Lo strip club che piaceva a Wall Street

| Un film impreziosito dalla presenza di Jennifer Lopez ricostruisce una vicenda reale: quattro stripper newyorkesi hanno derubato per migliaia di dollari alcuni fra i più ricchi broker e finanzieri

+ Miei preferiti
Nel 2015, il “New York Magazine” pubblica “The Hustlers at Scores”, un’inchiesta di Jessica Pressler che svelava un caso di cronaca di cui fino a quel momento si era parlato molto poco. È la vicenda che ha come protagoniste involontarie Samantha Barbash, Roselyn Keo, Karina Pascucci e Marsi Rosen, quattro spogliarelliste di uno strip club newyorkese che stanche di doversi accontentare dei dollari che alcuni fra i più ricchi colletti bianchi di Wall Street infilano ogni sera nei pochi centimetri di stoffa con cui si esibivano, decidono di passare all’incasso svuotando i loro conti correnti. Un piano all’apparenza impeccabile: pur di evitare lo scandalo e problemi con mogli e compagne, le quattro erano quasi certe che nessuno avrebbe parlato. Volendo, uno spin-off non autorizzato del sogno americano, che quando non arriva sembra poter autorizzare qualcuno a prenderselo con la forza.

Un articolo che fece scandalo, immediatamente opzionato dalla “Gloria Sanchez Production” per trasformarlo in un film: “Il percorso di queste donne mi è sembrato subito affascinante: è uno stralcio di vita, ma anche un monito che ci ricorda cosa succede quando si hanno ambizioni che superano la realtà della propria situazione”, ha commentato Jessica Elbaum, co-direttrice della casa di produzione. Dopo la trasformazione in sceneggiatura e l’accurata scelta del cast, “Huslers” (Le ragazze di Wall Street, nella versione italiana), girato fra marzo e maggio di quest’anno, è arrivato nelle sale americane e si appresta a farlo anche in Italia.

A proposito del cast, grazie ad un budget che si dice abbia superato i 20 milioni di dollari, alla produzione è piaciuto “vincere facile” assicurandosi la presenza di Jennifer Lopez, la pop-star che alla faccia delle 50 candeline sta vivendo un momento di enorme popolarità. Accanto a lei un vero “parterre de reines”: Costance Wu, Julia Stiles, Keke Palmer, Lili Reinhart, Mercedes Ruehl e la rapper Cardi B.

Gli outfit, le scenografie e la ricostruzione di ambienti e mode del 2007, anno in cui è ambientata la pellicola, hanno un ruolo fondamentale nella costruzione dei personaggi e della storia, ma il fulcro del film sono i legami che si creano tra le ragazze. “Credo che tutti abbiano diritto al rispetto, alla considerazione e alla possibilità di non essere giudicati in base alle scelte che hanno fatto, nemmeno in base a quelle sbagliate – ha commentato Jennifer Lopez - la verità è che tutti commettiamo truffe, negoziamo, cerchiamo di affrontare ogni giornata vincendo la battaglie che dobbiamo combattere. Le donne vengono costantemente percepite come oggetti sessuali, ma quando trovano il modo di trarne profitto, all’improvviso diventa un problema. Nei film le stripper sono sempre rappresentate come comparse o personaggi di contorno”. Per prepararsi alle riprese, le attrici hanno dovuto affrontare diversi training specifici, iniziando dall’imparare a muoversi attorno al palo da strip-club, impresa per nulla semplice che ha richiesto sei mesi di allenamenti quotidiani.

Ma che fine hanno fatto le vere protagoniste di questa vicenda? Samantha Barbash, 45 anni, che oggi gestisce un centro benessere: si è dichiarata colpevole di cospirazione, circonvenzione e furto ottenendo in cambio di cinque anni di libertà vigilata. È l’unica delle quattro a promettere battaglie legali contro il film: “È una storia totalmente, falsa: non sono mai stata una spogliarellista. Avrebbero dovuto lavorare con me invece che contro di me”.

Roselyn Keo, 33 anni, ha evitato la galera accettando un patteggiamento con cinque anni di libertà vigilata, Marsi Rosen ha scontato quattro mesi di carcere, la stessa pena inflitta all’ex massaggiatrice Karina Pascucci, accusata di aver sottratto 135mila dollari dai conti correnti di Zyad Younan, un noto cardiologo del New Jersey.

LA TRAMA

“Questa città, l’intero paese, è uno strip club: c’è gente che spende i soldi e gente che balla”. È una delle frasi che Ramona, la stripper più pagata di un club per soli uomini frequentato assiduamente da broker e finanzieri di Wall Street, usa per illustrare a tre colleghe, Destiny, Mercedes e Annabelle, un piano per riprendere quello che la vita finora gli ha negato. Ogni sera salgono sul palco mezze nude non per piacere, ma perché l’esistenza non gli ha offerto altro, ma questo ancora non basta: DJ, baristi e squallidi figuri pretendono la loro parte, lasciando ben poco denaro nelle loro tasche. È un mondo ingiusto che si dipana negli anni dell’esplosione della crisi di Wall Street, dove gli squali della finanza che hanno ridotto sul lastrico migliaia di persone sembrano al di sopra della legge. Un altro buon motivo perché inizino a pagare.

