La Manson Family secondo Tarantino

| Primo trailer per “Once upon a time in Hollywood”: un’infilata di star per celebrare la capitale mondiale del cinema negli anni Sessanta, con il sangue nel ruolo di comprimario

+ Miei preferiti
A Hollywood non è chiaro, se c’è più attesa per il 50esimo anniversario della strage al 10050 di Cielo Drive, costata la vita all’attrice Sharon Tate e quattro suoi amici, o per il tributo più irriverente e immaginifico che si possa pretendere: quello di Quentin Tarantino. Il suo “Once upon a time in Hollywood”, di cui si parla da mesi e proprio in queste ore è stato diffuso il primo trailer (che pubblichiamo), è forse una delle pellicole più attese di tutta la stagione. Merito della fama di splatter-boy del regista, ma anche di un cast talmente stellare da far mancare il fiato: Leonardo DiCaprio, Brad Pitt, Margot Robbie, Al Pacino, Dakota Fanning, Emile Hirsch e Bruce Dern, a cui aggiungere addirittura il titolo di ultima pellicola girata da Luke Perry e per poco quella di Burt Reynolds, morto poco prima del ciak.

Del film si sa poco, il riserbo è massimo: il poco fatto circolare racconta la storia di Rick Dalton e Cliff Booth (DiCaprio e Pitt), rispettivamente un attore e il suo stuntman nella Hollywood alla fine degli anni Sessanta. Due personaggi di fantasia che si incrociano con altri reali come Sharon Tate (Margot Robbie), vicina di casa di Dalton. Tutto questo mentre sullo sfondo monta di rabbia la “Family” di Charles Manson e le stragi dell’estate del 1969. Più che uno splatter sull’omicidio di Sharon Tate, la pellicola sembra voler essere un tributo all’ultimo periodo d’oro massiccio di Hollywood, guastato proprio sul finale dal sangue versato da Manson. Lo stesso Tarantino, sotto tortura, ha ammesso una trama più simile a “Pulp Fitcion”, diviso in capitoli, con diversi piani e punti di vista: gli è costata cinque anni di lavoro. A produrlo, almeno inizialmente, doveva essere il famigerato Harvey Weinstein, poi preso in altre faccenduole legali. A spuntarla, in una gara al rialzo, è stata la “Sony Pictures Entertainment”, che ha battuto “Warner Bros”, “Universal Studios”, Paramount Pictures”, “Annapurna Pictures” e “Lionsgate”. Un elenco di nomi che basta a far capire quanto Hollywood ci creda.

Secondo qualche indiscrezione, il film potrebbe essere il boccone prelibato del prossimo festival del Cinema di Cannes, il prossimo maggio, con la calata in massa del cast sulla Croisette.

Video
Galleria fotografica
La Manson Family secondo Tarantino - immagine 1
La Manson Family secondo Tarantino - immagine 2
La Manson Family secondo Tarantino - immagine 3
La Manson Family secondo Tarantino - immagine 4
La Manson Family secondo Tarantino - immagine 5
La Manson Family secondo Tarantino - immagine 6
Cinema
Axel Foley sta tornando
Axel Foley sta tornando
Per il simpatico agente di polizia che ha dato la notorietà a Eddie Murphy è pronto il quarto capitolo, questa volta diffuso da Netflix
Catherine Deneuve in gravi condizioni
Catherine Deneuve in gravi condizioni
La grande diva francese ricoverata d’urgenza a Parigi: per la famiglia la causa è un momento di forte stress dovuto al super-lavoro. Cautela dei medici
L’America dolente di Bruce
L’America dolente di Bruce
Western Stars, prima pellicola che Springsteen firma da regista, raccoglie i brani del suo album omonimo e immagini della West Coast, dove il sogno americano è più vero, ma fa anche più male
Demi Moore, un ritratto intimo
Demi Moore, un ritratto intimo
È in uscita “Inside Out”, l’autobiografia di un’attrice che per lunghi anni è stata una delle regine di Hollywood. Un racconto che parte dall’infanzia, dal tentativo di suicidio della mamma e da uno stupro subito a 15 anni
È morto Carlo Delle Piane
È morto Carlo Delle Piane
L’attore romano, 83 anni, si è spento a Roma: una carriera iniziata per caso, con 110 film interpretati al fianco dei più grandi attori e registi
Il cupo profeta e filosofo di Easy Rider
Il cupo profeta e filosofo di Easy Rider
Cannes 2019, fra party e red carpet
Cannes 2019, fra party e red carpet
Un calendario fittissimo di anteprime, con mezza Hollywood attesa sulla scalinata del Palais du Cinema. Un solo italiano in gara, Marco Bellocchio, e Palma d’Oro alla carriera ad Alain Delon
Il fascino del male, la doppia vita del bel Ted
Il fascino del male, la doppia vita del bel Ted
Nelle sale italiane il film sul serial killer Usa Ted Bundy, che uccise decine di donne negli anni '70. Niente effetti splatter, ma un'acuta ricostruzione della personalità attraverso i flashback dell'ultima compagna
'Avengers: endgame', capolavoro o super-cazzola?
Il film Marvel che ha sbancato il botteghino di tutto il mondo fa discutere: dura recensione de Linkiesta ("Fallimento totale") ma per molti lascerà una traccia nella storia. Citazioni per iniziati. Il gioco della memoria
Nicolas Cage, sposato per 4 giorni
Nicolas Cage, sposato per 4 giorni
Matrimonio lampo per l’attore, protagonista di numerose pellicole di grande successo. Preoccupato per un ex compagno della moglie, l’ha sposata e subito chiesto il divorzio