: endgame', capolavoro o super-cazzola?
Il film Marvel che ha sbancato il botteghino di tutto il mondo fa discutere: dura recensione de Linkiesta ("Fallimento totale") ma per molti lascerà una traccia nella storia. Citazioni per iniziati. Il gioco della memoria
Nicolas Cage, sposato per 4 giorni
Nicolas Cage, sposato per 4 giorni
Matrimonio lampo per l’attore, protagonista di numerose pellicole di grande successo. Preoccupato per un ex compagno della moglie, l’ha sposata e subito chiesto il divorzio
La Manson Family secondo Tarantino
La Manson Family secondo Tarantino
Primo trailer per “Once upon a time in Hollywood”: un’infilata di star per celebrare la capitale mondiale del cinema negli anni Sessanta, con il sangue nel ruolo di comprimario
Escape Room, horror claustrofobico
Escape Room, horror claustrofobico
Dal 14 marzo nelle sale italiane un film dedicato a delle ultime mode globali, l'escape Room, cioè farsi rinchiudere in una serie di locali senza apparenti vie di fuga. In Polonia tre ragazze morirono durante il gioco
È morta Linda Sheridan, star di CSI
È morta Linda Sheridan, star di CSI
L’attrice, 44 anni, è stata ritrovata priva di vita a New Orleans: la polizia non ha ancora confermato le cause della morte, ma la famiglia esclude con forza l’ipotesi del suicidio