Ramona ha ideato un cocktail di stupefacenti per stordire i clienti senza che nessuno si faccia male: “È come rubare una banca, ma con le chiavi consegnate direttamente dai banchieri”. Ma le cose sfuggono loro di mano.

LA SCHEDA DEL FILM

Regia: Lorene Scafaria

Soggetto: “The Hustlers at Scores”, di Jessica Pressler

Sceneggiatura: Lorene Scafaria

Fotografia: Todd Banhazl

Montaggio: Kayla Emter

Costumi: Mitchell Travers

Produttore: Jessica Elbaum, Elaine Goldsmith-Thomas, Jennifer Lopez, Will Ferrell, Adam McKay

Produzione: STXFilm, Gloria Sanchez Productions

Distribuzione: Lucky Red

Uscita nelle sale: 7 novembre

CAST

Jennifer Lopez – Ramona

Constance Wu – Destiny

Cardi B – Diamond

Keke Palmer – Mercedes

Lili Reinhart – Annabelle

Julia Stiles – Elizabeth

Trace Lysette – Tracey

Mette Towley – Justice

Madeline Brewer – Dawn

Lizzo – Liz

Video
Galleria fotografica
Lo strip club che piaceva a Wall Street - immagine 1
Lo strip club che piaceva a Wall Street - immagine 2
Lo strip club che piaceva a Wall Street - immagine 3
Lo strip club che piaceva a Wall Street - immagine 4
Lo strip club che piaceva a Wall Street - immagine 5
Lo strip club che piaceva a Wall Street - immagine 6
Lo strip club che piaceva a Wall Street - immagine 7
Lo strip club che piaceva a Wall Street - immagine 8
Lo strip club che piaceva a Wall Street - immagine 9
Lo strip club che piaceva a Wall Street - immagine 10
Lo strip club che piaceva a Wall Street - immagine 11
Lo strip club che piaceva a Wall Street - immagine 12
Lo strip club che piaceva a Wall Street - immagine 13
Lo strip club che piaceva a Wall Street - immagine 14
Lo strip club che piaceva a Wall Street - immagine 15
Lo strip club che piaceva a Wall Street - immagine 16
Lo strip club che piaceva a Wall Street - immagine 17
Lo strip club che piaceva a Wall Street - immagine 18
Cinema
Muore un attore di «Twilight»
Muore un attore di «Twilight»
Il corpo di Gregory Tyree Boyce trovato insieme alla fidanzata Natalie Adepoju nel loro appartamento di Las Vegas. Secondo alcune indiscrezioni, la polizia avrebbe rinvenuto la presenza di “polvere bianca”
Polanski trionfa ai César fra le proteste
Polanski trionfa ai César fra le proteste
Il regista polacco premiato per il film “J’accuse”, ma la cerimonia guastata da fischi e violente proteste all’esterno della sala
Tom Cruise evacuato da Venezia
Tom Cruise evacuato da Venezia
L’attore era arrivato in città insieme a tutto il cast per girare alcune scene del nuovo capitolo di “Mission: Impossibile”, ma ha preferito ripartire per il Regno Unito
È morto Kirk Douglas
È morto Kirk Douglas
A 103 anni, si è spento l’ultimo di una generazione di grandi attori del “golden age” di Hollywood
Addio all’attore Stan Kirsch
Addio all’attore Stan Kirsch
Conosciuto per il telefilm "Highlander", si è impiccato nella sua casa di Los Angeles. Sconosciuti i motivi del gesto, ma da oltre 10 anni non riusciva più a trovare lavoro
Axel Foley sta tornando
Axel Foley sta tornando
Per il simpatico agente di polizia che ha dato la notorietà a Eddie Murphy è pronto il quarto capitolo, questa volta diffuso da Netflix
Catherine Deneuve in gravi condizioni
Catherine Deneuve in gravi condizioni
La grande diva francese ricoverata d’urgenza a Parigi: per la famiglia la causa è un momento di forte stress dovuto al super-lavoro. Cautela dei medici
L’America dolente di Bruce
L’America dolente di Bruce
Western Stars, prima pellicola che Springsteen firma da regista, raccoglie i brani del suo album omonimo e immagini della West Coast, dove il sogno americano è più vero, ma fa anche più male
Demi Moore, un ritratto intimo
Demi Moore, un ritratto intimo
È in uscita “Inside Out”, l’autobiografia di un’attrice che per lunghi anni è stata una delle regine di Hollywood. Un racconto che parte dall’infanzia, dal tentativo di suicidio della mamma e da uno stupro subito a 15 anni
È morto Carlo Delle Piane
È morto Carlo Delle Piane
L’attore romano, 83 anni, si è spento a Roma: una carriera iniziata per caso, con 110 film interpretati al fianco dei più grandi attori e registi