L’ultimo segreto di Whitney

| Un docu-film presentato fuori concorso a Cannes svela che la grande cantante americana da piccola fu costretta a subire le violenze di una cugina, Dee Dee Warwick, la sorella di Dionne

+ Miei preferiti
Di Germano Longo
Whitney aveva tutto quello che chiunque potesse desiderare: era stata baciata in fronte da un destino che le aveva regalato una bellezza fuori dal comune e una voce senza paragoni. Ma qualcosa in cambio, quel bastardo del fato l’aveva preteso: un’esistenza infelice, macchiata a qualsiasi età da strade e persone sbagliate che l’hanno portata, dritta, precisa e perfetta come un imbuto alla notte dell’11 febbraio 2012. Quella sera, chiusa nella Suite 434 del “Beverly Hilton Hotel”, Whitney si lascia andare a farmaci, alcol e droghe, fino a perdere i sensi nella vasca da bagno. Sarà l’autopsia a mettere in fila il menù dell’ultima sera: difenidramina, alprazolam, cannabise e farmaci depressivi. Morte accidentale, dissero, perché il destino non puoi incolparlo, per legge.

Sono passati sei anni da quella notte, ma Whitney non se la scorda nessuno. Neanche un grande regista come Kevin McDonald, che al Festival di Cannes ha portato fuori concorso “Whitney”, un docu-film senza attori chiamati a interpretare un ruolo, messo insieme setacciando archivi pubblici e privati e al contrario di quanto successo per “Whitney: Can I be me”, film del 2017 di Nick Broomfield, pienamente autorizzato dalla famiglia Houston.

Il risultato è un collage di immagini spesso inedite e filmati d’epoca, in cui per la prima volta si cita senza censure la storia omosessuale con Robyn Crawford o le scappatelle con Robert De Niro ed Eddy Murphy, alternate a interviste fatte a chi la conosceva bene come Mary, la sua assistente, e il fratellastro Gary, ma soprattutto con una rivelazione shock: quand’era solo una bimba, Whitney fu abusata da Dee Dee Warwick, sua cugina.

Dee Dee, sorella minore di Dionne, grande voce del soul, è morta nel 2008: non può smentire o togliersi dalla coscienza nulla. Lo fanno per lei coloro che hanno vissuto vivevano gomito a gomito con l’istinto autodistruttivo di Whitney. Qualcosa contro cui ha combattuto tutta la vita, quando scendeva dal palco e le luci si spegnevano. Una violenza confermata da Gary, il fratellastro, che aveva 8 o 9 anni al massimo, quando la cugina Dee Dee approfittò anche di lui, dopo avere convinto Whitney che quello fosse un gioco da tenere segreto, e la conferma anche Mary, l’assistente, che ricorda tante e tante volte in cui Whitney le ha raccontato l’insopportabile peso di sentirsi abusata da qualcuno che avrebbe dovuto proteggerti. È stata Mary a trovarla, quella notte di sei anni fa, nella vasca da bagno della Suite 434. “Mi diceva spesso: ‘Mi chiedo se ho fatto qualcosa per far pensare a Dee Dee di volerla. Le dicevo basta, ma lei non smetteva”.

L’unica consolazione possibile all’11 febbraio 2012 è un’altra data: 26 luglio 2015. Quel giorno, Bobbi Cristina, sua figlia, muore nello stesso modo: intossicazione da farmaci e droghe, con annegamento. Almeno quello, Whitney non l’ha visto. Forse.

Video
Cinema
Muore un attore di «Twilight»
Muore un attore di «Twilight»
Il corpo di Gregory Tyree Boyce trovato insieme alla fidanzata Natalie Adepoju nel loro appartamento di Las Vegas. Secondo alcune indiscrezioni, la polizia avrebbe rinvenuto la presenza di “polvere bianca”
Polanski trionfa ai César fra le proteste
Polanski trionfa ai César fra le proteste
Il regista polacco premiato per il film “J’accuse”, ma la cerimonia guastata da fischi e violente proteste all’esterno della sala
Tom Cruise evacuato da Venezia
Tom Cruise evacuato da Venezia
L’attore era arrivato in città insieme a tutto il cast per girare alcune scene del nuovo capitolo di “Mission: Impossibile”, ma ha preferito ripartire per il Regno Unito
È morto Kirk Douglas
È morto Kirk Douglas
A 103 anni, si è spento l’ultimo di una generazione di grandi attori del “golden age” di Hollywood
Addio all’attore Stan Kirsch
Addio all’attore Stan Kirsch
Conosciuto per il telefilm "Highlander", si è impiccato nella sua casa di Los Angeles. Sconosciuti i motivi del gesto, ma da oltre 10 anni non riusciva più a trovare lavoro
Axel Foley sta tornando
Axel Foley sta tornando
Per il simpatico agente di polizia che ha dato la notorietà a Eddie Murphy è pronto il quarto capitolo, questa volta diffuso da Netflix
Catherine Deneuve in gravi condizioni
Catherine Deneuve in gravi condizioni
La grande diva francese ricoverata d’urgenza a Parigi: per la famiglia la causa è un momento di forte stress dovuto al super-lavoro. Cautela dei medici
L’America dolente di Bruce
L’America dolente di Bruce
Western Stars, prima pellicola che Springsteen firma da regista, raccoglie i brani del suo album omonimo e immagini della West Coast, dove il sogno americano è più vero, ma fa anche più male
Demi Moore, un ritratto intimo
Demi Moore, un ritratto intimo
È in uscita “Inside Out”, l’autobiografia di un’attrice che per lunghi anni è stata una delle regine di Hollywood. Un racconto che parte dall’infanzia, dal tentativo di suicidio della mamma e da uno stupro subito a 15 anni
È morto Carlo Delle Piane
È morto Carlo Delle Piane
L’attore romano, 83 anni, si è spento a Roma: una carriera iniziata per caso, con 110 film interpretati al fianco dei più grandi attori e registi