La storia vera della squadra della morte

| “The Kill Team” racconta una vicenda che ha creato imbarazzi fra i vertici dell’esercito americano: cinque marine che uccidevano civili inermi per puro divertimento

+ Miei preferiti
“Maywand District Murders”: è il nome di un pesante fascicolo finito sulle scrivanie della corte marziale statunitense. Un caso che ha messo in imbarazzo l’esercito americano, scatenando furiose polemiche sulla violenza della potente macchina da guerra inviata in Afghanistan. La vicenda risale ad un periodo di tempo compreso fra il giugno del 2009 e l’anno successivo, quando cinque membri del 3° plotone della “Bravo Company”, di stanza Maiwand, nella provincia di Kandahar, creano il “Kill Team”, una squadra della morte che per ingannare stress, noia, paura e rabbia, mescolati a dovere con alcol e droga, dimenticano il regolamento, le tecniche di ingaggio e quel poco di umanità che le guerre permettono, per uccidere in modo indiscriminato e senza alcun motivo civili afghani.

Il primo caso documentato risale al 15 gennaio 2010, quando Gul Mudin, 15 anni, viene ucciso senza motivo con una granata a frammentazione lanciatagli mentre aiutava il padre nei campi. Il corpo, o quel che ne restava, è stato spogliato, fotografato e lasciato a terra.

Poche settimane dopo, il 22 febbraio, il giovane Marach Agha entra negli obiettivi delle telecamere termiche: rincorre un pallone lungo una strada, ma un cecchino lo fulmina. Per giustificare la morte, accanto al suo corpo viene sistemato un Kalashnikov. La terza uccisione il 2 maggio 2010: un’altra granata dilania il corpo del Mullah Adahdad.

Tre episodi che il soldato Adam Winfield non riesce a giustificare e neanche a dimenticare. Si oppone, litiga con il resto della squadra e quando decide di parlarne con i superiori riceve botte e minacce: una notte lo tirano giù dalla branda e lo riducono in fin di vita.

Riesce a raccontare la vicenda al telefono al padre Christopher, ex marine, che temendo per la vita del figlio si rivolge all’ispettorato generale per denunciare quello che sta accadendo in Afghanistan, ma anche lui trova difficoltà a farsi ascoltare, in un caso che rischia di gettare nel fango il buon nome dell’esercito americano.

Il caso diventa di pubblico dominio e delle storie del “Kill Team”, la squadra che ammazzava “per noia e divertimento” ne parlano tutti, dalla strada al Pentagono. Al ritorno negli Stati Uniti, cinque marine finiscono sotto processo: il sergente Calvin Gibbs, , Jeremy Morlock, Michael Wagon, Andrew Holmes e lo stesso Winfield.

“The Kill Team”, in uscita nelle sale italiane il prossimo 17 ottobre, è ispirato alla storia vera di una spietata squadra di marine che ha messo in imbarazzo l’integrità dell’esercito USA. Presentata al “Tribeca Film Festival”, la pellicola è interpretata da Nat Wolff (nel ruolo del soldato che ha svelato il caso) e Alexander Skarsgård (il sergente), il primo protagonista di “Colpa delle stelle”, il secondo di “The Legend of Tarzan”. Nel cast, diretto dal regista Dan Krauss, anche Adam Long, Rob Morrow, Osy Ikhile e Anna Francolini.

LA SCHEDA DEL FILM

Regia: Dan Krauss

Sceneggiatura: Dan Krauss

Fotografia: Stéphane Fontaine

Montaggio: Luke Doolan, Franklin Peterson

Musiche: Zacarias M. de la Riva

Produzione: Nostromo Pictures, Temple Hill Entertainment

Distribuzione: Eagle Pictures

Cast

Nat Wolff – Andrew Briggman

Alexander Skarsgård – Sergente Deeks

Adam Long – Rayburn

Jonathan Whitesell: Coombs

Osy Ikhile – Weppler

Anna Francolini – Laura Briggman

Video
Galleria fotografica
La storia vera della squadra della morte - immagine 1
La storia vera della squadra della morte - immagine 2
La storia vera della squadra della morte - immagine 3
La storia vera della squadra della morte - immagine 4
La storia vera della squadra della morte - immagine 5
La storia vera della squadra della morte - immagine 6
La storia vera della squadra della morte - immagine 7
La storia vera della squadra della morte - immagine 8
La storia vera della squadra della morte - immagine 9
La storia vera della squadra della morte - immagine 10
La storia vera della squadra della morte - immagine 11
La storia vera della squadra della morte - immagine 12
La storia vera della squadra della morte - immagine 13
La storia vera della squadra della morte - immagine 14
La storia vera della squadra della morte - immagine 15
Cinema
Black Panther è morto
Black Panther è morto
L’attore Chadwick Boseman se n’è andato a 43 anni per un cancro al colon. Il dolore di Hollywood per il primo afroamericano a entrare nella saga dei Marvel Studios
L’addio alle scene di Cameron Diaz
L’addio alle scene di Cameron Diaz
A due anni dall’annuncio della fine della carriera, l’attrice californiana parla della sua decisione: “Ho finalmente tempo per me”
Muore un attore di «Twilight»
Muore un attore di «Twilight»
Il corpo di Gregory Tyree Boyce trovato insieme alla fidanzata Natalie Adepoju nel loro appartamento di Las Vegas. Secondo alcune indiscrezioni, la polizia avrebbe rinvenuto la presenza di “polvere bianca”
Polanski trionfa ai César fra le proteste
Polanski trionfa ai César fra le proteste
Il regista polacco premiato per il film “J’accuse”, ma la cerimonia guastata da fischi e violente proteste all’esterno della sala
Tom Cruise evacuato da Venezia
Tom Cruise evacuato da Venezia
L’attore era arrivato in città insieme a tutto il cast per girare alcune scene del nuovo capitolo di “Mission: Impossibile”, ma ha preferito ripartire per il Regno Unito
È morto Kirk Douglas
È morto Kirk Douglas
A 103 anni, si è spento l’ultimo di una generazione di grandi attori del “golden age” di Hollywood
Addio all’attore Stan Kirsch
Addio all’attore Stan Kirsch
Conosciuto per il telefilm "Highlander", si è impiccato nella sua casa di Los Angeles. Sconosciuti i motivi del gesto, ma da oltre 10 anni non riusciva più a trovare lavoro
Axel Foley sta tornando
Axel Foley sta tornando
Per il simpatico agente di polizia che ha dato la notorietà a Eddie Murphy è pronto il quarto capitolo, questa volta diffuso da Netflix
Catherine Deneuve in gravi condizioni
Catherine Deneuve in gravi condizioni
La grande diva francese ricoverata d’urgenza a Parigi: per la famiglia la causa è un momento di forte stress dovuto al super-lavoro. Cautela dei medici
L’America dolente di Bruce
L’America dolente di Bruce
Western Stars, prima pellicola che Springsteen firma da regista, raccoglie i brani del suo album omonimo e immagini della West Coast, dove il sogno americano è più vero, ma fa anche più male